2000 Parole al giorno

L’editore che forse pubblicherà il mio romanzo nel 2014 lo avrebbe pubblicato anche quest’anno se fosse stato di 100 mila parole. Che sono tantissime. Io sono abituata a contare le battute, di solito è il metodo più accreditato nel fantastico mondo editoriale, le parole non vogliono dire tanto, possono valere uguale  “supercalifragilistichespiralidoso” e “e”? E pensate al tedesco, le nostre 3 parole “limite di velocità” diventano un’unica “geschwindigkeitbeschrenkung” o qualcosa di simile, l’ho scritto come me lo ricordo. Niente da fare lui vuole 100 mila parole, perchè la linea editoriale del 2013 prevede solo libri di questa portata, l’anno prossimo no. In teoria mi ha dato 2 mesi per allungarlo, ma si tratta di una storia conclusa, che conta 38 mila parole circa, sarebbe una follia. Allora ho pensato – che genio! – ma se cercassi di portare il romanzo 3, quello di Fabiola e Maurizio, a 100 mila parole? Lo sto ancora scrivendo, è una storia elastica allungabile all’infinito, con nove personaggi, insomma ci sta. Chiariamo che sono a 38 mila pure qui. L’editore ha detto che sì, se glielo mando entro 2 mesi, potrebbe pubblicarlo, mica è certo. Giusto, manco l’ha letto. E’ un’impresa titanica, ma come si dice, boccone dopo boccone si può mangiare anche un elefante. Mi sono fatta una tabella di marcia: 2000 parole al giorno, mi rimane un po’ di tempo per le correzioni. Occhei, il romanzo 2 è stato revisionato dalla editor figa, con questo non ne avremo il tempo. Ma io ho imparato dai miei errori che Chiara prontamente mi ha fatto notare. Scrivere è un po’ come mangiare, l’appetito vien mangiando, davvero. Più si scrive e più si scriverebbe, se si abbandona il testo a lungo si va giù di mano e sono guai. Allora facciamolo a fettini sottili sottili sto elefante, a carpaccio. E magari riesco a digerirlo. So già che mi verrà l’ansia, che dovrò sacrificare altro, che starò troppo sul pc, che se poi non lo pubblica mi darò della cretina mille volte per non essermi dedicata a qualcosa di più sicuro. Ieri sera sono arrivata a 43 mila. Una dei protagonisti va a Roma e ci ho copiaincollato un po’ di post. Trucchetti del mestiere. Però sono andata a dormire mezz’ora dopo il mio orario limite. Sta mattina ero uno straccio, colpa anche di altri pensieracci, e ho rovesciato la moka, un disastro epocale. Non lo so se ce la faccio.

Voi cosa dite? 

Annunci

18 thoughts on “2000 Parole al giorno

  1. Sandra, quel poco che so del mondo editoriale lo conosco perché me l’hai spiegato tu… Non saprei, meglio rimorsi o rimpianti? E tuo marito cosa ne pensa?
    Smack!

  2. “(…) Non fare sforzi né per lavorare né per rinunciare. E’ il tuo sforzo che è schiavitù. Ciò che è destino che accada accadrà. Se non sei destinato a lavorare, il lavoro non può essere ottenuto nemmeno se lo cerchi. Se sei destinato a lavorare, non sarai in grado di evitarlo e sarai forzato ad impegnarti in esso. Così, lascia questo al potere più alto; non puoi rinunciare o trattenere a volontà” tratto da “Sii ciò che sei” di Ramana Maharshi.
    Spero di averti risposto. 😉
    Baci

  3. Wow Sandra, ti vedo gia’ partita come un treno, e di sicuro farai il giro delle 100000 parole in due mesi e vincerai la scommessa!!
    Se sei gia’ passata da 28 a 43 mila, vuole dire che ce la fai di sicuro.
    Io invece per scrivere 100000 parole ci ho messo 8 anni 😉
    Dai dai che siam qui che facciamo la ola!

  4. Un giorno saran 5000 parole, un altro giorno 500…scrivi quello che senti di poter scrivere, se le parole ti escono fluide, se il racconto procede con una sua vita propria, vuol dire che ce la puoi fare 🙂 Non conosco i ritmi di scrittura e di sbalzi d’umore degli scrittori 😉 tu sì, tuo marito pure 😉 Impegnati se credi ne valga la pena, altrimenti avrai comunque rimorsi…in bocca al lupo!

  5. oh senti…sei passata da A a B… bé allunga un pochino che arrivi a C,D,E e poi ti fai pure il giro dell’alfabeto…sei in grado di fare tutto quello che vuoi, palleggi l’italiano, la fantasia non ti manca…se è abbastanza importante per te…il tempo lo trovi…e smettila di crearti paranoie impossibili…sei brava, e ce la fai a fare tutto!
    Un bacio
    Anto

  6. Ciao da una super latitante !!!
    Sai che puoi fare? Tu ci provi e se non riesci in questi due mesi, per l’anno prossimo avrai già pronto romanzo2 più una bella trilogia di romanzi3 da consegnare all’editore che non si accontenta 🙂
    bacio
    ps: ed io riuscirò mai a recuperare i post arretrati?

  7. scrivi scrivi scrivi che ti viene bene 🙂
    e l’importante è che la moka non te la rovesci addosso…….per il resto, rimanendo in tema lavorativo (mio), vai come un treno!
    kisskiss
    Claudia

  8. Sei piccolina, ma hai dimostrato fin dalla nascita di avere le palle… fallo se ti va di va di farlo (e secondo me ti va) e sarà sicuramente un successo, tuo personale in primis.
    Pensieracci??? 😦

  9. Certo non è piacevole dover “allungare il brodo” per forza, però se è il prezzo da pagare per poter pubblicare, forse vale la pena di fare un tentativo. Io mi butterei però sul primo romanzo, visto che la storia è già pronta. Descrizioni, approfondimento della psicologia dei personaggi, flashback… tutto può essere utile per rimpolpare un po’, no?

  10. Nel caso in cui il mio commento ti fosse sembrato troppo criptico… O.o, gli altri commenti ti avranno sicuramente indicato la giusta via 😉
    Avevi forse dei dubbi? 🙂

  11. Non so, questa misurazione a parole mi lascia un po’ perplessa, anche perché, secondo me, ogni storia ha il suo respiro. Si può giocare entro un certo limite, poi si finisce per snaturare la sua natura. Personalmente, io ho moltissime difficoltà a allungare, mentre quando devo ridurre, di solito il testo ne esce migliore…
    Detto questo, al tuo posto anch’io proverei a dilatare il romanzo. Quindi buon lavoro e in bocca al lupo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...