Congiunzioni e distrazioni astrali

Congiunzioni e distrazioni astrali

Per una serie di congiunzioni astrali che non racconterò, ho appreso ieri di non aver alcun luogo ove trascorrere il pranzo di Natale. Ieri, ieri era il 17 dicembre. Lo dico così per sport (palle di neve just in case!) perchè tanto si sa che il Natale quando arriva-arriva, metti, per dire sempre per sport, quest’anno arriva il 25 dicembre. E poi non tutti per fortuna al mondo sono dei perfetti spacca palle (di neve again) come Lasandra tutto attaccato che mollami subito sta sempre lì a organizzar qualcosa. Metti, organizzare l’arrivo della Puffolona, che è dal 19 agosto che è in ballo. La mamma di Karyna ci ha comunicato via Skype che sono arrivati i biglietti aerei, anche loro quando arrivano arrivano eh, meno male che sono arrivati prima della partenza. La mamma di Natallia non ha detto un bel niet, ma tanto ormai ci sono abituata.

Abbiamo escluso da tempo l’opzione di fare il pranzo a casa Casale, per ragionamenti ragionati e ragionevoli, non per scarsa voglia di faticare. Lasandra non si tira indietro di fronte alla fatica, la faccenda Natallia di cui sopra lo conferma, credo. No, perchè sempre per dire, oggi ho contattato “Verso Est” per chiedere in caso di problemi chi potremo chiamare e mi sono sentita rispondere “nessuno perchè è un’accoglienza privata!” Come dice Crozza “grazie al cazzo!” abbiamo pagato un botto di volo perchè comprende pure una copertura assicurativa e se ho un guaio mi attacco al tram? Chissà come mai poco dopo mi è giunta la polizza Europ Assistance. La gente è distratta, magari sta comprando i regali, magari se ne sta sbattendo i coglioni e aspetta che Lasandra glieli spacchi a dovere.

Lasandra – fa figo nei blog scrivere in terza persona ma io adesso la pianto lì, perchè, come direbbe Sabrina – sembro un cane drogato. Dicevo noi alla fine dopo aver scartato pure l’idea del ristorante, abbiamo deciso di mangiare qui. La sala è grande e sembrerà uno di quei film con le tavolate dei nobili che per riuscire a sentirsi i commensali devono urlare. Per il cibo non so, volendo accontentare i gusti della Puffolona mi andrebbe alla grandissima considerato che i suoi cibi preferito sono: zuppe knorr, panini al prosciutto cotto e marojnaie, che sarebbe gelato. Il panettone presumo non l’abbia mai provato. Ma immagino che cucinerò qualcosa di diverso, intanto mi porto avanti col bere e mi scolo un bicchierino di Porto (regalato al marito che lavora con il Portogallo). Yeah!! Il porto è ottimo, ti dà subito quella sensazione di calore per la quale in effetti potresti iscriverti dritta-dritta agli alcolisti anonimi, vivere felice per il resto dei giorni e dimenticarti che a Natale saremo solo in tre.

Annunci

14 thoughts on “Congiunzioni e distrazioni astrali

  1. ?????
    molto cose non le capisco…. e altre lascia stare…. cose che capitano!
    ma la cosa del pranzo invece non è una brutta cosa…. siete voi… meglio di così???
    saremo noi 4 la sera del 24…. deciso da me…. solo uno tra cena e pranzo con la suocera e famiglia dei cognati… l’altra solo noi (o loro da noi… ma è stato scartato… per fortuna :P)

  2. 3 è un numero perfetto e poi meglio pochi ma buoni (tanto per ribadire, eh?) 😉
    Lasandra spaccamarroni si godrebbe il trio, ne sono certa!

  3. Mi spiace che siate solo in tre ma, dopo tutto, tre è più abbastanza per sentirsi una famiglia, oltre ad essere un bellissimo numero 🙂
    Io andrei di zuppe knor e panini al prosciutto!! ;D

  4. Carissima Sandra,
    proprio in questi giorni è capitato spesso di parlare della questione “a Natale pranzo in mega gruppo familiare o in pochi”. Posto che di solito, per quello che ho visto, in nessuno dei due casi la situzione è “scelta”, posso capire che pensare di essere in tre possa sembrare “triste”, ma sinceramente non credo che lo sia…sarà che con la mia famiglia non abbiamo mai avuto parenti con cui festeggiare quindi tutti i Natali della mia vita li abbiamo fatto noi quattro e basta (pranzo preparato insieme, apertura regali, tombolata che non poteva mancare, giochi o lettura a seconda dell’età e dei regali ricevuti…)….credo che possa essere davvero un momento vostro e anche molto bello! Sicuramente è una rottura che i programmi per il 25 saltino il 17, ecco, quello sì! Però per il resto godetevela, sarà un bel Natale speciale anche in tre 🙂
    un abbraccio grande grandissimo!!

  5. Cara Sandra, non credo ti consolerà, ma sentiti in buona compagnia: la famiglia Darcy cenerà sola soletta, noi 3, a casina, la sera della Vigilia.
    Ah, io adoro il porto….se ti avanza una bottiglia… 😉
    Ti abbraccio foooooooooorte e chissenefrega del resto, arriva la Puffolona!

  6. Anche noi a Natale saremo in 4, un pò mi dispiace (per mia mamma che prò si è autoeslusa), per il resto no.
    Lasandra, anche io adoro il porto, ci troviamo durante le vacanze a scolarcene un pò insieme? (shhhhhhhh, non diciamolo forte che Sabrina ci sente e sai dove finisce la dieta???)

  7. Tre è il numero perfetto, poi, forse, la piccola apprezzerà di avervi tutti per voi, piuttosto che essere circondata di visi nuovi di gente che conosce poco o non conosce affatto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...