Peppa Pig e il ritorno alla normalità

Peppa pig e il ritorno alla normalità

E così Peppa Pig è entrata anche in casa nostra. Sorpresa gradita in una delle 3 calze della Befana ricevute, Natallia ha deciso che quel giorno avrebbe pranzato con noi, la vedete mentre le dà uno dei miei fantastici hamburgherini, poi io l’ho avvolta in una calda sciarpa di lana e l’abbiamo messa a dormire. Questi sono i momenti di tenerezza, quando la puffolona è stata ancora tanto tanto bambina, da strapparti il cuore.

Oggi ho inviato al ministero la notifica di avvenuta uscita dal territorio italiano della minore extracomunitaria ospitata, come da procedura, l’ultima tappa burocratica. Che fosse uscita ne ero certa, e anche che fosse arrivata: l’abbiamo vista su Skype ed era proprio lei! Le ho detto che era ora di andare a letto, di lavarsi i denti, e lei, come al solito, mi ha risposto che voleva guardare ancora un po’ di cartoni. Ma ci pensate? Quando avevo la sua età sembrava impossibile potersi vedere in uno schermo! Il videoregistratore nasceva a quei tempi ed era già un gran bel salto nel futuro! Solo un pc tra noi, eppure tanti chilometri ci separano, istintivamente tendo le braccia verso il monitor, in un abbraccio virtuale e la video chiamata finisce sempre con “Ja ti bielo blu tanto tanto” (Ti voglio tanto tanto bene) detto da noi a lei e da lei a noi.

Ringrazio tutti per i pensieri, gli sms, le mail. Molti mi hanno chiesto come sto. Ebbene, forse ho acquisito maggior razionalità rispetto all’ospitalità: la sua vita è là, la mia è qua, è così. Per cui adesso si riprende con la solita vita. I progetti e i classici buoni propositi sono tanti, un po’ gli inevitabili sull’apprezzare ciò che si ha, sul non sclerare per niente (e non dire “porca troia!”), che si ripetono di continuo con risultati alterni. Però la quotidianità chiama da vari angoli, anche se non è proprio normale normalità perchè Emanuele è ancora in ferie.

Ci sono cose da organizzare, c’è da sbrigarsi perchè S. Valentino è alle porte e “Cene tempestose” non può più aspettare, ci sono i saldi e ho comprato un golfino nuovo giusto questa sera, c’è che sono proprio una persona semplice e mi sento soddisfatta solo perchè ho dato una sistemata molto efficace al cassetto e all’armadietto della biancheria, incrementata dai regali natalizi.

C’è Natallia, ci sarà sempre quel chiodo e l’innegabile voglia di stringerla a me e dirle “puffolona”!

Annunci

12 thoughts on “Peppa Pig e il ritorno alla normalità

  1. Io penso che bisognerebbe fare un momumento in piazza all’inventore di skype, che ha reso tutto molto piu’ semplice per chi deve gestire distanze piu’ o meno grandi!!

  2. Sei davvero una persona speciale, imparare a strizzare i momenti di gioia e farne il trampolino per tutto il resto non è da tutti.
    La Puffolona è davvero bellissima!

  3. Bellissima !!! Mi piace la dolcezza e la semplicità che trasmette la foto!!! Ora si torna alla quotidianità ma ora ci saranno nuovi ricordi bellissimi della tuo puffolona!!
    Un bacio
    Luciana

  4. Dolcissima.
    Spero che tu stia bene, che le nubi scure di fine anno si siano diradate, che “Cene” venga finalmente alla luce dandoti tutta la soddisfazione che meriti, che Skype esista sempre e che la puffolona torni presto.
    Per il resto ti abbraccio forte e aspetto di sentirti, con tante buone news.
    Buon Anno, tesoro! A te e a Emanuele
    Bacino

  5. Quando avevo 25 anni, avevo una vicina che si interessava poco di sua figlia ed erano più importanti gli amanti..vivevo nel Varesotto. .una mattina ci spunta alla nostra porta un tocco di bimba, capelli neri..io ed il mio ex..ci vediamo sta bimba di neanche tre anni che ci dice ho fame..e così dal quel giorno sono diventata la sua seconda mammy a tempo pieno..alla fine la tenevamo noi che i suoi nonni e madre gente molto violenta..
    i parenti giocano sul fatto che stavo bene per chiederci soldi..io partì per motivi miei..e Jenny fu messa in un Istituto. .non ho più avuto notizie. .ma a 18 anni mi ha cercata. .Ora ne ha 19..ed ieri vedendo le foto..di piccina ha detto…Vale è la mia sorellina. .credimi la tua puffetta non dimenticherà mai il vostro bene..:-)

  6. Sì, anch’io credo che Natallia non ti dimenticherà mai. Ormai sei parte della sua vita e l’affetto che gli hai dato e che continui a darle rimarrà con lei per sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...