I 10 libri (+2) che hanno lasciato un segno in me!

Gira in rete l’idea di elencare i 10 libri che hanno lasciato un segno nelle nostre vite. Badate bene quindi non quelli che ci sono piaciuti di più, no, il concetto è molto diverso, si tratta di segnarci nel profondo. Libri che hanno avuto il compito, inconsapevole, di darci una prospettiva nuova sul mondo, di consentirci uno scatto di crescita, una visione diversa, un sentire inatteso, addirittura di cambiarci. 10 non sono molti, ammiro chi non ha sforato, io non ci sono riuscita, ma, in mia difesa voglio dire che, tra le liste lette in giro, la mia appartiene alla persona più ehm datata. Sono sempre stata una lettrice avida che si buttava su i nuovi acquisti per la scuola con foga urlando “questo lo leggo prima iooooo!” Ricordo le vasche in solitaria in biblioteca, i meravigliosi pomeriggi in libreria con papà e la grande compagnia che i libri mi hanno sempre fatto. Difficile quindi contenersi, ne ho aggiunti 2, eccoli per voi (in ordine sparso):

Favole al telefono – G. Rodari

Rodari è l’infanzia tutta, la fantasia, la magia, l’amore immenso per la lettura, la pioggia di confetti di Piombino e la marmellata di sassi di Apollonia. Conservo con cura le edizioni originali degli anni 70 di buona parte dei suoi libri e guai a chi me li tocca (i nipoti però potranno farlo!).

La fattoria degli animai – G. Orwell

Ne ho già parlato diverse volte, non credo sia il caso di ripetermi.

Olocausto –  G. Green

Bambina precoce, lo lessi credo in prima media. Condividere l’orrore per la più grande tragedia dell’umanità sfociò poi molti anni dopo nella visita al Campo di sterminio di Auschwitz Birkenau e alla casa di Anna Frank.

Com’era verde la mia valle – R. Llewellyn

Quanto amai lo sceneggiato che tutta la famiglia guardava in bianco e nero.  Che gioia scoprire di avere il romanzo già in casa.  Lo portai come testo all’esame di III media, l’ho riletto più volte e rimane un capolavoro assoluto. La saga della famiglia Morgan, la fatica dei minatori: una lettura capace di trasmettere grandi emozioni.  (Quante lacrime!)

Le ragazze della villa accanto – B. Gasperini

Col seguito “Ero io quella” segnò sul serio la mia pre-adolescenza e mi innamorai perdutamente della capacità della Gasperini di creare empatia parlando dei giovani. Una signora al termine di Cene tempestose ha detto “sembra tornata Brunella Gasperini” be’ posso morire felice…

Uno studio in nero – Ellery Queen

Il primo, non il migliore, comprato in edicola a Cattolica mi aprì un mondo, mi segnò al punto che il mio indirizzo mail è Sandraellery,  c’è sempre chi crede che Ellery sia il mio cognome. Una passione già nata con lo sceneggiato TV, di cui ho la serie dvd completa.

Sangue innocente – PD. James

Ricordate quei volumetti compatti chiamati “I miti”? Io ne aspettavo con ansia l’uscita che credo fosse quindicinnale. Tra i tanti ci fu lei, la regina del giallo, mi inchiodò al divano e rimase uno dei pochi autori che compro a prescindere, a scatola chiusa. Lei è la trama perfetta.

La banda dei brocchi – J. Coe.

Col seguito “Circolo chiuso” rappresenta il massimo della narrativa attuale. Vi ho già detto che ho proposto la Sandinavia come viaggio di nozze per poter andare a Skagen, dove sono ambientate le pagine più intense di questo romanzo?

Quel fantastico giovedì – J .Steinbeck

Amore amore amore per quell’umanità minore raccontata dalla grande penna del premio Nobel. Questo non è la sua opera più nota, ma la mia preferita. Steineck l’ho letto tutto, e continuo a essere innamorata di Doc il biologo protagonista di questo romanzo. Quì è letteratura, non narrativa.

Il buio oltre la siepe – H. Lee

Però sono anche innamorata di Atticus, l’avvocato protagonista di questo romanzo imperdibile e di grande attualità. La figlioletta Scout rimane un’icona per qualsiasi altra bimbetta che nasca dalla mia penna.

Le correzioni – .J. Franzen

Il romanzo legato alla perdita di papà, non occorre dire altro. Non mi ha solo segnata, ha scavato dentro e dato voce al mio dolore con una prosa impeccabile, accompagnandomi nel lutto.

Il diario di Bridget Jones – H. Fielding

Ho letto milioni di libri più belli, ma lei rimane la apripista per il genere che poi sarebbe diventato il mio d’esordio: una single precaria nella vita che annaspa alla ricerca di sicurezza e amore.  E poi l’ho letto quando stavo col Vip e vidi pure il relativo film insieme a lui in una serata davvero pessima (unica cosa da ricordare, il film appunto!)

11 pensieri su “I 10 libri (+2) che hanno lasciato un segno in me!

  1. In prima elementare o seconda (non ricordo più), la maestra consigliò di acquistare il testo “Favole al telefono” di Rodari, perché lo avremmo letto in classe nel corso dell’anno. Eravamo già ad autunno inoltrato. Era il 1975 o 76. Quando mia madre andò in libreria (vivevo in una cittadina di poche decine di migliaia di abitanti con 5 librerie) le fu detto che il testo era esaurito e non sarebbe stato disponibile prima dell’anno successivo. Lei non si diede per vinta e fece il giro delle altre 4 librerie, ma la risposta fu identica. Della mia classe fui l’unica a restarne senza o forse eravamo in due. Quando leggevamo, dovevo leggere sul libro del vicino di banco. Trovavo frustrante non averlo. Lo desideravo più di ogni altra cosa. Lo guardavo come fosse una reliquia. Forse è da questo micro trauma che è nata la mia passione per i libri e la lettura 🙂
    Storie di altri tempi.
    Santo Amazon 🙂

  2. “Il buio oltre la siepe” per me è una pietra miliare, sia come romanzo che come film. Degli altri ho letto solo “La fattoria degli animali” e “Le correzioni”. Il tempo è sempre tiranno!

  3. Pingback: Sinergie di ottobre: è il mio turno! | ilibridisandra

  4. La mia ignoranza è abissale, della tua lista ho letto solo il libro di Rodari ma mi sono segnata i titoli e rimedierò, con calma, ma rimedierò. Purtroppo non ho molto tempo e la sera dopo una pagina svengo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.