E voi quando avete smesso di credere alle fate?

E voi quando avete smesso di credere alle fate?
Sabato uscendo dalla metropolitana, alla fermata Cordusio, si è presentata ai nostri occhi questa inconsueta esibizione di musicisti elvetici. Simpatici, vero? Emanuele si è rammaricato di non avere con sè tutta l’attrezzatura profescional, e mentre li ascoltavamo abbiamo scattato questa foto col cell. Milano sa essere generosa con spettacoli gratuiti, o quasi. Occorre un po’ scovarli.
Domenica, al teatro parrocchiale (di tutto rispetto 400 posti) abbiamo visto il musical Peter Pan, per soli 5 euro. Uno spettacolo bellissimo e davvero ben recitato/cantato.
Ad un certo punto Trilly (che io ho sempre chiamato Campanellino) sta per morire. Allora Peter Pan dice al pubblico che se tutti i bambini avessero detto “io credo alle fate” forse la fatina si sarebbe salvata. E i bambini l’hanno detto. Ma non era ancora sufficiente, Peter Pan ha chiesto ai bimbi di urlare più forte, alzandosi in piedi.

“IO CREDO ALLE FATE!!!!!!!!”

Sentendoli così convinti, mi sono scese un paio di lacrime.

Ma quanto era bello credere alle fate, a Babbo Natale, al fatto che mamma e papà fossero i nostri eroi preferiti, invincibili e senza macchia?

Ma quanto era stratosferico il lieto fine? Sempre la solita frase che non stancava mai.

“E vissero per sempre felici e contenti”. Non solo felici, pure contenti. Eh.

Quando abbiamo smesso di cercare l’Isola che non c’è?

Annunci

20 thoughts on “E voi quando avete smesso di credere alle fate?

  1. Mi sa mi sa che più che smettere di cercare qualcuno l’ha trovata e se l’è venduta!!!

    Io “alla fine” sulla mia isola sono abbastanza felice e contenta…è quando metto piede sulla terra ferma che mi viene un po di mal di mare.

  2. @ Ale e Zio mi piace molto che i primi commenti siano di due lettori gentili ma non tanto commentanti (non è una critica, quando un lettore semi-silenzioso esce allo scoperto è perchè il post l’ha colpito al cuore!!!) bacioni

  3. io non ho smesso di crederci! ci sono fate e fate… 😉 …ci credo razionalmente (si potrà fare?..beh io lo faccio lo stesso!) quando ho bisogno di tener su tutta sta realtà che prende a sberle in faccia… un bacio Sandra…foto originalissima!! e post sempre interessante…

  4. Io ho smesso vent’anni fa quando ho rischiato di perdere il mio eroe (il primo è sempre il papà) poi ho ricominciato con mio figlio, perché lui ci prova a non crederci e a dirmi che non esistono ma io sono insistente … e quasi quasi l’ho convinto!
    E’ bellissimo credere di non essere mai soli, me l’ero proprio scordato! E la commozione è d’obbligo 🙂

  5. Non ricordo quando ho smesso di preciso, ma in realtà in un angolino della mia testa ci ho sempre creduto, come una fiamma che non si è mai spenta. Poi da quando c’è la Ballerina, ci sono dentro di nuovo completamente. Non vedo l’ora che sia Natale. Un abbraccio Sandra!

  6. io credo a fate, babbo natale etc….
    ma comincio a non credere più a le persone… non tutte certo…. ma se prima pensavo, perchè non mi era mai successo, che le amiche non potessero ferirti… ora so che è il contrario. Se prima pensavo che un’amica che ti conosce davvero non può cambiare idea su di te perchè qualcuno che non ti conosce davvero sostiene altro ma ti difende ed elenca tutti i punti per demolire il castello di quel qualcuno, ora non lo penso…
    ripeto non tutte…. ma tengo alla larga le squilibrate mentali…. e l’animo da crocerossina lo rispedisco in cantina!

  7. Non permettere che nessuno butti cenere sul tuo “fuoco”, Sandra! Ha ragione zio Scriba (e un po’ anche io, allora 😉 )! Siamo tutti qui per te e con te a gridare “Io credo alle fate”!!! Daniela

  8. Giro con un drago sulla spalla e vuoi che non creda alla fate. Certo che ci credo… C’è da dire che lessi anni fa un racconto che rivelava che le fate brillano al buio perché sono radioattive…

  9. Ahimè il commento precedente mi ha preceduta 🙂 da qualche tempo a questa parte mi viene più spontaneo credere alle streghe, ma le fate in fondo non sono forse delle streghe buone? E così sembro meno pessimista 😉

  10. Riflessione lampo: la felicità è effimera ma resta nel ricordo, la contentezza è meno effimera nella realtà ma più nel ricordo? Forse è solo la stanchezza… :’)

  11. Dire che non credo più…è troppo facile, fate,folletti dispettosi, streghe e maghi…sono invisibili agli occhi della maggior parte della gente….la gente…quella simile ad un branco di pecore…quella mi fa più paura…

  12. Ho discusso con la mia bimba su una serie di “esiste davvero o no?”. uomo ragno, babbo natale, fate, magie etc etc.
    Alla fine lei (4 anni) mi ha detto “mamma ma perchè pensiamo cose che non esistono?”.
    ecco. non so rispondere, ma è proprio la cosa che ci rende umani.
    Sapere immaginare una cosa che non c’è. Possedere un simbolo al posto di un oggetto.

  13. ciao
    troppo bella la fotografia. Sai mi hai fatto ricordare la montagna 🙂
    Waw chissà che bella la recita di Peter Pan………fate, folletti, streghe mai smettere di credere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...