Quello che le donne non scrivono # 3 Cose che potrei anche scrivere

Questa influenza è davvero brutta. Si sta manifestando in maniera diversa su me e l’Orso, lui picchi di febbre a 39.5 ieri sera e sta mattina sfebbrato, ora di nuovo 37.7, io invece temperatura più bassa ma maggiori altri sintomi (max 37.8). Va be’ fine della cronaca. Grazie per i commenti e gli auguri, molto graditi, la testa nella morsa ha impedito singole risposte.

Potrei anche scrivere, ah in questo momento proprio nulla, peccato giorni sprecati che avrei potuto dedicare ai diversi progetti in corso, l’inattività non fa per me, avrei persino voglia, ma non la forza, di fare i mestieri del venerdì 😀

Sono molto interessata alla narrativa per i ragazzi, ma se l’editoria è al tracollo, quella per l’infanzia è del tutto sputtanata. Diversi i fattori: una grossa fetta di mercato se la prendono libri provenienti dal mondo dei cartoni animati Disney e altri, ci sono poi i classici (che io adoro, sia detto) che vengono regolarmente riproposti magari con una nuova foggia, rimane quindi poco spazio per altro. Spazio che viene gestito in maniera molto particolare: buona parte dei libri per ragazzi è infatti studiata all’interno di una casa editrice che crea un soggetto e lo commissiona ai propri collaboratori o ad agenzie esterne, così: “fammi un libro con una bambina che fa questo e quello, vestita così e cosà.” In questi ambienti è difficilissimo entrare. Non accettano proposte, punto, qualsiasi siano.

Potrei quindi rivalutare la cosa solo se dovessi riuscire ad affermarmi, se il mio nome fosse sufficientemente noto da potermi permettere il lusso di giocare un’altra carta. Molti anni fa scrissi un romanzo per ragazzi, confuso, pasticciato, ma con due grandi personaggi, che stanno lì in una cartella in attesa di una nuova avventura. Potrei lavorarci, ma vedete io non riesco più a scrivere e basta, senza pensare a un committente, non prendetemi per boriosa, ma guardiamo insieme la realtà: scrivo seriamente da 15 anni e ciò che ho fatto è ben riassunto qua:

http://bookblister.com/2014/11/04/sandra-fae-il-giorno-del-girasole/

il post risale a novembre, ma solo oggi mi sono decisa a renderlo noto, probabilmente è la febbre 😀

scrivere è un gran piacere, ma anche disciplina ferrea, se si aggiunge la fatica improba di piazzare il pezzo, con scarse possibilità di farcela, forse si va in perdita.

E io ho già perso molto tempo e molta pazienza.

“Un figlio da lontano” è ancora senza casa. Sono in attesa di risposte, che stentano ad arrivare, tipo questa:

Gent.ma,

rientro oggi da un breve periodo di ferie. Le risponderò più compiutamente nei prossimi giorni. Ricambio gli auguri per un buon 2015.

Il 04/01/15 18:51, Sandra Faè ha scritto:

Gentilissima XXX,

sono passati diversi mesi da questo nostro scambio di mail. Devo dedurre che il Vostro silenzio significhi che la mia proposta non ha incontrato il Vostro gradimento, nonostante l’interesse iniziale per l’argomento?

Resto in attesa di una cortese risposta, ringrazio e porgo cordiali saluti, uniti agli auguri per un buon anno.

Sandra Faè

😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀 febbre o non febbre pare anche logico che poi lo scazzo predomini, no? Che mi venga detto un chiaro “no” e la chiudiamo.

Resta il fatto che i miei due personaggi per ragazzi stanno lì pazienti: non occupano spazio, non sporcano e non costano nulla. Il titolo al post ha la parola “potrei” al condizionale, con le giuste condizioni anche loro usciranno dal tunnel.

Vado a fare gli odiosi lavaggi nasali.

Annunci

8 thoughts on “Quello che le donne non scrivono # 3 Cose che potrei anche scrivere

    • Nell’immenso calderone degli autopubblicati c’è tanta fuffa, per cui diventa facile, anche con un buon prodotto, venire assimilati a testi di scarso valore. E non mi piace. Oltre al fatto che per mettere insieme un libro occorrono capacità tecniche che non ho, oppure ci si può affidare a professionisti, ma si pagano, giustamente.
      Comunque grazie di cuore, in questo momento mi preme di più la salute 😀 domani devo trovare la forza di passare almeno l’aspirapolvere.

  1. Che fortuna, i tuoi personaggi stanno tranquilli e disciplinati in attesa del loro turno! I miei urlano e strepitano finché non presto loro attenzione! Pensa che a cadenza regolare scrivo racconti fantasy che ormai non propongo neppure più agli editori (dopo il “bello, ma siamo contrari al fantasy-romance” che ha stroncato una delle mie pochissime storie d’amore a lieto fine non ci ho più provato), ma che hanno un piccolo nucleo di estimatori tra i miei amici.
    A parte questo, rimettiti e approfitta di questi giorni per coccolarti un po’.

    • In effetti sono davvero docili, semi addormentati direi 😀 il problema è che passo quasi tutto il tempo a letto, non riesco a leggere, ora ho già passato l’orario ma mi sono alzata alle 11, poi di nuovo a letto dalle 15 alle 17.30… grazie ora comunque ‘notte.

  2. Hai fatto proprio bene a mandare quella mail, spero ti rispondano presto. A volte incavolarsi rende più che essere pazienti, in questo mondo matto bisogna tirare fuori gli artigli per farsi vedere!

    • Siamo il ballo dal 27 agosto. La prima volta mi hanno risposto dopo un giorno interessatissimi, poi hanno iniziato a tergiversare, ed è la seconda volta che parla di ferie. Sto valutando di dirgli che non glielo do il lavoro, nel senso che se il rapporto è già logorato all’inizio poi diventa difficile che torni buono, può solo peggiorare.

  3. l’influenza ha i suoi tempi, mai avere fretta! lo so, è una rottura, ma volerne “fuggire” (per passare l’aspirapolvere? Sandra, quieta la colf che c’è in te!) troppo di corsa porta poi a un sacco di strascichi, meglio un giorno in più a letto!
    per il tergiversare……sembra un male comune ultimamente, ma insomma, che male c’è a dire subito le cose come stanno? si perde meno tempo e si sprecano meno energie! oggi va così, il lunedì sono sempre un po’ sclerata…..guarite BENE mi raccomando!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...