25 Fatti libreschi

Aprile sta finendo e il weekend inizia. I programmi per questo fine settimana mi piacciono molto (c’è da dire che sabato e domenica sono sempre belli!) a breve esco per il prelievo del sangue, pomeriggio ViParrucchiere, domani abbiamo a pranzo dei cari amici. Aprile è stato il mese de Le affinità affettive ovviamente e della faccenda part time, di cui non ho più raccontato nulla perché non sapete che casotto! 😀 Qualcuno (ho i miei fondati sospetti) ha riferito al proprietario il post con il mio disappunto ed è uscito un delirio. Non ho idea – ci sono stati chiarimenti e controproposte ma tutto a voce – di cosa mi aspetta, ma sono molto serena, pacifica proprio, il sorriso che arriva dalla coscienza pulita e dalla mia etica. E qui mi fermo.

Molti hanno già postato i propri 25 fatti libreschi, io sono in ritardo perché è stato un periodo denso per la scrittura, però non voglio mancare a questa iniziativa, rimedio ora cercando di raccontarvi qualcosa di inedito. Partiamo:

1. Da bambina era papà a portarmi in libreria, mi aspettava paziente mentre io giravo, giravo e giravo tra le corsie della Libreria Rizzoli in Galleria e della Libreria Dei Ragazzi.

2. Alla suddetta Libreria Dei Ragazzi era un mio personale vanto scegliere i libri nelle sezioni dedicate ai lettori più grandi di me, tipo quando avevo 7 anni dirigermi negli scaffali 9/12!

3. Sto cercando su E bay e alle bancarelle dell’usato i libri che ho amato durante la mia infanzia, che non possiedo perché mi erano stati prestati o li avevo presi in biblioteca. Ho avuto grossi colpi di fortuna, ma me ne mancano ancora alcuni per me davvero preziosi.

4. Sono felice che ora i libri di cui sopra vengano letti con entusiasmo da mio nipote Giovanni.

5. Non ho mai letto nulla di Stephen King, né Il Signore degli anelli!

6. Trovo che scrivere sia stata la logica conseguenza di leggere così tanto.

7. I gusti libreschi di mia madre non arrivo a capirli.

8. Tra gli autori viventi, nonostante io non sia affatto filo americana, trovo che solo gli americani abbiano attualmente una vera potenza narrativa.

9. Non amo la letteratura sudamericana, a parte Isabel Allende

10. Cent’anni di solitudine è un romanzo molto sopravvalutato.

11. Continuo a irritarmi per l’enorme successo di romanzi stile “Amami ma non farmi male”.

12. Adoro Harry Potter e ho cominciato a leggerlo bene prima che divenisse un fenomeno conosciuto ovunque.

13. Amo moltissimo le fiere di editoria, il Salone di Torino è un grande Luna Park che aspetto con trepidazione (wow, manca poco!)

14. Ho una passione per la letteratura ebraica.

15. Ho una stupenda raccolta dei Gialli di Ellery Queen.

16. Ho sempre fantasticato di conoscere i miei autori preferiti e fare quattro chiacchiere con loro.

17. Quando mi hanno detto “sembra tornata Brunella Gasperini” riferendosi ai miei romanzi, mi hanno fatto il migliore dei complimenti!

18. I libri in casa occupano uno spazio importante. Quando finalmente abbiamo comprato la libreria dei sogni, aprire gli scatoloni che avevo portato dopo le nozze, è stato un momento davvero felice.

19. Continuo a comprare molti libri, ma ogni tanto mi fermo, esaurisco le scorte e ricomincio, per non avere troppo arretrato.

20. Sono convinta che in molti momenti sarei andata fuori di testa se non avessi avuto un libro come genere di conforto.

21. Anche se conosco molte persone degnissime che non leggono, i non lettori mi fanno sempre storcere un po’ il naso.

22. Andare alla Open mi mette di ottimo umore, dovrei farlo più spesso!

23. Non ho mai ricevuto in regalo un buono acquisto c/o una libreria, e penso sia molto strano che nessuno ci abbia ancora pensato.

24. Invidio molto chi per lavoro ha a che fare con i libri (io, ahimè con i libri contabili), ma credo che sarei una pessima editor, forse però un’ottima libraia.

25. In definitiva i libri nella mia vita sono importanti come le persone a me più care, ma rinuncerei a leggere se questo potesse salvare la vita di qualcuno.

Allora buonissimo sabato e ottimo 1 maggio, amici! Il lavoro è importante, W chi lo svolge con coscienza!

Annunci

17 thoughts on “25 Fatti libreschi

  1. Caspita, non ho fatto in tempo ad adocchiare questo “meme blog” in giro, che tu e Silvia (Algerino di LettoreCreativo), le mie sagittario-sorelle, mi avevo anticipato a scriverlo!!! 😉
    Bella la libreria, massiccia, come dire “questi sono i miei libri, sappilo!” ad ogni ospite della casa.
    Che le librerie sono pezzi di anima.
    Arriverò anch’io col mio 25 fatti libreschi….e sarà dura trattenermi a 25!!
    Buon weekend. Io rimarrò qui col mio dente fetuso…

    • In effetti la libreria è proprio una meraviglia come mobile e per ciò che contiene! Ora è molto più abitata rispetto a quando è stata scattata la foto. Molto sorry per il tuo dente. Attendiamo il tuo post-meme!

