4 Giorni con le farfalle nello stomaco (e nel cuore!)

Trovo che l’espressione inglese “avere le farfalle nello stomaco” per descrivere quel friccico emotivo che produce succhi gastrici in eccesso e uno svolazzamento ansioso sia perfetta. Insomma quando ti innamori, no?

Ecco la nostra vacanzina romana è stata un susseguirsi di farfalle impazzite!

In primis c’è Roma, che sa sempre parlare al cuore, avvolgerti immensa, anche senza lo stupore della prima volta. E poi c’è tutta la magia del ritrovare angoli e spezzoni di ricordi che aderiscono perfettamente alle nuove scoperte. 3 ore e mezzo all’andata, addirittura solo 3 con la formula  no-stop al ritorno e Roma è ai nostri piedi, 250 km orari che annullano le distanze in breve tempo. Bello Italo treno, lo consiglio davvero. Emozioni nel frullatore: l’hotel con una foto in internet completamente diversa da ciò che troveremo (indovinate se è meglio il virtuale o il reale?), il vento di tramontana con le romane con la sciarpa fino al naso, io sbottonata perchè è assai più caldo che a Milano. Via del Corso su e giù e “ma quel ragazzo lo conoscoooo??” Ricordate il post sul lido di Fornillo a Positano, dove siamo stati tanto felici? Pensa un po’, abbiamo incontrato il bagnino-figlio, che fantastica carrambata! I messaggi di Miss Sunshine, mi scrive qual è la finestra del suo ufficio, mi piazzo sotto e lei mi manda tanti baci. Riabbracciarla dopo Firenza, un gioiello, ecco cos’è! La Galleria Alberto Sordi col caffè Illy e del biscotti uhhhmmm. Tante camminate, gambe a pezzi. Per le romane sabato sera andata e ritorno da L.go S. Susanna a Trastevere (con piccola deviazione a Campo dei Fiori, che spettacolo, avrei voluto avere un’altra sera per cenare lì) Ditemi, ma quanti km sono? Tanti giri, il nostro ristorante preferito ritrovato, Bistrot Quirino, sempre per le romane. I giorni frenetici delle elezioni alle Camere, i passaggi davanti a Monte Citorio, fare a gara a chi riconosce più giornalisti e politici. (Emanuele mi ha stracciata!). Noi, mano nella mano, le preghiere nelle Chiese. Le poste vaticane che mi piaccono un sacco, ricordare la prima volta con mia sorella, 20 e passa anni fa. E poi le emozioni più grandi che avranno – stay tuned – 2 post dedicati, il blog pranzo romano in S. Lorenzo con Anna, Clara V, Nina e MIss Sunshine. Il cerchio si chiude, un cerchio tondo come la pancia di Nina, Nina che ce l’ha fatta e se non fosse stata quella che è, noi altre non ci saremmo mai incontrate. E oggi all’Angelus, che continuo a rivedere in TV senza stancarmi, noi c’eravamo. In ottima posizione sotto la finestra, grazie alle 2 ore e 10 minuti di attesa in S. Pietro. Ma ne valeva la pena! I fedeli festosi, le mie lacrime infinite per questo Papa che ha saputo rimettermi in comunicazione con la mia spiritualità. Gratitudine immensa per tutto questo, per questi 4 giorni in cui non ho pensato al romanzo, perchè la mia vita è oltre ed è pienissima. 4 giorni in cui, a volte, la malinconia un po’ mi ha preso alla gola (e allo stomaco) per il tempo che scorre troppo in fretta; la mia Roma delle visite passate sfuma in quella di questi giorni, ed è sempre la città eterna, nonchè uno dei motivi per cui io da questa Italia non me ne andrò mai: è il paese più bello del mondo, e ora forse il cambiamento c’è per davvero! E io ho scelto di andare sul posto a dare una controllatina per tutti noi!

Annunci

20 thoughts on “4 Giorni con le farfalle nello stomaco (e nel cuore!)

  1. …quando leggo di quanto si può amare e come si ama la mia città, mi commuovo.
    Le tue parole fanno tremare di emozione.
    Bello tutto, bello l’incontro, belle noi.
    Grazie Sandra.

  2. Che bello, che bello il vostro incontro romano! Vi ho pensato tantissimo ed è stato un piacere sincero sentirvi.
    C’è un certo “non so che” nell’aria, qualcosa che ha a che fare con la speranza, con la rinascita. Staremo a vedere, io seguo lo scorrere degli eventi con maggiore fiducia.
    Un bacione!

  3. Che bello che bello aspetto con ansia il post sul blog incontro. Quante emozioni, e si si il nostro e’ il Paese piu’ bello del mondo!!

  4. Ero con voi col cuore e con la mente, ora tu mi strapazzi e mi emozioni con questo racconto della mia citta’ che mi manca tantissimo. Pero’ vedervi tutte insieme e’ stato proprio bello. Grazie stelline :*****

  5. Che bello leggere nelle tue parole tanto entusiasmo e gioia per questi giorni trascorsi a Roma……. tra l’altro avete azzeccato il periodo giusto!!!
    Un abbraccio
    Luciana

  6. Mi accodo, quanta emozione! Tanti nuovi inizi e vecchi amori che si mischiano nella cità più affascinante del mondo. Io adoro Roma e manco da troppo tempo, mi hai fatto venire voglia di salire presto su quel treno.
    Attendo il resto della storia …

  7. Dopo aver letto il tuo post, sono venute anche a me le farfalle nello stomaco insieme alla voglia di visitare Roma 😉 Attendo con ansia il seguito.

  8. Sandra, sai che Trastevere coi suoi vicoletti è stato lo scenario che ha visto nascere l’ammore tra me e Paul? Le sue mura, i suoi locali, le sue mostre hanno fatto da contorno alla nostra storia, incorniciandola di magia e incanto. Quanti aperitivi, quante passeggiate, quanti baci, quanti sorrisi, quanto stupore in quelle stradine lì. Roma, la mia Roma, ora è anche un po’ tua, un po’ vostra e soprattutto un angolo di lei, a San Lorenzo, ora è un po’ nostro ❤
    Io quella giornata la porterò sempre nel cuore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...