In qualche modo io

La serata di ieri si è conclusa con Natallia che ci abbraccia dal suo lettino dicendo: “Sandra mama, Emanueli – sì con la I finale – papa.”
Io ri-piango e mi sbatto a dormire invocando la santa razionalità, amen.
Oggi la temperatura, dopo vari temporali, è precipitata a 15 gradi e quando sono andata al centro a prendere la bimba più bella del pianeta, tempo di prendere il comunicato circa il cambio orario volo di rientro e adeguate istruzioni in merito dalla presidente e trac qualcuno aveva incautamente messo in mano a Natallia una cazzo di brioche. Occhei, anch’io volevo la brioche (remember, il mio romanzo?) ma tutto il lavoro fatto su mal di pancia e balit vari è ridotto di nuovo in polvere, e sarà quel che sarà ma Natallia dice che le viene da vomitare. Non faccio in tempo a farle bere una limonata calda, mentre tento di convincerla a lavarsi almeno i piedi, la super coccolo e si addormenta. Le ho messo addosso una coperta e sta dormendo ancora dopo quasi 2 ore.
Nel frattempo ho attaccato con le lavatrici, non che non le avessi fatte fino a oggi, eh, ma ora col ritmo serrato di dare una sistemata al mischione di abiti che tracimano dalla cameretta, in ogni dove. Sul mobile esondano mucchi di giochi, collane, pennarelli, zainetti e caramelle e non ci vuole una laurea in valigiologia per capire che non potrà partire tutto per la Bielorussia.
Guardo anche con un senso di vago disprezzo i vetri non proprio splendenti, il divano (idem, c’è una macchia, la cui formazione precede l’arrivo di Natallia – non è sfoderabile), e il frigorifero che, pure lui, necessiterebbe di ampi esercizi di olio di gomito. E già so che non spunterò queste voci prima di andare in ferie. Cari miei, in qualche modo farò il minimo indispensabile per non vivere in una porcilaia e, soprattutto se dovesse tornare la canicola, cercherò di sopravvivere e basta.
E poi, se mi rimarrà un barlume di lucidità, inizierò a scrivere il nuovo libro:

Mi chiamo Natallia
e vengo in Italia

Annunci

10 thoughts on “In qualche modo io

  1. Nella tua amarezza sottofondo sei riuscita con final titolo a farmi ridere…io ho i vetri con le manine di Valentina,alle montagne di roba da stirare me venuta in auto un asciugapanni…se potessi tu la terresti sempre con te…e non piangere anche se facile dire non piangere…imparare il russo e poi vi scrivete,parte ma è nel tuo cuore.Un bacio a voi tre.

  2. Pensa che proprio ieri sera, tra un mio singhiozzo e un mio sano pianto liberatorio, Marco mi ha detto: “Sandra potrebbe scriverci un libro”. Et voilà… 😉 certo che sì! E noi lo leggeremo 🙂

  3. Oh mamma Sandra bastaaaaaaaa ma piango sempre sti ultimi post??? No ma la colpa e’ mia che sono diventata una piagnona 😀 e te l’avevo detto che i fuoriprogramma di Natallia ti avrebbero fatto bene anche da quest’altro punto di vista.. fanQ le pulizie!! Bacio grande grande
    E non vedo l’ora di leggerlo!!

  4. La casa è sempre là e ti aspetta… non ti preoccupare!
    Goditi questi giorni Sandra!

    Grazie per il commento… a propostito di Pippo e Basettoni, non mi ricordo della storia che hai citato, ma ho fatto una rapida ricerca e ho trovato questo:

    In una storia italiana, “Topolino e la controcometa Astritel” si afferma il compleanno di Pippo è il 29 febbraio. È peraltro possibile che l’affermazione valga solo all’interno di quella storia, e non sia da considerare valida in generale nell’universo Disney.
    (fonte: http://www.oasidelleanime.com/minisiti/disney/topolino/topolinia/)

    E’ stata pubblicata su Topolino n. 958 del 7/04/1974.

    Ho vesto anche “inducks” e tra gli interpreti c’è anche Basettoni..

    Potrebbe essere quella che dici tu?

  5. Mi sono aggiornata coi post e con le foto su FB !
    Vedo che Natallia ti da un bel daffare, pratico e soprattutto emotivo… non oso immaginare il momento dei saluti, ma sono certa che troverete il modo di rimanere in contatto. E chissà che questa vostra esperienza possa ripetersi e ripetersi ancora. Ve lo auguro di cuore ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...