Io guardo il risultato (cit.) post alla rinfusa

L’acquisto di un nuovo pc ha reso necessaria l’eliminazione in via definitiva di molte cartelle, così, nei giorni scorsi, quello che pareva un noioso trasferimento di dati (e cancellazione di altri) è diventato un importante momento di decluttering emotivo. Questo è un post generico, ma è chiaro che mentre lo scrivo ho in mente un paio di persone 😀 ebbene, costatare quanti si sono allontanati da qui, strada facendo, mi ha messa di fronte a un paio di domande. Il bello è rendersi sul serio conto che non dico di non avere colpe (in realtà non mi sembra, ma potrei sbagliarmi) ma di non sentirmi in colpa! Io – che mi sento responsabile persino della pioggia – finalmente ne sono uscita!

Alcune motivazioni dell’allontanamento le conosco, le rispetto, ma non le condivido affatto e non mi si venga a dire, a meno di volermi fare arrabbiare, che c’è chi non telefona per non disturbare, basta, per favore, se è un momentaccio, ti richiamo, come si usa fare tra persone normali. Altre ragioni non le conosco e sono felice di dire che non mi importa conoscerle. Io guardo il risultato: non ci siete, non mi volto indietro a cercarvi, chiamarvi, o indurvi a tornare. Non è da me.

Per quanto sopra, quella roba lì che mi pare si chiami ashtag # sarebbe “ultimamente”, invece per l’altrettanto usato “almeno tre cose” # abbiamo:

Giovedì: sono stata alla presentazione del nuovo romanzo di Jeffery Deaver, con lui stesso medesimo, nella rinnovata libreria Rizzoli in Galleria, tutto stupendo, atmosfera inclusa nel prezzo, che poi era pure gratis. (Un bacio a Melina, che era con me!)

Sabato: full day con i nipotini. I miei bambini preferiti, gioia che si rabbocca a ogni vedersi.

E poi il romanzo di Natallia, terminato, in mano alla mia editor bionda. Ho deciso di affidarglielo nonostante ora con l’agenzia è un passaggio evitabile, perché così mi sento più sicura, mi piace lavorare con lei, e sono certa che il testo non potrà che giovarne.

Aggiungiamo una quarta cosa bella a proposito di risultati: presumo grazie a Kindle Unlimited, “Ragione e pentimento” è tornato nei top 100, per la sezione “narrativa contemporanea” piazzandosi in settimana al 64^ posto e ora è al 63^ in un continuo su e giù.

Un bacione, buona domenica a chi passa di qui, noi per pranzo abbiamo un grande classico: arrosto e patatine.

12 pensieri su “Io guardo il risultato (cit.) post alla rinfusa

    • Ho fatto 2 revisioni, una a video e l’altra su carta, inserito alcuni pezzi in momenti che necessitavano di maggior respiro, corretto molte ma molte inesattezze sintattiche e grammaticali, ma non c’era nulla che non tornasse a livello concettuale o di coerenza. Del resto avere un anello in più (la editor) nella filiera tra me e il lettore mi consente di essere meno perfetta: ci penserà lei a scovare magagne e suggerirmi dove agire di nuovo sul testo. Sì, bellissima sensazione, di gran relax soprattutto ora. Grazie!

  1. Ma grande Sandra! Perché hai finito il romanzo e per il risultato di “Ragione e pentimento” che è un risultato più che meritato. Mi fa sperare letteralmente in un mondo migliore.

    Buona domenica (quella che resta)

    bacio

  2. E io torno ad aggiornarmi, ho finalmente un tablet che mi permette di leggere bene anche quando sono “in giro”, che in questi mesi il tempo è quello che è.
    Bravissima per i libri, sto leggendo proprio in questi giorni Ragione e pentimento e mi piace un sacco! E il nuovo libro avrà anche immagini fantastiche 🙂

  3. Un abbraccio Sandra.
    Anche io sono una che ritiene sempre di sbagliare per prima…mi faccio tante colpe.
    Di te ammiro la tua coerenza e la tua linearità. Sono due aspetti per me fondamentali in una persona, perché non mi confondono.
    Tu non mi confondi e ho imparato nel tempo, dopo tanta burrasca, ora che prevale un’aria limpida e serena, che per me questo è davvero importante.

    • Grazie Annina, grazie di cuore per queste parole, anch’io non amo le persone “oggi di qua, domani di là” mi destabilizzano. Ieri vi ho pensato tanto per la metro C dove ha lavorato Fabio.

  4. Wow, Jeffrey Deaver, che fortunella!! Quando avro’ del tempo per me (ieri le mie rare due ore di liberta’ dai bimbi le ho passate tra supermercato e farmacia..) riusciro’ a recuperare il tempo perduto leggendo qualche bel romanzo 🙂
    Complimenti per i tuoi progressi editoriali 😉
    Decluttering emotivo, faticoso? Io non ce la faccio..

  5. Che ti devo dire Sandra, anche io dopo l’arrivo di Simone ne ho viste tante (ma dico tante eh) sparire. Basta che vedi i commenti. Però come te ho smesso di sentirmi responsabile di qualcosa. Sono scelte. Amen. Però se penso a quante eravamo, al fermento che si creava, ecco un pizzico di nostalgia mi viene. Bacetti sparsi :**

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.