Master cosa?

E va bene. Non posso neppure parlar (male) di Masterpiece, il talent show per aspiranti scrittori che ho guardato e alla fine non so se fosse più improponibile l’orario h 23, o il contenuto. Non posso perchè già impazzano in rete i tweet di  chi afferma che chi lo critica è un intelletualoide di sinistra che ne parla male per partito preso, senza capire il tentativo di far cultura in maniera originale. E’ la stessa storia di Fabio Volo: chi lo critica (e badate bene io parlo sempre di un’espressione di dissenso pacata e ragionata!) è un invidioso e basta! Non se ne può più di venir tacciati di essere “rosiconi” ogni qualvolta si va contro un fenomeno nazional-popolare. In ogni caso riguardo il Masterchef degli scrittori tre dati davvero oggettivi: le scene tutte già viste, Elisabetta Sgarbi che arriva in automobile, i “per me no” alla Ventura, la noia del tirarla per le lunghe; il fatto che a una concorrente che ha preso 3 “no” sia stato detto che il suo era il romanzo più brutto, laddove hanno avuto accesso a quella fase solo 70 manoscritti sui 5000 partecipanti al concorso (il più brutto non sarebbe dovuto essere in Tv, mi pare chiaro, bensì tra i 4930 eliminati) e per finire dopo la prima puntata Bompiani, che lo ricordo mette in palio una pubblicazione con una tiratura di 100 mila copie (tantissime!!) ha chiarito, sarà una pubblicazione in E-book. Ahhhhhhhhhh. Prima però non l’avevano detto, se non è specificato vien da sè che si pensi al caro vecchio cartaceo. Non mi esprimerò sulla qualità dei partecipanti, perchè quella è oggettiva, ma le prossime domeniche sarò ben felice di andare a dormire prima.

Nel frattempo io che volevo fare la scrittrice, io che mi han suggerito di partecipare ma non l’ho fatto, io che a dirla tutta non me ne fregherebbe giuro davvero di vincere una buffonata simile, ho finito la ri-revisione. E’ stata inviata e l’editore ha confermato la tempistica per cui per  Natale “Cene tempestose” sarà tra noi. Qui è già tutto lucine nei centri commerciali, brillantezza e un’altra cosa che  mi fa molto periodo festivo sono i cataloghi, non solo dei giocattoli, ma anche per es. della Stanhome e sono arrivati pure quelli. Per il resto si va avanti in qualche modo.

Annunci

13 thoughts on “Master cosa?

  1. Dal trailer pubblicitario – visto per puro sbaglio – avevo già capito che era una belinata (uso il termine ligure per evitare di usare di peggio 🙂 ma mi ero detta: va be’… se capita lo guardo. Invece non l’ho visto. Comunque tendevo ad associarlo a Masterchef e non a torto.
    Dunque ora sei free?!?

  2. Free è un parolone: temo nuove rogne drammaturgiche, ovvero sulla trama, eventi, cose così, per ora siamo andati solo su grammatica e sintassi. Ma Barbara tu hai sposato il vero Masterchef!

    • Oh, lo puoi dire! Se non fosse per lui salterei spesso i pasti 🙂
      Allora, se non sei free, ti auguro un buon lavoro proficuo! 😉 Forza che attendiamo con ansia il long seller.

  3. Non ho visto Masterpiece, ma guarda caso stamattina ho scritto un post sull’argomento libri. Volevo postarlo domani ma mi sa che adesso torno di là su blogger e lo pubblico. Un bacio
    PS. per Natale mi regalo Cene Tempestose!

  4. bene per la revisione finita… ancora meglio per il tuo libro in arrivo!!!
    purtroppo non l’ho visto… sono andata a dormire poco prima perchè avevo una fortissima emicrania e l’indomani mi dovevo alzare alle 5 per il turno alle 6!
    avevo visto la pubblicità… ed avevo pensato “sarà una cretinata ma voglio vedere prima di giudicarlo male :P”
    vedremo le prossime domeniche….
    baci baci

  5. Ok, lo ammetto, ho subito odiato Masperpiece. Per un semplice motivo: io sono diurna e di iniziare a vedere un programma alle 23 non se ne parla propria. Poi ho scoperto che una persona che stimo molto, sia a livello personale, che letterario, si era candidato e aveva passato alcune selezioni. A quel punto mi sarebbe toccato guardare e tifare… Un grosso sospiro di sollievo nello scoprire che non era passato (che non me ne abbia, sono sicura che avrà molti più riscontri altrove). E quindi a letto alle nove.
    E devo dire che nessuno dei millemila commenti trovati in rete mi fa sospettare di essermi persa qualcosa…

  6. Evvai! Non vedevo l’ora di leggere che “Cene tempestose” era finalmente bello lindo e profumato, pronto per la stampa!!! 🙂 Da tua libraia di fiducia, ne attendo una copia quanto prima, perchè devo assolutamente averlo letto prima della presentazione, alla faccia di tutti! Hihihihihihi! Bacio stellina!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...