  2. Belli i tuoi fatti libreschi!
    Io sono contenta di non lavorare con i libri, meglio non mescolare troppo piacere e lavoro!
    (Come libraia fallirei, proponendo solo libri che piacciono a me, o guardando male i clienti che scelgono cose che giudico pessime).
    “Amami, ma non farmi male” non l’ho letto, non lo conosco, ma, come titolo mi inquieta di più “Puniscimi!”, ecco…

    • “Amami ma non farmi male” non esiste, diciamo che riassume i vari “Ti prego lasciati odiare”, “Ti prego dimmi di sì” “Non dirmi di no” ecc che invece esistono eccome.

  3. Gli americani hanno una vera potenza narrativa, concordo! Naturalmente è questione di gusti. E sì, “Cent’anni di solitudine” è un po’ sopravvalutato, ma credo si possa dire lo stesso di diversi libri cult. A volte mi sembra che il successo di un libro si basi sul principio della valanga: se capita la critica positiva giusta, poi è tutto in discesa a prescindere.

  4. Io ho regalato un buono acquisto presso una libreria per una cresima e mi sembrava di aver fatto il regalo più bello del mondo, ma poi ho saputo che la ragazza lo ha speso in poster, cancelleria e DVD. Che delusione! Nemmeno io l ho mai ricevuto, ma farei salti di gioia. Mi piacciono i tuoi fatti libreschi. Buon primo maggio!

  5. Davvero bello che fosse tuo padre a portarti in libreria.
    Anch’io amo molto le Fiere dell’Editoria e da quando sono a Roma non ho perso mai l’occasione di andare a quella della media e piccola editoria (che amo ancora di più!)
    I libri non bastano mai è le librerie non sono mai sufficienti.
    Buon 1 maggio anche a te!

  6. @ Grazia, sì certi libri – beati loro – beneficiano di un effetto a cascata, @ Leparole, sono giorni di tempo pazzo, è piovuto sta notte, noi siamo a casa, @ Rosa, ehilà ciao e chi si scorda di te? @ Luna, no che tristezza quel che mi dici sul buono regalo! @ Marina, sì il ricordo delle librerie con papà sono tra i più luminosi!
    A TUTTI ANCORA UN AUGURIO SPECIALE PER QUESTO 1 MAGGIO!

  7. bellissimi i 25 fatti libreschi! a tal proposito avrei qualche appuntino ( 😀 e te pareva?)
    5. Il Signore degli anelli è un mattone, ma Stephen King…..su….almeno Stagioni Diverse!
    11. “Amami ma non farmi male” mi aveva già procurato una puntina di vomito, ma in effetti sul genere esistono milioni di schifezze…..e ahimè vendono pure…..e anche in rilegato!
    12. Harry Potter l’ho scoperto tardi (ma tu non hai ancora letto King 😀 ) e adesso è amore infinito, mio figlio li sta rileggendo tutti…..
    23. quando le mie amiche o mia sorella non sanno cosa regalarmi, io fornisco direttamente la lista di libri fra cui scegliere, ancora meglio del buono!
    25. rinunceresti a leggere ma non a scrivere 😀 e questo è importantissimo!
    qui il 1° Maggio era un freddo tremendo, sembrava il 1° Novembre…..adesso però sarebbe carino se la primavera si manifestasse apertamente, grazie! buona settimana, qui c’è in programma anche un’uscita con un’amica comune 😉

  8. Anch’io ultimamente ho recuperato alcuni titoli della mia infanzia (vedi tuo punto 3) con il buon usato! Sono stata fortunata con “Dorilena” di Olga Visentini, libro che ho adorato, e in cui ho parlato in un post di un anno fa sugli eroi letterari della nostra infanzia e giovinezza. Penso che abbia lasciato un’impronta molto forte in me, considerato quello che scrivo.

  9. @ Claudia, bene, in effetti per iniziare con King mi chiedevo da quale libro, tu mi ha fornito la risposta, e naturalmente salutami la nostra super amica in comune!
    @ Cristina, sì mi rendo conto che certe letture, magari insignificanti per altri, sono state davvero formative, sono in difficoltà con due libri perchè non ricordo il titolo esatto e certo non l’autore…

    • Guarda, su King ci sono opinioni contrastanti, io devo dire che sono diventata “lettrice consumista” dopo aver letto i primi suoi libri, però gli ultimi mi hanno lasciato poco convinta, quindi anche gli scrittori cambiano….Stagioni Diverse sono 4 racconti, lo trovi tranquillamente in biblioteca, così se non ti piace lo archivi e amen. Se invece ti piace, cominci a conoscere il modo di scrivere del Re e magari ti invoglia a proseguire con altri titoli. Non ha senso proporre IT o L’ombra dello scorpione, tomi infiniti (e stupendi!) che però se non catturano subito rischiano l’effetto “tifiondodallafinestraall’istante”….
      Per i saluti, stanne certa! Se riusciamo a farci una foto, troverò il modo di mandartela!

  10. Wow… Che bella iniziativa! E… Non è che per caso ho presente chi ti ha paragonato alla Brunella Gasperini? 😉 mi sa di sì. E mi hai dato lo spunto per i miei 25 fatti libreschi, naturalmente.

    • Sono due le persone che mi hanno paragonato a Brunella Gasperini, quindi tocca proprio crederci! Una la conosci sì sì sì. L’altra è la mamma di un mio lettore, che le ha regalato Cene tempestose. Spero che gli regali pure gli altri, anzi ora gli scrivo. Attendo i tuoi super 25. Bacione

  11. Pingback: 25 fatti libreschi su di me - webnauta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...