Fuck bank!

Il calendario editoriale (definizione pretestuosa), che prevede il racconto del giorno 10 di ogni mese, e la rispostona arrivata oggi, mi costringono a pubblicare due volte nella stessa giornata.

A fine novembre 2006 stipulammo un mutuo di 25 anni a tasso variabile, per l’acquisto della prima casa, quella dove abitiamo. Io, che provengo da una famiglia di formiche felici, all’idea di 25 anni di debito uscii dalla banca sconvolta. Oggi quel mutuo è stato estinto anticipatamente, senza l’aiuto di nessuno, se non quello dell’insegnamento al risparmio! Non ci posso ancora credere! Neppure 10 anni! 😀

Io e l’Orso ci siamo abbracciati un sacco di volte!

Il racconto è qua sotto, il mio cuore fa le capriole! Fuori ci sono 18^, mi sono presa mezza giornata di ferie e ora vado dai nipotini!

Yeaaaaaaaah!!

Annunci

18 thoughts on “Fuck bank!

  1. @ Francesca, Tenar, Daniela, grazie! Sì, si brinda, usciamo a cena! Le formiche vedono le cicale cantare e pensano al mutuo, ma arriva la rivincita della formica!

  2. ottimo titolo innanzi tutto (per caso, avete visto al cinema “La grande scommessa”? altamente istruttivo!), e complimenti per l’estinzione 😀
    sono felice per voi!!!

    • Io volevo fare la foto alla Banca, però l’Orso non ha voluto! 😀 No, non ho visto il film, ma ieri nel box accanto al nostro c’era una tipa che stava perdendo un botto in obbligazioni e la bancaria che gliela raccontava su, ohhhh se gliela raccontava bene!

      • scusi, che lavoro fa? la bancaria?
        no, invento storie fantasiose!
        Sandrina, hai un futuro non si sa mai 😀 😀

  3. Sacrifici, cara Marina, non enormi, sia detto, va ringraziato il fatto di aver mantenuto i nostri posti di lavoro, ma quando vedevo buona parte delle mie amiche con la domestica e io no, mi dicevo “potrei permettermela, ma faccio da me”, e quando 2 anni fa in questo tristissimo periodo seguivo mio papà e lavavo i pavimenti alle 11 di sera, giuro, be’ lì sì è stata dura, e pure all’inzio del matrimonio quando il tasso variabile salì e alla TV non si parlava d’altro e la UE non tagliava i tassi e la rata volava, ma la bella cosa, come la chiama Bridigala e come l’ha definita pure mia mamma, è arrivata. Si chiama ricompensa, ecco!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...