Storie e viaggiatori

v001] 0059Avevo in mente un articolo, il cui titolo mi pareva molto divertente “l’invidia della penna” parafrasando la celebre invidia del pene, ma nel contenuto era un po’ la solita storia passata al tritatutto mille volte, sull’elemento (s)fortuna per me come autrice che, con “Ragione e pentimento” avrei potuto guadagnare qualche posizione in più in termini di celebrità  se fosse stato pubblicato da un editore big, e che forse tale notorietà l’avrebbe anche meritata, in virtù dei  tantissimi download e delle recensioni, ma che poi mi annoio da sola a menarmela sempre per ste cose. Quindi ho lasciato perdere. Ho pensato anche alle storie intorno a noi che davvero basta guardarsi in giro: un cinema a luci rosse di un quartiere vicino al mio, dove  vado spesso, è stato recentemente ristrutturato ed è diventato un locale molto figo, dove si mangia ma hanno conservato lo schermo e trasmettono tipo i vecchi film di Sergio Leone, oppure si suona Jazz, ma per me rimarrà sempre il cinema pornaz dove ci lasciò le penne il papà di una mia compagna delle elementari. Padre che era molto di chiesa il classico rompiscatole con i bambini in preparazione di comunione e cresima, insomma un po’ bigotto per cui l’evento fece parecchio scandalo. E poi questa bimbetta era molto mia amica e mi rattrista pensare a cosa possa aver passato in quel frangente, che già aveva due genitori molto anziani, e sembrava un po’ fuori dagli schemi, quasi emarginata. Ricordo benissimo sua mamma: in prima io piangevo sempre mi regalò un fazzoletto con un bel disegno, mentre la mia amichetta aveva spesso la bronchite e sua mamma la dava lo sciroppo all’intervallo passando il cucchiaino attraverso le sbarre del cancello della scuola, quando si usciva in cortile. Ma non è una trama da racconto?

Storie, ad esempio, di gente in viaggio da una vita o quasi, come Lisa e Francesca, che saluto, con un’indole tanto diversa dalla mia, che invece sto diventando sempre più stanziale. Mi affascinano molte mete, alcuni amici sono in partenza per Dubai, altri sono appena rientrati da Budapest, collegagiramondo ora è sulla costa inglese, domani chissà; io stessa ho visitato un po’ di mondo, l’ho fatto con la gioia della scoperta, del divertimento, dell’interesse,  con il gusto per il cibo e la curiosità per la gente, che fosse il Marocco, Stoccolma, o Roma. Col piumino o col cappello da sole. Da sola e in compagnia. Ma sono anche molto stanziale: viaggiare per lavoro non è qualcosa che mi fa esclamare “che culo!” ma solo “che scocciatura!” Adoro la rassicurante bellezza dei miei posti del cuore e credo che il mio cervello ne abbia selezionati alcuni vicini, proprio per non farmi morire di nostalgia. Non trovo sia uno spreco di tempo quindi, tornare a Sirolo dove trascorreremo parte delle vacanze estive 2015, dopo aver valutato mille mete e soluzioni che si sono rivelate spesso davvero troppo costose e mi procuravano ansia solo a dover combinare voli e soggiorni. Non vedo l’ora di sedermi al tavolo dei nostri ristorante preferiti, affondare il naso nel menù e riabbracciare la proprietaria del B & B. La prima settimana sarà invece qui

http://www.kursaalhotel.net

che mi pare un gioiellino.

Foto di repertorio: luglio 2010 io (quasi invisibile) sulla spiaggia sotto le mura della splendida St. Malò.

Annunci

14 thoughts on “Storie e viaggiatori

    • Le nostre vacanze estive sono spesso le prime due settimane di luglio per cui in diverse strutture già non c’era più posto, di solito ci organizziamo in questo periodo. Pensa a quanti libri mi potrò leggere su quei lettini… 😀

  1. Bella St. Malò e bella la meta della prima settimana di vacanze! fosse per me sarei sempre in giro, ma portafoglio e affetti mi frenano. Così sono diventata anche un’esploratrice di casa mia. Ogni anno, con l’associazione per cui collaboro, organizziamo delle escursioni su e giù dalle colline intorno al lago. È una faticaccia, ma ne vale sempre la pena.
    Sulla scrittura non commento, che tanto sai già.

    • E fai benissimo perché la tua zona merita proprio e comunque spesso i posti vicini riservano sorprese sottovalutate. Io conosco gente che à andata al Louvre e non ha trovato la Gioconda, giuro, ecco andare in giro così meglio stare a casa.
      A proposito di prezzi: 1 settimana a Reykjavík solo pernottamento per due persone senza volo, senza pasti, in una struttura molto carina e consigliata ma di certo non lussuosa 2600 euro. Mah.

  2. ahhhhhhhhh St.Malo………………..nostalgiaaaaaaaaaaaaaaaaa………………………….
    bello Passignano, ci sono stata credo nella prima vacanza che feci con l’allora-convivente-non-ancora-marito! quindi parliamo del 1988…o giù di lì….ummamma!
    beh caruccia l’Islanda (!)….noi quest’anno cambiamo il periodo ferie e dal “solito agosto” anticipiamo a metà giugno, non ci ricapiterà mai più, perchè non approfittare delle giornate più lunghe dell’anno per andare a goderci la ventosissima Olanda? e un po’ di Belgio e sì, naturalmente, un pochino di Normandia al ritorno, grazie, che devo fare scorta di sidro, calvados, formaggi e……………..sono già pronta per partire! 😀

      • sono nella lista, insieme alla zuppa di pesce e alla crema di st.jacques….credo che siamo fra i maggiori sostenitori dell’industria conserviera francese 😀 , in genere uno degli armadietti del camper è destinato proprio a queste cosine qua!

  3. Com’è che dice la frase? I viaggi sono i viaggiatori! E’ bello scoprire posti nuovi. E’ bello avere posti dove tornare. E’ bello scoprirsi nuovi anche senza essersi mossi da casa.
    Un abbraccio, Francesca

  4. Ma ti prego! Forse non hanno trovato la Gioconda perché c’era la solita folla a oscurarla. Oppure si erano persi in un’ala diversa del Louvre. Mon dieu!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...