Di astinenza, meteo e abiti estivi

Ho una voglia di scrivere che mi porta via. Dio bono sono in crisi di astinenza, una roba che potrei uccidere. Meno male che c’ho un blog visto che non posso ancora mettere mano al romanzone, e non mi pare il caso di cominciarne un altro. Già ne ho due da piazzare. Ah, non vi sarete mica dimenticati di quello corretto da Chiara, quello che sì in effetti  la responsabile della collana femminile dell’editore grosso e noto deve ancora decidere se pubblicare dopo aver sentenziato “la Faè sembra perfetta per noi.” Hanno tempi da glaciazione e sto aspettando da 3 mesi. Non hanno ancora detto no.

A un certo punto in tarda mattinata (Emanuele era in giro in bici, si è fatto 60 km) quando mi gingillavo con l’idea di andare al castello sforzesco a una  manifestazione gastronomica che pareva assai interessante, è venuto su un cielo nero e dacci oggi la nostra pioggia quotidiana. Mi sono sversata di brutto, ma basta! E niente, siamo stati a casa, poi è uscito di nuovo il sole, ma poco convinto e ora tuona potente. Allora ho fatto mezzo cambio armadio. Rendendomi conto di avere, lo dico ogni anno, troppi vestiti estivi, visto quanto dura l’estate, e poi nei locali ti sparano l’aria condizionata a palla e vi giuro rimpiango l’inverno, tanto lì almeno si sa che fa freddo. Ho tirato giù un paio di pantaloni beige assolutamente salva-vita, che lo scorso autunno non ho fatto lavare perchè mi andavano strettissimi, impossibile allacciarli, cuscinetti ovunque, per cui mi scocciava spendere i soldi della lavanderia. Avevo attaccato un post-it sul sacco con scritto (il genio è in me!)  “sporchi xke forse inutilizzabili”. Li ho provati e mi vanno benissimo. Allora, io volevo suggerirvi questa dieta che ho fatto con somma soddifazione comprovata da quanto sopra. Potrei anche nevvero scriverci un libro e fare soldi a palate tipo la Dukan, ma facciamola corta e la scrivo nel blog:

– mangiare meno a pranzo per risparmiare i ticket da spendere al negozio di gastronomia per quando non si ha voglia di cucinare

– mangiare ciò che ti va riducendo le porzioni

Basta. La voglia di lasagne te la togli anche e non te ne scofani 2 piattoni, eh. A proposito le mie di oggi erano ottime, forse mancava un pelino di sale nella besciamelle, ma ridurre il sale è un buon obiettivo quindi ok. In ogni caso sono felice di rientrare nei pantaloni. Sapete l’affarone del secolo giuro, 13 euro all’Iperal, la catena di supermercati della Valtellina. Quando ho visto quanto mi andavano bene ho rimpianto di non averli comprati anche blu. Un capo passe partout dicevo. Li ho messi a un battesimo, a teatro, al lavoro, alla presentazione di Frollini. Mia sorella ne ha un paio pressochè identico, ma l’ha pagato tipo 80 euro. Ehehe lo so, adesso lei mi legge e commenterà che non sono mica uguali, ma voi non datele retta, credete a me. Io sono quella diversamente figa.

E niente volevo scrivere e l’ho fatto, ora mi sento decisamente meglio. Fuori il cielo è sempre più scuro, Mio marito ha detto che potremmo cenare con le lasagne avanzate, ma io le ho già piazzate nel congelatore, per Natallia.

PS. Rettifico, si sta scatenando il diluvio.

Annunci

12 thoughts on “Di astinenza, meteo e abiti estivi

  1. evvai!! che bello quando senti scivolare facilmente sulla pelle abiti che prima facevi fatica a infilare!! peccato solo per questo tempaccio!!! Ma noi aspettiamo fiduciosi che la bella stagione ci travolga!! Tanti baci affettuosi anche da qui!! 😉

  2. Ho visto il servizio sullìiniziativa al castello sforzesco… stupenda!!!
    era un baratto day organizzato dalla coldiretti… si poteva barattare anhce NON cibo con il cibo dei coltivatori!
    la tua dieta… beh è ciò che faccio…. sempre!
    il sale. io non lo metto mai in aggiunto e dove devo ne metto poco…
    la dukan (non alla lettera l’avevo seguita ed era andata anche bene… ma poi l’inverno… il freddo… ripresi tutti i 10 kg!)
    adesso ne proverò un’altra….
    aiuto… non c’è rimedio per me! 😦

    ps. son soddisfazioni quelle dei pantaloni (e non ascolterò giulia crederò a te!)

  3. No comment sul meteo cara Sandra! Qui facciamo certi fugoni sotto la pioggia ma appena possiamo scappiamo fuori!
    W i pantaloni archiviati e riesumati! Gran bella sensazione! Baci

  4. Ciao carissima donna…. pure io sono rientrata in due paia di jeans che non superavano lo sbarramento cosce, sono soddisfazioni. Poi sto week end ho mangiato come un bisonte in carestia, roba da scoppiare, quindi sta settimana digiuno eucaristico!!!

  5. Anche da noi c’è la pioggia quotidiana, davvero non se ne può più! La tua dieta è come la mia e in effetti, anche se lentamente, inizia a funzionare!
    Buona settimana 🙂

  6. Spero di rientrare anche io presto in qualcosa.
    In qualunque cosa che se ne sta da troppo tempo nell’armadio a fare che, poi… niente!
    E tutto per colpa di chi? Mia!

    Oggi qui diluvia.. troppo presto mi ero abituata ai giorni di sole.
    Fortuna che non ho ancora messo via i cardigan pesanti, che almeno mi fanno da cappottino.

    Scrivi scrivi.. che noi siamo qua a leggerti volentieri!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...