Deludere il lettore? Un rischio da correre…

Deludere il lettore? Un rischio da correre...
Il commento di El Gae, che ringrazio, al post precedente mi ha fatto riflettere parecchio. Quando l’aspettativa è alta quanto è probabile venir delusi? Ora non stiamo parlando di delusioni umane, ma solo di libri, film, concerti, mostre e luoghi che non si sono rivelati all’altezza delle aspettative. Leggendo le parole di Stratobabbo ho pensato istintivamente all’Alahmbra, dove sono stata molti anni fa, dopo aver sognato a lungo di visitarla, che mi fece eclamare un bel “tutto quà?” Da qui la scelta dell’immagine. Ecco, io non sono della teoria “aspettativa alta = delusione assicurata” no, penso che possa capitare, ma anche no.
Tuttavia affermare di non temere che questo accada per “Cene tempestose” equivarrebbe a essere molto presuntuosa, e io non lo sono. Allora ho analizzato chi potrebbe rimanere deluso dopo averlo letto:
A) chi ha amato il mio precedente romanzo
No, non credo, perchè “Cene tempestose” mantiene lo stesso tono frizzante, è scritto altrettanto bene (anche di più direi, in maniera meno giovanilistica, con uno stile preciso degno dei migliori linguisti). La storia chiaramente è diversa, già, ma sulla trama mi sento abbastanza tranquilla.
B) chi non ha letto “Frollini a colazione” ma mi legge nel blog. Neanche loro penso avranno speranze disattese: ritroveranno infatti lo stesso piglio e la medesima vena nostalgica depurati per adattarli a un format diverso, ma in fondo sono sempre io.
Forse temo il giudizio di chi mi legge ed è a sua volta scrittore, ammesso che lo compri, perchè ha una sensibilità diversa nei confronti dei libri, da “addetto ai lavori” che sa cosa ci sia dietro.
So quanto sia difficile muovere critiche se si conosce l’autore, io in passato non sono riuscita a farlo, ma ho apprezzato molto chi l’ha fatto con me, per cui sarò estremamente grata a chi giudicherà “Cene tempestose” senza filtri, in maniera lucida, senza lasciarsi condizionare dal rapporto che ha con me! Alcuni hanno postato “Frollini a colazione” nelle proprie librerie on-line e il voto non è mai stato sotto le 3 stelle, addirittura alcuni ne hanno messe 5, che non darei neppure io. Obiettivamente credo che “Cene tempestose” sia migliore, più maturo e profondo, pur mantenendo inalterato lo stile speziato agro-dolce, sempre in bilico tra comico e drammatico, che contraddistingue le mie opere. Un’amica mi ha fatto notare di recente che io ora sto prendendo le distanze da “Frollini”. Non è così, io adoro quel romanzo, anche se oggi lo scriverei diversamente, ma purtroppo le imprevedibili conseguenze disastrose con l’editore che lo pubblicò mi hanno un po’ avvelenata.
Tornando al commento continuo a credere che l’obiettivo più difficile sarà conquistare chi ancora non crede in me. Certo, l’avrete intuito, rivelando questa cosa io ho in mente una persona precisa alla quale non ho ancora osato chiedere il motivo per cui io non l’abbia convinta. Ma naturalmente al contempo spero che chi invece crede in me non cambi idea!

Annunci

11 thoughts on “Deludere il lettore? Un rischio da correre…

  1. Post articolato. Mi concentro su un aspetto: mai considerare i commenti degli scrittori agli scrittori. Essi devono scrivere, non commentare ciò che scrivono gli altri scrittori: non c’è fruttivendolo o macellaio 😉 che consiglierebbe la roba di un concorrente. E qui è ancora più facile.
    Don’t worry, Sandra. Nessuno ha dovuto pubblicarti. Se sei con IBUC è perchè vali moltissimo. Gli unici giudici che devi temere sono i lettori (ma solo dopo il lettore n° 10000). Fino allora, sono solo opinioni personali… 🙂

  2. sono senza parole… tutto qua all’alhambra???? non ci credo!!!!! 😦
    per il resto (anche post precedente)… devo riprendermi dal tutto qua… 🙂
    dai che manca poco…. rilassati… niente film… goditi l’attesa!

    ps. non ho capito a chi ti riferisci.. magari le altre si…… ma non importa per me… ho smesso di farmi domande quando sei così criptica…

    • @ Rita, non si tratta di una blog-amica. Per l’alhambra avevo davvero un’aspettativa mooolto alta, mi è piaciuta molto di più Cordoba verso la quale invece non avevo pregiudizi di sorta nè idee.

      • la mezquita di cordoba è fantastica… da restare a bocca aperta… ma anche l’alhambra non è da meno secondo me…
        quando ho fatto quel tour… sono rimasta affascinata da tutto…
        sarà che per me la spagna è bellissima!

        ps.ihihih cioccolato 😉

      • dimenticavo… avevo capito che non si trattasse di una blog amica… hai parlato di persona non convinta… ovvio che non è un’amica!

  3. Credo che sia impossibile convincere tutti i lettori. Non perché il libro non vale, semplicemente perché ciascuno ha il suo gusto. Anche per i capolavori riconosciuti troverai sempre qualcuno che dice: “a me ha fatto schifo”. Secondo me l’importante è non deludere la maggior parte dei lettori, sia di quelli che già ti conoscono, sia di quelli che ti leggeranno per la prima volta. Poi ci saranno anche i critici, fa parte del gioco, l’importante è non lasciarsi abbattere da loro.
    PS: il l’alhambra l’ho adorata.

    • I gusti sono un altro aspetto della faccenda. Per dire io non riesco a capire/leggere Hemingway. Ma riconoscere che un libro è scritto bene con una trama credibile lo si può fare anche se non è di proprio gusto, credo. Ecco “Cene tempestose” mi sa che non è proprio il tuo genere ahimè.

  4. come mi piace sentirti raccontare dei tuoi libri… c’è sempre tanta passione.
    e ora sono anche curiosa di leggerli, adesso
    (Bellissima la parte nel post sotto, sull’ispirazione, condivido in pieno. La scrittura è disciplina, va coltivata un pezzo alla volta, ma che bello quando le righe vengono come se piovesse ;))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...