Due blogger scrittrici a pranzo

Dopo oltre 40, sì avete letto bene, blog incontri sono un po’ disincantata riguardo la faccenda e sondo molto bene il terreno prima di proporne uno. Ci sono di sicuro molti amici della rete che vorrei conoscere di persona, ma certe scottature bruciano ancora e agisco di conseguenza. Io e Serena, oltre all’iniziale del nome, abbiamo in comune un grande amore per le belle storie da raccontare, lei più propensa al self publishing, di cui è grande conoscitrice, io all’editoria tradizionale, frequentiamo i rispettivi blog e spesso ci troviamo anche a casa di terzi. Il suo blog (in realtà ne ha più di uno!) è un punto di riferimento per aspiranti autori, esordienti, emergenti e io ne ammiro le tecniche, così lontane dalle mie (cioè le mie inesistenti) e la voglia di condividerle. Milanese io, quasi milenese lei, nel senso che abita in provincia, più libera io ma senza patente, lei automunita ma anche figlio munita per cui ho temuto che conciliare orari e geografia si rivelasse un’impresa.
Invece no, perché con grande disponibilità Serena è venuta nella landa dove lavoro, in fondo alla via, nel grazioso bar dove pranzo talvolta, era quindi lì che mi aspettava martedì, dopo una telefonata, molto spontanea, e qualche sms per mettersi d’accordo.
Abbiamo parlato di noi, dei nostri blog, certo di scrittura, mi ha fatto la sorpresa di dirmi solo in quest’occasione di avere letto e molto apprezzato “Ragione e pentimento”.

La qualità dell’incontro è direttamente proporzionale all’allungamento della pausa pranzo che sfocia e sfora, poi lei mi ha accompagnata in ufficio, evitandomi un km a piedi, e salutandomi mi dice: “sei proprio la Sandra!” E per me è il migliore dei complimenti!
PS. Per il gossip inviare mail, vi verrà comunicato l’iban per effettuare il pagamento 😀 10403376_642818225817676_7634837255233799801_n
PS. Curiosi di sapere cosa abbiamo mangiato? Vi mostro la specialità del locale. Tutte le immagini sono prese dalla pagina FaceBook del Home Music Cafè
10846116_650124358420396_919177232102638763_n10985404_656007144498784_2786665055240303076_n

La vera figata poi è che potremo replicare la cosa all’infinito!
Vero, Serena?

Annunci

24 thoughts on “Due blogger scrittrici a pranzo

    • Infatti ho detto a Serena che tu sei molto carina e che ti sminuisci!!! 😀 Replicheremo al prossimo salone, non sia mai che altri pensino di sposarsi in quella data!!

  1. Incontri da blogger. Quanti spettegolezzi…
    ahah Certo per il gossip invia l’Iban, certe informazioni si pagano a caro prezzo. 😉

    • Be’, c’è gente che con questi trucchetti si è fatta i soldi!
      PS. aggratis ti posso dire che di te abbiamo parlato benissimo, sul serio! Ti metterei un cuoricino se solo sapessi come si fa, Serena lo sa, ma lei è quella tecnologica 😀

      • Oddio per questo martedì alle due mi ronzavano le orecchie… 😦
        Ah parlato bene?
        Che donne fantastiche. 😀
        E cosa avede detto… spettegola ahah
        p.s. domani io ti penso, incrociamo le dita. 🙂

    • Il bruttissimo è successo ben poche volte, per cui rimane di sicuro un’esperienza da fare. Le tre persone che mi hanno ferita, si sono dimostrate davvero fuori dalla realtà, non fuori dal virtuale per entrare nel reale, ma fuori del tutto 😀

  2. A me è accaduto qui a Roma con il gruppo di lettura cui faccio parte su Twitter. Ci siamo visti in occasione della presentazione di un libro e poi altre volte, sempre con programmi bellissimi. Certe volte si conoscono persone splendide, non è vero che il web è asettico e spersonalizzante! Avrei, per la verità, molta curiosità di conoscere alcuni blogger che mi hanno conquistata, ma… boh, e chissà! 🙂
    Brave, fatelo ancora!

    • Eh, mia cara, la ruota gira e poi, non ricordi il proverbio cinese: fermati sulla riva del fiume e guarda passare prima o poi il cadavere del tuo nemico (o giù di li!)? 🙂

  3. E io arrivo buona ultima, semifusa, venuta giù dal pero dei miei diecimila appunti e impegni e agende che non riesco mai a rispettare… Ma tesoro ❤ ❤ ❤ Non so se sono abbastanza tecnologica da riuscire a far venir fuori i cuoricini, spero di sì!
    Insomma, sono tecnologica ma svampita come tutto, senza Evernote non troverei neanche l'indirizzo di casa, perciò, tanto per farla breve, scusa se arrivo solo adesso…
    Sì, care bloggamiche, confermo: la Sandra è proprio la Sandra, come la leggete lei è, precisa precisa 😀 e io sono supercontenta di averla conosciuta. Le cose in comune e il senso di comprensione per quanto mi riguarda sono stati confermati, anche da vicende più personali oltre che dalla comune passione per le storie. E io non vedo l'ora di farle di nuovo una testa tanta con le mie chiacchiere 😛 davanti a un bel Club Sandwich gigante.
    (sì, preparati che non ti ho detto neanche la metà di tutte le cose che volevo dire :P)

      • Per esempio. E adesso nel prossimo post linko questo perché tutti leggano le cose belle e verissssssime che dici di me! Comunque a parte domani che imbianco, altrimenti quando vuoi, davvero. Il bar sta lì e io ahimè a un km.

    • Ecco vedi, queste blogger che si invitano fra loro e ignorano i poveri commentatori raminghi.
      Nemmeno un sandwich per me. 😦

      Però dai Serena. Se converti Sandra a Scrivener giuro che mi faccio frate.
      Ed ecco che fra’ Marco, di porta in porta con voce cenciosa, annunciava la nuova novena: un po’ di scrivener per tutti… fate la carità di un sandwich… 😀

      • No, frate no. Se mi converto a scrivener, non te lo diciamo. Però adesso scusa, non è che sei proprio vicino-vicino a Milano, eh. Secondo me se fossi venuto anche tu mi toccava prendere l’intero pomeriggio di permesso 😀

    • @Sandra, esagerata, nemmeno se vivessi su di un’isola a qualche migliaio di chilometri.
      @Serena. Bene, la metti così, adesso mi taccio da tutti i blog.
      Ho solo un guest post da scrivere per Michele Scarparo che mi ha fregaato. Gli avevo inviato una semplice segnalazione delle mie e mi ha incastrato con un guest. Ma non fate le curiose, tanto non vi dico di cosa si tratta. 😉

      • @Serena, lo sapevo che mi prendevi a parlacce. Addirittura adesso sono “colui che cade in disgrazia”. Ahah, va beh, effettivamente ci manca poco. 😛

        @Sandra puoi vedere sul sito sono già in scaletta dopo di te. Perché io sono sempre un fuori programma… Shhh! Non posso dire di più.
        😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...