Dai Frollini ai Fiordi

IMG_20151029_182854La scrittura è tante cose, una tra queste è evoluzione, della scrittura stessa, certo, e dell’autore che, acquisendo esperienza forse migliora anche nell’approccio alla visione del mondo, fondamentale per raccontarlo. Leggo chiaramente nella foto accanto:

“Mi fingo (indice d’imbarazzo +++)” sì, è senza dubbio una pagina del mio primo romanzo “Frollini a colazione (ma io volevo la brioche) edito nel 2010 da ExCogita, in lettura dalla mia fantastica Beta Lettrice che ha revisionato “Figlia dei Fiordi” e che ora sta leggendo quella che potrebbe essere la versione definitiva (per lei si tratta della terza lettura). Si nota quindi già un’evoluzione: “Frollini” necessitò di un editing a pagamento, per “Fiordi” (certo non è ancora stato pubblicato) ho ritenuto sufficiente un lettore capace, attento e appassionato che si faccia carico di segnare e segnalare magagne, punti di forza e dare suggerimenti in merito. Un bel passo avanti. Un lungo percorso anche personale: Ilaria, la protagonista della mia prima storia, era una single, anch’io lo ero quando lo scrissi, ancora per poco,  ma non lo sapevo 🙂

Oggi sono sposatissima e ho un bagaglio d’amore inimmaginabile in quell’agosto in cui mi dissi: “scriverò la storia di una Bridget Jones italiana bambocciona!”

Anna la protagonista dei “Fiordi” è lontanissima da me, significa quindi essersi affrancati dall’autobiografia, ma non è questo il punto (anche perché non penso che l’autobiografia sia il male assoluto degli autori novelli, se hanno vissuto qualcosa di straordinario e sanno parlarne a modino, ben venga), più che altro è aver esplorato situazioni emotive impensate anni fa, l’essersi immedesimata in personaggi con un vissuto tanto diverso dal mio, per cui si è reso necessario un approccio e uno studio più profondo, per risultare credibile.

Leggo a distanza di anni il file con l’incipit di “Frollini” prima dell’editing, quando ancora s’intitolava “Homo bastardus” (mentre “Frollini a colazione” era il titolo del primo capitolo) e lo trovo claudicante: ha diverse ripetizioni e frasi relative che oggi eviterei di sicuro, questo conferma l’idea di essere migliorata nello stile, molto.

E’ un periodo stra-faticoso e non riesco a sentirmi come scrittrice, per niente. Per fortuna la mia Beta Lettrice, con la quale sono davvero in sintonia, forse percependo il mio bisogno di una spalla, mi ha mandato questa immagine, mettendo come oggetto della mail: “Bei momenti.” Grazie! 😀

Annunci

8 thoughts on “Dai Frollini ai Fiordi

  1. indice di interesse e curiosità per i Fiordi ++++++++++
    indice di augurio di ottimo weekend a tutti ++++++++++
    e l’immagine sa proprio di piacere e relax, un bel connubio!

  2. Forza Sandra che i momenti no esistono! Tu però hai abbastanza forza e capacità per passare oltre indenne. E… Se tornerai dalle mie parti, stavolta ad accoglierti ci sarà una bibliotecaria titolare, che però tu già conosci! Mi hanno presa, finalmente! Bacio

    • Questa è una fantastica notiza per la quale gioisco davvero di cuore. Ho potuto apprezzare il tuo valore e finalmente le cose si sono messe a posto, a volte esiste anche la giustizia. E ora spritz per tutti!!!!!

    • mi aveva mandato, e avevo pubblicato, anche la foto della letture del manoscritto “Fiordi” sempre con tavola apparecchiata per colazione. Sì, lei è proprio la Beta Lettrice ideale, perfetta e anche di più! Grazie

  3. Sicuramente la scrittura, come molti fatti della vita, evolve, cresce con noi … già, non scriverei cose che scrivevo vent’anni fa, o dieci … e poi, come ben sai, si scrive e riscrive, limando il necessario. Purtroppo, altre cose della vita, ci portano via il tempo (o ci danno spunti).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...