E’ febbraio monellaccio molto allegro un po’ pagliaccio (cit.)

Volevo scrivere qualcosa sul fatto che gennaio è passato in un soffio ed è stato un buon mese, e che mi dà da pensare che forse una nuova era è qui. E’ cominciato alla grande a Cortona. Abbiamo deciso che a Cortona si va ogni anno, però Capodanno vale per il 2015 anche se siamo rientrati a Milano il 3. Che furbacchioni!

Nessuna malattia, Dio sia ringraziato, e ottima votazione per la vita sociale, le uscite, le amicizie. Ho debuttato col self, e mosso qualche pedina per le altre opere, ho rivisto collegafigo e in settimana ci siamo sentiti spesso. Io e l’orso non abbiamo litigato neppure una volta, solo discusso, com’è normale che sia. Abbiamo finalmente ottenuto tutti e 3 i rimborsi per i danni del condominio. Male il lavoro, ma quello va male sempre e da sempre per cui bene che almeno ci sia. Malino che non ho visto neanche una volta mia sorella e i bimbi 😦 e ora che mi ritrovo a riassumere queste cose è già il 6 febbraio per cui anche febbraio è ovvio che volerà. E adesso quando esco dall’ufficio il cielo è chiaro, a inizio gennaio diventava buio di botto alle 17.15!  E ci vorranno ancora molti molti mesi prima che sia scuro di nuovo quando scendo quei 5/6 gradini e mi avvio verso casa. E questo mi piace. Mi piace pure che sorrido spesso e che scrivo tanto. Due anni fa in questi giorni stavo entrando nel periodo più brutto della mia vita, in quell’orribile tunnel al quale penso ancora ogni giorno e forse la mia resilienza funziona, perché  se ci pensi non significa che non funzioni, funziona se ci pensi e vai avanti.

Settimana prossima si scioglieranno nodi importanti, forse vitali. Ho un appuntamento non col destino, ma con la resa dei conti di alcuni progetti, su uno in particolar modo ci lavoro da oltre 9 anni. O forse potrei dire anche da 40. Per questo quindi ho un’enorme quantità di farfalle nello stomaco, però qualcuna svolazza anche per la risposta numero due, che mi sento andrà bene.

Voi state connessi: poi vi racconto tutto!

Annunci

18 thoughts on “E’ febbraio monellaccio molto allegro un po’ pagliaccio (cit.)

  1. “funziona se ci pensi e vai avanti”
    Uhm…io vado avanti se non ci penso. E’ meglio o peggio?!
    Per settimana prossima, non fare troppo male alla balena 😀

    • Ognuno cara Barbara, trova la sua formula, io ripenso assai di rado alla mancata genitorialità, ma penso di continuo ed è ciò di cui parlo nel post, alla malattia di mio padre e a papà in generale. La balena è assolutamente attivata là nelle zone intime 😀

    • Lo so, lo so che ci sei. Ti tengo d’occhio 😀 che dalle utentesse voglio tornarci assolutamente ma Novelle nel vento è un po’ piccoletto come libro, in realtà sono 120 pagine, ma vorrei ritrovarle con qualcosa di più massiccio.

    • Io la resilienza senza sapere cosa fosse l’ho allenata fin da neonata: settimina non mi fecero neppure vedere a mia mamma “tano non vivrà!” invece… 😀 bacione

    • Grazie mille. Tra i nodi non ho messo il responso dell’agente ai Fiordi, ma in effetti dovrei, visto che le due settimane di attesa dichiarate il 14 gennaio sono abbondantemente passate. Sperem. Bacione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...