La strenna che vi consiglio per questo Natale

Pullulano in rete i consigli libreschi per i regali. Nel mio blog non mancano lungo tutto l’anno, ma questa volta volevo segnalarvi un romanzo con caratteristiche universali: facilmente reperibile perchè ben distribuito e uscito di recente, economico e che potesse piacere a un largo pubblico.

La scelta è caduta su: “Tutti primi sul traguardo del mio cuore” di Fabio Genovesi ed. Mondadori Collana Libellule

Badate bene nonostante le apparenze non si tratta di un libro sul ciclismo, grande passione di Genovesi – come non ricordare il campioncino di “Esche vive” per chi l’ha letto? Allora dovete sapere che Genovesi aveva deciso che da grande avrebbe corso il giro d’Italia per poi rendersi conto di non avere le gambe, neppure per una carriera da gregario. Eppure molti anni dopo, a pochi giorni dalla partenza del giro 2013, viene contattato dal Corriere della Sera per scrivere una serie di articoli in chiave non sportiva, folclore locale, simpatici aneddoti, cose così. Il libro è la cronaca delle tappe e parla di vita:

“La vita è così, salta di qua e di là, e tu ogni mattina apri gli occhi e scopri dove ti ha portato. Certo puoi andare avanti con i progetti per il futuro e piani rigorosi, ma è solo un  modo per tenerti occupato durante il viaggio, come i vecchi che fanno la settimana enigmistica sul treno. Poi però la stazione arriva, e devi affacciarti di corsa al finestrino e tentare di capire dove stai.”

Meravigliosa questa descrizione, vero? Ecco le storie narrate sono tutte così, c’è la quotidianità speciale della nostra Italia, che si ritrova nei paesini dove Fabio invece si perde alla ricerca del suo pezzo per il giornale. E c’è lo scontro bellissimo tra il suo sogno che finalmente si realizza di correre il giro, seppur in auto, e la realtà che magari è parecchio diversa, per esempio alla partenza lo scrittore non sa se sia il caso di mettere in valigia un paio di mutande per ogni giorno. E lui 24 mutande non le ha.

“I sogni sono così, lisci e luminosi, e se ne fregano delle mille meschine esigenze di quella rompipalle che è la realtà.”

Altra frase simbolo nella quale ritrovarsi. Quante volte la realtà al momento della realizzazione di un sogno accarezzato per anni è ben diversa da tutto il castello immaginario che avevamo costruito nel cuore? Non mancano le risate in questa opera narrativa genuina e onesta, come il suo autore Fabio Genovesi che sembra proprio un bravo ragazzo: risponde alle mail degli ammiratori, e non sono in molti a farlo. 

Questo è il  mio consiglio, sono certa che incontrerà il gusto di tutti, anche se per fare la prova-provata avrei dovuto farlo leggere a mia madre – lettrice accanita dal palato difficile – prima di scrivere il post: non c’è tempo, perchè in verità mi mancano giusto un paio di pagine ma ho deciso di parlarvene ugualmente, per non arrivare troppo tardi sulla vostra tabella di marcia dei regali. A proposito come siete messi? Ricordatevi che un libro è sempre un’ottima scelta!   

Annunci

14 thoughts on “La strenna che vi consiglio per questo Natale

  1. Non mancherò di leggere il libro di FG.
    Ma tu i suoi li ha sempre letti mentre aspettavi Natallia?
    Domani, se tutto va bene, vado a ritirare i regali per i bimbi: quest’anno solo libri presi in una super libreria (non di catena)!
    Con i grandi da anni non li scambiamo più: ci basta la reciproca compagnia, meglio se con le gambe sotto il tavolo!
    Smack.

  2. “Esche vive” mi ha tenuto compagnia in una delle settimane più dure della mia vita e mi è rimasto nel cuore per varie ragioni. Di certo leggero’ anche le altre opere di Genovesi. Ottima scelta per un regalo.

  3. Regali? Già finito da settimane… mi amnca giusto qualche spedizione…
    ci sono anche dei libri, come sempre….
    questo lo terrò a mente… sia mai che se riesco a passare dalla libreria se vado ai mercatini in trentino ma più probabile a gennaio (la prossima incurisione in libreria è prevista durante i saldi, così andiamo anche a fare acqusiti di abbigliamento…) decida di comprarlo…. non prometto… sai come la penso 😉

    chissà come sta andando a teatro… non vedo l’ora di leggere il post resoconto!!!
    e…. torno tra poco…..

  4. Ammazza quanto scrivi Sandra 🙂
    Sono messa bene, ho acquistato quasi tutti i regali, di cui 8 libri, tutti indirizzati a bambini, per crescerli bene fin da piccoli!
    Grazie per i consigli, sono sempre preziosi.
    Bacioni

  5. ciao cara
    piacere di conoscerti!!! sei una scrittrice 🙂
    mi ha fatto piacere ricevere la tua visita, sei la benvenuta.
    …e tra le altre cose, AUGURI anche a te (anche se in ritardo, ma ho letto il tuo commento soltanto ora!)
    un grande abbraccio
    kate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...