Varie (ed eventuali)

Eccoci quì, il blog inizia a camminare da solo e spero non rimpiagiate troppo Frollini. 

Vi dico che: non riesco più a commentare col mio account di blogspot (forse me lo impedisce per gelosia avendogli preferito wordpress), ma su blogger non riesco neppure a commentare col nuovo di wordpress. Per cui se non avete abilitato agli anonimi forse non mi vedrete mai più tra i commenti – che detta così fa un po’ profezia catastrofica. Non significa che non vi legga (Libby, Simona ad esempio) ma tant’è.  Wordpress, dal canto suo, pubblica le foto nella dimensione che sceglie in piena autonomia, ecco spiegati certi miei primi piani enormi,  non è narcisismo. 

Non vi ho aggiornati circa il corso di scrittura che sta andando molto bene. Il prof. ha esaminato l’indice di gradimento degli esercizi, il mio l’avete letto, postati su FB, contando i “mi piace”. Ebbene su 16 pubblicati il mio si è piazzato al primo posto, col 33%. Un ottimo risultato, di cui vado fiera. Roberto, il nostro coach, ha definito la mia scrittura “satirica che racconta il dramma” e mi pare abbia fatto centro! Ci lavoro da 15 anni, se vogliamo datare l’inzio della mia “carriera” col primo corso che frequentai, ma io direi anche da 38 se invece partiamo dalla prima elementare. Abbiamo letto tutti i componimenti in classe, sì insomma in libreria, e trovo che il livello sia davvero alto. E’ un gruppo solido, stimolante, attento e capace. Confrontarsi coi compagni è fonte di arricchimento, ma non sempre, ai corsi precedenti, è stato possibile farlo in un clima disteso. Tant’è che martedì ci sarà la pizzata, di solito è di fine corso ma noi abbondiamo, complice il fatto che le lezioni si tengano in una via pienissima di locali. Anche trendy, l’altra sera ho visto Afef, o forse era solo una che le somigliava moltissimo!  

Il corso mi sta succhiando un sacco di energie, anche a livello pratico perchè al martedì sera io di solito facevo sempre la lavatrice coi capi scuri. Sembra una scemata, no, occhei infatti lo è, ma io ho un’organizzazione tra casa, lavoro, visite ai miei, spesa, scrittura, cura della mia persona davvero come pezzi di lego che si incastrano e se mi togliete un mattoncino mi crolla tutta la figura che avevo creato e mi tocca trovarne un’altra. Ed è quello che sto facendo, sperimentando cose nuove tipo: legarmi i capelli che non sono riuscita a lavare, o abbandonare il terzo romanzo al suo destino incompiuto. Che poi sto pure un po’ impallata con la trama. 

Allora: lui e lei quasi quarantenni vanno a convivere un po’ frettolosamente perchè stanchi di star soli. Lui eterno single, lei mollata per un’altra. La relazione funziona anche se non è che ci siano proprio i fuochi d’artificio. Cosa ci infilo? Cassati tradimenti e incintamenti. 

Idee? 

Annunci

13 thoughts on “Varie (ed eventuali)

  1. Fanno un viaggio nelle isole Fiji per ravvivare la routine e lui viene rapito da un gruppo di cannibali?
    Si iscrivono ad un gruppo di scambisti?
    Lei ha il doppio degli anni di lui e lui semplicemente cercava una seconda mamma, ma poi lei si stufa e scappa con una donna?

  2. Lui e Lei quasi quarantenni, con le loro abitudini, quasi delle paranoie…il tubetto del dentifricio lei lo schiaccia a metà e lascia aperto il tubetto…lui precisino lo chiude e lo schiaccia dal fondo usando una pinza per tenerlo arrotolato…questo era un piccolo esempio…ma puoi parlare delle scarpe lasciate dappertutto…della giacca gettata sulla poltrona…dell’asse del water sempre su…e lei che rischia di passarci dentro ogni volta che si siede…piccole “cose stupide” che sommate possono portare alla lite…

  3. Questa cosa del martedì per il lavaggio dei capi scuri mi fa morire… io ci costruirei un romanzo sopra 🙂
    P.S. caricare la lavatrice il mattino emettere un timer che la faccia partire la sera? Così il castello dei Lego non crolla!

  4. Io sono abilitata agli anonimi, ma anche Pattibum mi dice spesso che da Wp non riesce a commentarmi. Sara’ che le due piattaforme fanno a cazzotti.
    Non so darti suggerimenti per la trama ma la nuova Sandra che si lascia andare mi piace tanto tanto tanto!!

  5. Sulla necessità degli incastri ti capisco, anche se il realtà io non riesco a rispettare alcuna tabella di marcia 😦
    Tra i due quarantenni infilaci un gatto, è un animale magico e può far scoprire tante emozioni sepolte … Ok, sono di parte, ho un gatto che mi dorme addosso. Ma tu la strada la troverai, magari sfruttando il perfetto tono satirico per descrivere un dramma.

  6. ahah ti trovo in facebook? …la trama..io metterei un fratello in più…gemello…un tradimento…incinta del fratello…il fratello parte per la legione straniera…niente nitizie…l’ altro fratello pensa che la figlia e sua…ma mentre ama la cugina …di cui ha un maschio…ed alla fine i figli si incontranno…ma un viaggio e tempesta in mongolfiera li divide..n:-)ahaha

  7. …in realtà si amano alla follia, ogni giorno di più, ma non osano confessarlo e lasciarsi andare perchè credono che l’altro stia insieme a loro unicamente perchè “stanco di star solo” e se lo scoprisse abbandonerebbe la relazione… insomma il contrario della realtà più o meno ;P (troppo contorto?)

  8. Lei si iscrive a un corso di scrittura creativa.
    Vince un premio raccontando la storia di due quasi 40enni, insieme per necessità più che per amore.
    La storia ha degli spunti così divertenti che diventa un successo editoriale. Da quel momento lei e il suo compagno sono assaliti dai giornalisti che chiedono dettagli sulla loro privata.

    to be continued 😛

  9. Mentre vanno avanti con la loro routine gli arrivaun terremoto che li costringe a guardarsi in faccia, ognuno allo specchio.

    FB??? Dove lo trovo il post per fare “mi piace”??

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...