Solstizio

Stavo studiando un post dettagliato sull’oligarchia dell’associazione in risposta ai tanti commenti al mio penultimo articolo, per i quali vi ringrazio: avete dato il via a un botta e risposta tra lettori che mi è piaciuto molto. Ma penso che mi limiterò all’essenziale, non voglio sprecare troppe energie per qualcuno che evidentemente non ha le mie idee. Le nuove famiglie ospitanti oltre a noi sono solo 2, amiche tra loro, per cui noi siamo proprio un po’ soli, inoltre Natallia è sempre la prima, al massimo la seconda ad arrivare al centro al mattino, e l’ultima a venir portata a casa, segno che siamo quelli che lavorano più a lungo fuori, per cui non si ha neppure l’opportunità di vedersi molto con gli altri. Per natale ci chiesero di fare due mezze giornate in un centro commerciali, impacchettando i regali, per raccogliere fondi: fu un incubo! Una spocchia incredibile da parte dello zoccolo duro dell’associazione, che non era neppure di turno con noi, ma venne a massacrarci l’anima. Le altre due coppie nuove, seppi mesi dopo, non si resero disponibili.
Direi che questo episodio la dice lunga. Del resto, e concludo, si sono rimangiati tutto ciò che avevano detto sul tablet da aprire in Bielorussia, anzi ci hanno consigliato di darglielo per 2 ore domani che è sabato! (DUE ORE!!!)

Purtroppo le ultime sere Natallia non mi ha più chiamata dopo la doccia, perchè ha sempre avuto fretta di usare il tablet, e abbiamo perso il momento coccola borotalco, doposole. Ora mi sembrano davvero lontani i primi giorni, per esempio dopo lo shampoo quando le misi l’asciugamano in testa tipo turbante e feci vedere a Emanuele quanto era buffa, e questo mi ha rattristata davvero molto, anche se un’evoluzione in lei era da mettere in conto, e comunque vada, il 3 luglio su quell’aereo ci dovrà salire. Ma questi sono problemi miei, per gli altri il tablet è una bella soluzione, per potersi fare i fatti propri in santa pace, mentre io ad esempio diversifico ogni colazione, in base alle attività della giornata, e credo di aver affrontato a testa alta la dura prova di avere la bimba più vivace than ever, a detta di tutti.

Oggi è il solstizio d’estate, anche se le stagioni sono un po’ andate a ramengo, rimane un giorno sempre atteso. Il lavoro mio e di mio marito, stesso settore, è sempre più uno schifo, e ne siamo spesso demoralizzati (oggi) anche se non nel senso di rischio di perderlo, grazie a Dio.
Ci sono tante cose in questo periodo, anche se l’esperienza con Natallia è totalizzante, il resto non si è fermato. Io e l’editore ci siamo scritti un po’, è sempre affabile e contento di me, e forse sentenzierà prima di agosto. Mia mamma oggi ha prenotato le sue canoniche 2 settimane al mare, questa è una notizia grandiosa, nella quale speravo tanto, perchè lo scorso anno a causa della salute di mio padre le ha saltate e per lei è stata dura, molto dura, senza staccare. Lei è una grande, me ne rendo conto sempre di più, e se anche su certe cose possono esserci stati contrasti importanti, quello che è riuscita a fare con noi da piccole è davvero da record, scusate altro che certe mamme eroine d’oggi che hanno rotto!

Io e Natallia domani andiamo dal viParrucchiere insieme, ha la frangetta negli occhi e gliela voglio far spuntare.

Alcune amiche, in particolare due che sono venute al mio matrimonio, quindi con un buon rapporto direi, si sono completamente dimenticate di Natallia. Una mi ha mandato un sms per chiedermi se volevo raggiungerla a una serata (in molte città è in corso una bella manifestazione libresca: letti di notte e lei sarebbe andata a uno di questi eventi). E’ stato triste leggere il suo messaggio.

Questa mattina Natallia era contenta perchè le avevo lavato il suo cappellino bianco, quando gliel’ho dato mi ha detto, come sempre “spassiba” poi ha aperto la porta del locale lavanderia e ha detto “spassiba” anche alla lavatrice.

Mi mancherà da morire, lo so, anche se in certi momenti non so da che parte prenderla, come ieri sera in pizzeria: sembrava sull’orlo delle lacrime e proprio non capivamo cosa avesse, a parte che la pizza non le è piaciuta per niente.

Ogni tanto qualcuno mi chiede se è mia figlia e io chiaramente rispondo di no; spero solo che ci porterà nel cuore quando tornerà a Vetka, come noi porteremo sempre lei.

Annunci

7 thoughts on “Solstizio

  1. sono certa che vi porterà nel cuore.
    per lei questa è un’esperienza importantissima!!!
    ma poi potrete restare in contatto?
    sono felice di leggere i tuoi post..è un po’ come essere partecipe in questa bell’avventura.
    il tablet come i computer e i cellulari purtroppo sono la rovina in certi rapporti…soprattutto se non si riesce a darsi un limite.
    bacionii

  2. scrivo qui.. anche se forse non dovrei scrivere… vabe’, tanto e’ la verita’…

    a me fa tanta tristezza quando i bambini vengono intrattenuti con tablet e tv.. ok, posso capire durante i voli intercontinentali di 14 ore (ma cmq non l’ho ancora fatto), ma non capisco chi lo fa tutti i giorni per ore….
    non ce l’ho mica con voi, eh, ma come dicevi tu allora il tablet potevano darlo l’ultimo giorno .. boh… ma forse sono un po’ all’antica, non saprei…

  3. Mi pare una grossa cretinata quella del tablet (anche perchè mi ero scordata quanto stesse qui Natallia e pensavo mancassero solo pochi giorni). Mi spiace che le vostre comunicazioni -già difficoltose di per sè- siano ostacolate da quel aggeggio… almeno servisse da traduttore nei momenti di crisi!

  4. … mi spiace ma non riuscirò a leggerti nella prossima settimana. Ti auguro di passare ancora tanti bei momenti con Natallia (oligarchie a parte ;P ) Ciao 🙂

  5. E’ un’esperienza bella tosta, cara Sandra. In tutti i sensi. Peccato che non possiamo parlarne a quattr’occhi… in simili occasioni percepisco tutti i limiti dei contatti a distanza!

    Ti abbraccio…

  6. Non vi dimenticherà, Sandra. Ne sono certa.
    Poi con il tablet potrebbe tenersi in contatto con voi. Da qualche parte ci sarà la possibilità di connettersi. So che ad es. in Moldavia c’è il WIFI gratuito in città… quasi come in Italia. Questo uso del tablet avrebbe un senso, almeno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...