C’è chi dice no! (cit.)

Carissimi,

sospendo per qualche giorno gli aggiornamenti del blog. Gli ultimi due post pubblicati uno oggi e l’altro ieri, credo offrano spunti per un confronto ricco, avrete quindi tutto il tempo per elaborare pensieri e commentare, vi risponderò con piacere. Intanto vi annuncio un paio di cose: ho partecipato a una interessantissima e piacevolissima serata avente per tema “Scrittura creativa e stress” merita un post e arriverà di sicuro. Vi parlerò poi della stesura di un romanzo passo passo, sì, come nella costruzione dei cartamodelli e dei velieri, partendo dall’opera che sto scrivendo ora. Ora che però è ferma, a 170 mila battute, un gran risultato in 10 giorni, perché è arrivata questa mail, dalla mia agente:

Sandra buongiorno, ho finito di editare Le affinità affettive e te lo mando in allegato. Il romanzo mi piace molto, mi piacciono i registri che usi, il tuo ottimo umorismo e la capacità di alternarlo a momenti più empatici, emotivi e anche commoventi: senza dubbio il tema dell’adozione e del confronto di Claudia con la maternità è anche un’occasione di svelare intimità proprie dell’animo femminile. Poi c’è il risvolto di una femminilità tutta diversa, civetta e complice, espressa con efficacia da Collegafigo, altro protagonista godibile. Insomma, il romanzo mi è piaciuto, come già sai. Talvolta, come già avevo anticipato in passato, penso la storia si frammenti un po’ troppo (come nei capitoli Catastrofi più o meno naturali, People from Ibizia e la parte del testo centrale che, rispetto alla finale, sento meno compatta), ma preferisco che rimanga in questa versione piuttosto che forzare interventi che non senti nelle tue corde.

Sembra assurdo che sia stata scritta dalla stessa persona che aveva proposto tagli drastici, ma è così. Ho fatto bene a impuntarmi quindi per non sacrificare parti che io ritenevo fondamentali. Per cui stiamo scaldando i motori, devo fare un botto di cose, come valutare i piccoli interventi al testo, preparare la mia biografia aggiornata, la quarta di copertina, una proposta di copertina, scegliere la mia foto e le parole chiave che rimandino al testo. Metto quindi in stand by tutto il mettibile e vi ringrazio per avermi sempre sostenuta! Continuate così, mi raccomando! Torno presto!
 

Annunci

27 thoughts on “C’è chi dice no! (cit.)

  1. Sandra bellissima notizia, sono super contento per te!
    Dovevo scriverti ma sono incasinato. Volevo solo dirti che se ti serve una immagine per la copertina io a giorni dovrei per lavoro fare un abbonamento ultra costoso per scaricare immagini ad altissima risoluzione da uno dei più importanti cataloghi di immagini. Quindi se ti serve ti faccio prendere le immagini che ti servono gratis. Vedi tu.
    Dai che la strada inizia a scorrere. 😉

    • Grazie caro, il tuo entusiasmo è il mio! Allora per la copertina io ce l’ho, sempre fatta dall’amica che ha disegnato quella per Novelle nel vento, alta qualità direi. Se non dovesse andare bene, forse la collana vuole foto non illustrazioni, allora penso che ci sbizzarriremo io e l’Orso a fare un set fotografico in casa, come fu per Ragione e pentimento. Grazie per esserci sempre, anche con proposte concrete e generose e non solo con pacche sulla spalla. Attendo quando hai un pelino di tempo le tue news, un super bacione, amico mio!

  2. Sono contento che la questione stia prendendo una piega migliore – forse, stabilito che in un libro non si può risolvere tutto solo sul versante del piazzamento in librerie e store online, hanno iniziato a prevalere riflessioni di altro genere.
    Anche se continua a battere sull’eccesso di sub-plot, forse esiste un modo per coordinare meglio tutti i fili di trama? Mah! Intanto, ti auguro un buon lavoro: dacci dentro, ma non stancarti troppo e cerca anche di divertirti fuori dalla scrittura 😉

    • Adesso vado dal capo e gli butto lì due giorni di ferie per domani e dopo, che fare le cose la sera risicate tra lavatrici e tutto il resto sì, ormai sono abituata, ma caspita adesso vorrei godermela più rilassata!

  3. sono molto felice per te!
    non so perchè, ma in qualche punto della copertina ci vedrei bene un dolce….(forse perchè con questo tempo osceno, anche se sono solo le 8,11, mi finirei una saint-honorè?)

    • Per ora sulla copertina c’è un panino, perchè Natallia li preferiva ai dolci, se non va bene, vediamo magari un dolce ci sta (nella mia pancia ci starebbe di sicuro) anche qui c’è un vento tremendo!

    • Su questo romanzo in particolare, mi sento come se stessi per uscire con Mondazzoli e andassi da Fazio. E’ la storia che mi ha fatto davvero dire “ok, la butto, non ce la farò mai a scriverla secondo i criteri suggeriti da Chiara BM” Allerta la signora sulla sedia a dondolo: sta volta non andrà manco alla toilette! 😀

      • Stavolta hai un gruppo di cheerleader agguerriti qua! 🙂
        Per Pasqua speriamo di metterla online la signora sulla sedia a dondolo! Le avevo detto di farsi una foto sulla sedia che te la spedivo…credi che m’abbia ascoltato?!
        “C’è il sole, c’è il giardino, l’orto…tutto da fare, tutto da fare!!”

    • Sì e guarda penso anche che se mi fosse arrivato subito questo responso certo mi sarei risparmiata una bella tranvata, ma grazie a ciò ho scoperto nuovi mondi editoriali ed è stato tutto estremamente arricchente e ho anche messo a prova la mia capacità di resistenza. Ps. ieri alla Open ho visto l’antologia con delitti lacustri di Morellini, con il tuo racconto, peccato che non c’era l’Orso con me per una foto ricordo!

    • No, l’avevo detto prima! Questa volta ero tranquillissima perchè se avesse di nuovo proposto il trinciapolli passavo a Bookabook che avevano il contratto pronto! Ok, allora attendo i tuoi commenti agli altri post eh. Un abbraccione

  4. Fa schifo, vero, dire “te l’avevo detto?” Avevo una ottima sensazione! Buon lavoro Sandra, che presto avrai tutto il materiale per tornare anche nel mio piccolo mondo… 😉

    • Una volta avevo visto una maglietta con scritto tipo “non importa come andranno le cose, qualcuno te l’aveva detto!” 😀 nel tuo piccolo mondo sta volta faccio le cose in grande, non che l’altra volta fosse andata male sia chiaro, tutt’altro, ho già preparato i segnalibri gadget ma ne farò ancora.

  5. Pingback: Noi puffi siam così | da dove sto scrivendo

  6. In bocca al lupo Sandra! Immagino che momentone super importante sia questo per te…
    resta concentrata e non dimenticare di respirare. E’ molto bello tutto ciò!
    Ciao ^_^

    • Grazie Iara, felice che tu sia qui. Oggi ho dormito fino a tardissimo e poi ho lavorato alla bozza finale, c’è ancora qualcosa da mettere a punto, ma ci siamo. Sì, è molto importante questa storia per me, ed è importante averla nella forma senza tagli per lasciarla andare, ora la vedo davvero al via e so che andrà lontano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...