A Novembre la città si spense in un istante (cit.)

Ciao ciao ottobre, che amo tantissimo, che quest’anno è stato molto generoso e anche molto malinconico. La sorpresa per Halloween è stato un bello scherzetto chiamato “mioma” (per gli amici fibroma) minuscolo, ma intanto c’è.

Novembre, chissà, io ce la metto tutta, ma mi pare di essere sempre sulla rampa di lancio per nuovi assetti: al lavoro, in famiglia, con l’editoria, con la testa, con le lavatrici, con gli amici che non vedo quanto vorrei.

Tocca sgridare i blog partecipanti all’iniziativa sinergica: avevo chiesto una mail con il link e non ne ho ricevuta manco una! Per comodità, mica per altro, soprattutto considerato il pc veramente lento e infatti si è impallato mentre cercavo i post e li incollavo qua. In ogni caso eccoli, grazie a Sabrina, Francesca e Chiara. Andate a vedere le loro belle liste piene di amore per i libri!

http://www.cartaecuci.it/2014/10/di-sinergie-di-libri-vari-e-prove.html

http://leparoleverranno.blogspot.it/2014/10/libri-che-cambiano-la-vita.html

http://blog.libero.it/Bridimondo/12996744.html

Grazie anche a un’altra Sabrina che mi ha fornito questa immagine milanese, oggi i festeggiamenti con diverse proposte per i cittadini. La metropolitana della linea 1, altrimenti chiamata rossa, anche se in realtà è arancione, è quella che passa a pochi metri da casa mia, la mia fermata si chiama “Bonola”, quella dei miei “Uruguay” e quella di mia sorella “Bande nere”. Io tra le tre famiglie sono quella che ha la fermata più vicina, ma per tutti è raggiungibile a piedi, una gran comodità.

 

67359a3e-af82-4fb6-94ce-b9e1098bb7ec

 

Oggi celebriamo tutti i Santi e domani i nostri cari defunti, un abbraccio caloroso a chi non si stanca mai di leggere le mie considerazioni su papà.

!cid_89C5E186-067B-4E57-B687-84F7B96378D9

E veniamo all’illustrazione qui sopra! Grandiosa a dir poco. Nata dalla magica matita di Cinzia Bolognesi, alla quale va il merito per la copertina di “Cene Tempestose” (apprezzata anche dalle utentesse di Montegalda) e socia nella realizzazione dell’albo illustrato “Un figlio da lontano”. Ora quando io mi lamento perchè non trova un editore, mi riferisco proprio alla sensibile abilità di Cinzia, alla quale non si può davvero rimanere indifferenti. Vedremo. Intanto le ho chiesto una “Natallia” ed eccola! Abbiamo deciso di continuare questa collaborazione perchè insieme lavoriamo molto bene, e ci vogliamo anche bene, lei è uno dei doni più alti che la blog-sfera mi ha dato. Vi invito a scoprirla e seguirla con costanza.

La trovate qui

http://www.ninibilu.com

Ho parlato di Natallia perchè sono totalmente immersa nel suo romanzo, con la gioia delle parole che sono ricordo e fantasia.

E adesso vado da papà!

Annunci

16 thoughts on “A Novembre la città si spense in un istante (cit.)

    • Grazie Annina, lo apprezzo molto. Sai quando vai a fare i classici controlli del caso, routine insomma (io sono molto ligia con questo cose, ho un libretto dove segno scadenze, appuntamenti ecc.) e invece trac. la sorpresa. Un abbraccio ricco di calore.

      • Che strano che non se ne sono accorti finora nonostante i controlli periodici !!
        Prossimamente mi tocca un esame specifico della cavità uterina. Ho piuttosto paura… Capisco te. Bacio.

  1. Orpo, mi dispiace proprio, spero che sia una rogna risolvibile. Bellissime le illustrazioni della tua amica, davvero. Ora spero sincerissimamente che ti pubblichino l’albo, e che sia l’occasione per rivederci (altrimenti la troviamo ugualmente, non è che il prossimo romanzo ed il libro su Natallia siano argomenti out, ma quell’argomento mi coinvolge e sarei entusiasta di presentare una persona ed un argomento così belli nello stesso appuntamento) in bocca al lupo!

  2. Splendido il disegno di Cinzia! Perseverate perche’ sono sicura che il vostro lavoro merita…
    Spero che la faccenda del mioma sia una cosa risolvibile senza troppo casino (ma non me ne intendo O_o)
    Un saluto al tuo papa’, cara Sandra.

  3. Innanzittutto scusa, hai fatto bene a bacchettarmi per la mail, mi sono proprio scordata… 😦
    Mi dispiace per la brutta sorpresa, spero non sia nulla di grave (non sono informata e non so bene di cosa si tratta)
    Dai, speriamo che dopo questo tiro mancino, novembre ti sorprenda con qualche bella sorpresa.
    Ti abbraccio, Francesca

  4. Ti scrive una grande collezionista di miomi, è raro incontrare donne che non ne abbiano. Soprattutto dopo i 40. Vanno tenuti sotto controllo, ma niente di preoccupante. Come dice mio marito, i medici sono come la finanza, se cercano trovano sempre qualcosa che non va. Baci

    • Ma dai, in che via? Io sto in via Ojetti, accanto al centro Vidas. Dio mio, ci salutavamo con la manina a saperlo. Magari ci siamo viste un sacco di volte, adoro queste cose!!!

      • io via Betti, la nostra camera da letto dava esattamente sul locale abusivo che han fatto nel parco di Trenno (onda anomala, che ho visto con somma gioia che ora non c’è piu), il centro Vidas ce l’ho presente, davanti alla Chiesa!
        Ho cambiato zona da 6 anni però, peccato! Mi piaceva stare li, ma era troppo scomodo come logistica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...