26 Maggio

Non è un giorno particolare, ma siccome non trovavo un titolo adeguato per questo post di puro aggiornamento, ho scelto la data.

La cameretta è pronta, il letto fatto, e come spesso accade queste sono le occasioni per buttare-buttare-buttare come direbbe il mio mito Enzo Miccio, e abbiamo buttato. Anche se io e Emanuele siamo entrambi assai ordinati e difficilmente accumuliamo ciarpame, però avendo una stanza in più a disposizione è facile lasciarsi prendere la mano nel “metter lì.”

Oggi però abbiamo fatto spazio, liberando armadi e cassetti per lei.

Da ora non so quanto potrò dedicarmi al blog, per cui penso di pubblicare brevi ma frequenti post di aggiornamento sulle due situazioni contingenti: Natallia e il romanzo. Addio quindi ai post fronzolosi, vero esercizio di scrittura per me, (perché il mio diario virtuale è anche la mia palestra), in favore della condivisione affettuosa, che è poi alla base, credo, di ogni blog.

Faccio un passo indietro perché gli eventi della settimana mi hanno, ancora una volta, fatto ricredere su quanto pensavo di aver creato prima con Frollini e ora su wordpress. Spesso mi capita di voler raccontare qualcosa e di lasciar poi perdere, proprio perchè considero quanto la condivisione mi si sia rivoltata contro e non mi vada più di parlare di tutto.

Vi racconterò volentieri di Natallia, perchè sento davvero che molti di voi la stanno aspettando con me, come ho già avuto modo di dire, e per il non ultimo fine di dare un senso al buco nero nel mio passato, che ora altre donne stanno attraversando. Spero che l’esperienza di dare ospitalità ai bimbi di Cernobyl possa essere vista come un’opzione di felicità, oltre la genitorialità negata.

Vi relaziono di sicuro con gioia circa i miei progressi e i miei insuccessi letterari perchè altrimenti questo blog non si chiamerebbe “I libri di Sandra”, ma piuttosto “I non so cosa di Sandra”, anche perchè è nato dalla costola del mio primo blog, nato a sua volta per diffondere il mio primo romanzo.

Oggi su Milano splende un gran sole e il cielo è di nuovo azzurro, della stessa sfumatura della mia cucina. Spero che il sereno sia anche dentro di voi che mi leggete e seguite ancora.

Annunci

19 thoughts on “26 Maggio

  1. Tu hai lavorato sul tuo dolore e lo hai trasformato in una diversa occasione di crescita. Un’opzione di felicità, certamente… ed io aggiungo un’opzione feconda di felicità. Ne sono contentissima e non vedo l’ora di leggere gli aggiornamenti sulla piccola!

  2. Giusto giusto ho aperto il blog chiedendomi: ci saranno novità su Natallia? E sul romanzo? Grazie per cio’ che scrivi e per come lo scrivi!

  3. Cara…la tua Natallia ormai è diventata attraverso le tue parole anche un pò la nostra Natallia e la tua fremente attesa ci coinvolge intensamente quindi, anche se sicuramente il tuo tempo sparirà in buco nero, ti prego ti preeeeeego…non lasciarci senza notizie!
    Un abbraccio grande
    Ale e Junqian

  4. Una scelta bellissima, Sandra.
    L’ho vissuta da vicino, qualche anno fa, tramite amici che sono molto più di questo. Una storia d’amore cresciuta negli anni e divenuta indissolubile.
    Non vedo l’ora di sapere di più su voi e Natallia.
    Un abbraccio grandissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...