Un romanzo perfetto

Estrapolo qualche frase dal romanzo appena terminato. Sono quelle che ti fan sobbalzare, sì le parole che l’autore sembra aver scritto pensando proprio a…

a me:

“Io ho sempre preferito la Bronte (rispetto a Jane Austen n.d.r.), ma è una cosa personale – mi piacciono i libri con le tempeste.”

a Tenar:

“Dimmi”, ripetè Grigg. “Hai mai letto quei libri che ti ho regalato? Quelli della Le Guin?”

ai miei compagni del corso di scrittura itinerante:

“La riunione si teneva a casa di Grigg (l’unico uomo del club n.d.r.). Alcune di noi si erano chieste se Grigg si sarebbe mai offerto di ospitarci, altre avevano deciso che non sarebbe accaduto ed erano già irritate al pensiero che gli uomini si aspettano sempre un trattamento speciale: non preparano mai grandi pranzi…”

Si tratta di “Jane Austen Book Club” di Karen Joy Fowler, ediz. Neri Pozza traduzione di Ada Arduini.

Non mi dilungherò sulla trama di questo romanzo uscito ormai da diversi anni, anche perchè ne è stato tratto un film che personalmente non ho visto, ma che ha avuto un certo successo.
Cinque donne e un uomo si riuniscono in un club del libro e parlando dell’immortalità dei romanzi di Jane Austen (che condivido appieno) ripercorrono le loro vite e danno via a nuove amicizie, intrecci e quotidianità, lasciando che i consigli che affiorano dalla pagine di Jane Austen traccino una via da seguire anche nella realtà.

Raramente si trova una commedia dove personaggi tanto affabili riescono a non cadere nello stereotipo o nello stucchevole. Ho trovato diverse assonanze con “Cene tempestose”, senza voler sembrare, ancora una volta, presuntuosa (e che vaffan, io sono innamorata del mio romanzo, posso esserlo?): ad esempio la mia Giorgia assomiglia ad Allegra. Certo è un testo che affascinerà in particolar modo chi ama Jane Austen, ma possiede uno stile che potrà, secondo me, venir apprezzato un po’ da tutti: situazioni azzeccate, divertenti, originali, anche quì senza scivoloni nel paradosso, nell’esagerato, nella macchietta, e guardate sono capitomboli che molti fanno, anche scrittori quotati; tuffi nel passato, un’ambientazione assai gradevole, tanti cani (i cani nei libri ci stan sempre bene, dovrei ricordarmelo più spesso!)

Mi è piaciuto molto molto molto. E comunque il mio romanzo preferito di Jane Austen è di gran lunga Mansfield Park. E il vostro?

Annunci

5 thoughts on “Un romanzo perfetto

  1. Grazie per la citazione! E per la segnalazione. Io comunque vado sul classico e una rilettura di Orgoglio e Pregiudizio non si rifiuta mai, come una buona tazza di tè

  2. Questo lo volevo comprare…. a me piace la austen (la bronte non lo so… non ho letto niente escluso le prime pagine di cime tempestose… l’unico libro che non ho finito di leggere… ma ero troppo giovane magari prima o poi lo riaffronto) ma non sapevo se valeva la pena… beh magari ci faccio un pensierino più serio alla prossima incursione in libreria…
    preferito???? ne ho letti solo 3 (ragione e sentimento , orgoglio e pregiudizio e mansfield park… volevo leggere emma…)
    diciamo che mi è piaciuto meno ragione e sentimento… tra gli altri 2 è quasi uguale…. forse un pò di più mansfield park 🙂
    di orgoglio e pregiudizio ho visto anche il film….
    ciaoooo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...