Da qui all’eternità (cit.) – O quasi

IMG_0024In questi giorni ho cominciato a sbarellare riguardo il self. 😀 Ho infatti perso di vista l’obiettivo primario: verificare se io e il self siamo compatibili. In pratica ancor prima di avere in mano qualche dato concreto di vendita e fattibilità già programmo nuove pubblicazioni! Un po’ va anche bene: il selfista per emergere deve, così si dice in giro, mantenere alta l’attenzione su di sé con pubblicazioni ravvicinate, ma io con l’handicap di essere disinformatica quindi non autonoma, devo capire da chi farmi produrre i libri. Esclusa definitivamente l’opzione di imparare, bisogna considerare il fatto che i miei tempi potrebbero non coincidere con quelli di chi mi assiste. Un confronto sano e costruttivo, anzi proprio bello perché sincero, con Mr X, che sta realizzando Villeggiatura per due ha portato alla soluzione che ci sarà anche per una seconda opera, che chiameremo NNV. Fin qui tutto bene. Ma rimane fuori dai giochi Le affinità affettive, romanzo per il quale tutto è nato. Ho chiesto quindi alcuni preventivi, ho la fortuna di avere almeno a disposizione copertine professionali gratuite. Anche se ripeto forse sto perdendo la bussola, non mi sembra prematuro muoversi in anticipo.

Vi racconto quindi i prossimi passi e lo faccio anche per avere maggior chiarezza nella mia testa, già abbastanza intasata di raffreddore, ahimè.

Vicina l’uscita di Villeggiatura per due e di NNV. Il progetto NNV non convince Mr X (ok, sembro in ostaggio dall’era sovietica da come mi esprimo) non nei contenuti ma nella forma, io reputo che avrà il suo pubblico. Al solito saranno i posteri a giudicare. Riprenderò poi in mano Le affinità affettive per un ultimo giro di refusi. Nel frattempo vedremo se si è fatto vivo qualche editore e scadrà il tempo di lettura di Giulio Mozzi, sì l’ho mandato anche a lui, ma temo davvero non sia nelle sue corde. Nulla accadendo, ricevuto anche il preventivo, se non è un salasso, mi affiderò a un’agenzia.

Nel frattempo saranno pure maturi i tempi di Tramando, il concorso al quale sto partecipando con Figlia dei fiordi. Se vinco (sognare è gratis!) avrò un editing by CBM lavorerò con lei, bellissima opportunità di arricchimento del testo. Altrimenti considero l’opera già finita attualmente e, sì lo manderò alla mia agente. Visto che il contratto è in essere, e Figlia dei fiordi forse è abbastanza rosa per le loro esigenze, magari va bene. Se lo dovessero scartare potrei sempre rispondere che se non sono più l’autrice che pensavano io fossi, potremmo recedere il contratto senza penali e salutarci senza rancore.

Eh, che programmoni! C’è da stare allegri fino all’estate. O da schiattare!

Intanto questo post è accompagnato da una bella foto del Castello Estense di Ferrara, ne trovate altre assieme a una selezione di scatti di Cortona, Pienza, Bagno Vignoni e Comacchio nella sezione “Le fotografie di mio marito su Google +” che sta sempre qua sopra nella banda nera e che l’Orso ha appena aggiornato.

Correte!

Annunci

14 thoughts on “Da qui all’eternità (cit.) – O quasi

  1. Urca, sei una super pianificatrice!
    Io navigo molto più a vista. Un po’ ti invidio. Un po’ mi fai paura, come mi fanno paura tutte le macchine da guerra. Chi ti ferma più?

    • Credo sia una forma di nevrosi piuttosto preoccupante la mia 😀 in ogni caso in questo momento mi sta fermando il mal di testa feroce, e certe informative Amazon da leggere che madò altro che farsi l’e-book da sola!

  2. stavolta non commento te ma mi rivolgo ad Emanuele: CHE FOTO MERAVIGLIOSE!!!! la prima con le nuvole mi ha incantata! e la terza, con la nebbia sull’acqua, è bellissima! anche tutte le altre mi piacciono (complimenti x la fortuna di avere trovato una Comacchio soleggiata e non sepolta nelle nebbie!), ma quelle due lì sono la top ten del servizio, bravo davvero!
    Sandra, ti auguro che il mal di testa ti sia passato e vi auguro un felice weekend, che io passerò riordinando gli addobbi natalizi e mangiando le lasagne della suocera 😀

  3. Oh, Claudia, Emanuele sarà felicissimo di questa cosa. Pensa che dalle foto ho deciso io – dietro sua richiesta – io quali mettere e quella delle nuvole non l’avevo scelta!!!! E comunque niente lasagne dalla suocera domenica ma polenta dalla mamma! 😀 baciiiii

  4. Progettare è sempre stimolante, dare corso ai progetti pensati ha delle venature di ansia e stress che occorre sempre saper gestire. Non manca a te. E comunque hai le idee chiare, cosa che va sempre bene! 🙂

  5. Accidenti, ne hai di carne al fuoco! In pratica il contrario di me, che penso di prendermi una bella pausa. Devo fare lo switch dovere-piacere, o non ne verrò fuori. Torno a comportarmi da dilettante (arriverà anche un post su questo, credo). Intanto tifo per te! 🙂

  6. Spero che non sia successo nulla che ti abbia in qualche modo demoralizzata, ecco. Però sì allarme rosso se scatta il dovere rotture di ehm, il piacere non deve venire meno, mai. Poi è chiaro che lo slancio delle prime parole è diverso dall’abnegazione alla revisione, ma fa parte del gioco. Io ho passato un’ora a tentare di venire a capo della copertina di NNV ed è stato faticoso, anche perché dopo 10 ore davanti al pc è chiaro che sei in crisi, ma ancora piacevole. Grazie intanto. Attendo il post.

  7. Cosa bolle in pentola, quanta carne al fuoco… Sei un vulcano, te l’ho sempre detto!
    Io ho qui il mio 1,50 euro pronto. Baci, Francesca
    (A proposito di raffreddore, ti leggo mentre faccio l’aerosol)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...