Segno solo ore felici

Mi sono ripromessa di non parlare mai più del lavoro nel blog, quindi giusto per informazione vi dico che il mio part time comincia il 1^ luglio, non oggi, e non ne conosco ancora le modalità.

Mail dell’Orso una decina di giorni fa: ho preso lunedì 6 di ferie. Sapevo che non avrebbe fatto il ponte, ma supponendomi in part time, io a quel punto sarei stata a casa da oggi al 6. Andiamo via. Dove? Ci sarà casino, Valtellina? Due weekend di fila? Perché no. Chiamo l’estetista, certi trattamenti me li faccio fare solo da lei, anche se sta là in Valle. Bravissima = pienissima. Posto per il 28? No. Per il 4? Sì, prenoto.

Ma le votazioni? Dimenticate! Non andiamo in Valtellina, andiamo e non votiamo, dai tanto ci sarà il ballottaggio. Andiamo, non andiamo, andiamo… madò. E il fisioterapista? Abbiamo fatto una pausa con le terapie, ma è ora di ricominciare. Giovedì?

Messaggio del fisioterapista. Ma giovedì è festa? Sì. Ah. Puoi venire alle 11? Ok.

Mi scazza un po’ non votare, ma mica sono tanto convinta dei candidati, a dirla tutta non me ne piace nessuno. Andare in valle e tornare domenica? Che cagata, ci becchiamo tutto il traffico del ponte senza avere fatto il ponte perché l’Orso lavora. Non votiamo. Fisioterapista: alle 11 non posso più. 10? No, dai (alle 10 dormiamo, Emanuele è in debito di sonno, io almeno quando dormo evito le paranoie che la scrittura porta con sé) Venerdì primo pomeriggio? Ok.

Il part time non parte. Porca troia venerdì c’ho il fisioterapista e lunedì la Valtellina. Nessun problema, prendi pure ferie. Nel mentre, Orso fa un salto a casa che da tre settimane abbiamo una nuova perdita in bagno (4^ danno in 11 mesi, di cui 3 nello stesso punto) ed è uscito il perito. Mi chiama sul fisso per dirmi com’è andata. Ma sono sul cell. con il serramentista. Posso venire lunedì a montare la zanzariera? No, siamo in Valtellina. Alternative? Boh, la richiamo, l’avviso il giorno prima. Richiamo l’Orso, mi aggiorna sul bagno, lo relaziono sulla zanzariera. Però dai, se lo facessimo venire? Non andiamo in Valle, votiamo e ci togliamo l’impiccio zanzariera, tanto esce alle 8, due ore di lavoro, puliamo e siamo liberi. Lo richiami? Lo richiamo. Nel frattempo ha preso un altro impegno. Però lo disdice, ah, grazie. Sicuro? Sicuro.

Fisioterapista: scusa, adesso potrei giovedì alle 11. Preferisci giovedì alle 11 o venerdì alle 14.30? A quel punto preferirei scomparire, ma confermo venerdì, sempre per quella faccenda del dormire, che in un giorno di festa anche le 11 sono l’alba, messi come siamo messi. Va bene.

Devo disdire l’estetista della Valle. La chiamo. Non risponde, scatta la segreteria: “lasciate un messaggio col vostro numero, sarete richiamati.” Ciao, scusa ho un imprevisto, sono Sandra di Milano, dovrei annullare la pulizia del viso di sabato, il mio n° è…

Ho bisogno di un caffè. Vado. Torno. Una chiamata persa sul cellulare, che non ho portato con me. L’estetista, la richiamo, scatta la segreteria ecc. Ciao, scusa, sono Sandra di Milano, non ho preso con me il telefono, ero alla macchinetta. Se vuoi chiamarmi…

Driiin cioè non proprio driiiin, ma Depeche Mode.

Estetista, faccenda sistemata senza problemi.

Altro? Ma soprattutto, riassumendo:

Domani, relax circa, ho trascurato un po’ di cose pensando di farle col part time, ma in fondo amen. Ieri sera una cara amica a cena ha detto “ho pensato se Sandra vedesse il mio bagno!” Allora, si era lavorato su sta cosa delle pulizie, evidentemente non abbastanza se ancora vengo associata a quella con la fissa dei lavori domestici. Ripetiamo insieme: LA CASA E’ PULITA, NON SEI UNA ZOZZONA

Venerdì, Orso lavora, io alle 14.30 ho il fisioterapista, resto da inventare.

Sabato, da inventare, forse l’Orso va al circolo scacchistico

Domenica, si vota + da inventare

Lunedì, zanzariera

Molto dipenderà dal meteo. A Milano non abbiamo ancora tirato fuori le biciclette, ad esempio. Si possono sentire gli amici per quel pranzo al ristorante ebraico, di cui si parla da un po’. Ci sono i parchi e alla peggio il divano. La vecchia Sandra sta dicendo che il divano sarebbe da pulire e ricorda il recente acquisto di un detergente piuttosto costoso. La nuova Sandra risponde che il detersivo non scade, ci penserà quando farà il part time.

Si può capire una volta per tutte che la vita è una sorpresa via l’altra, anche nelle piccole cose.

E comunque dal 3 al 17 luglio saremo in questa meravigliosa zona, sempre che si sopravviva, chiaro! 😀

PS. ma non credetemi in down, sono di ottimo umore!

E buon giugno!

0577

Foto scattata a Locarno da Giovanni (Gianni) Mapelli – Presidente del Circolo Fotografico Trevisani di cui l’Orso è socio e io simpatizzante!

Annunci

6 thoughts on “Segno solo ore felici

  1. Ah, come ti capisco (paranoie da casa in ordine a parte, casa mia riflette il mio caos informale, temo). Però noi siamo una delle poche scuole a fare il ponte (nel comune della scuola non si vota). A inizio d’anno pensavo fosse una pausa inutile, invece… Benedetto Ponte! Oggi mi sono svegliata alle 10 e sono letteralmente un’altra persona.

    • Io ho messo la sveglia alle 10 (senza sveglia il rischio di dormire 24 ore è concreto) e poi ci siamo alzati alle 11.20! Non sono proprio un’altra persona, ma nonostante la mattina “buttata” ho ancora molto tempo davanti a me, per esempio da dedicare al blog con calma, e poi sì devo confessare di aver spolverato 3 stanze, e lavato il guardaroba che è color panna, però senza stress, mentre pensavo al post che ora vado a mettere in bozza (consigli libreschi). Un bacione, Tenar cara.

  2. Mamma mia, posso dire che mi stava venendo ansia con tutti questi appuntamenti da incastrare? Siete due giocolieri, profonda stima!
    Sono però contenta che andate a votare. E da ex presidente di seggio ricordo con nostalgia le fette di salame e qualche scritta colorita che hanno sempre rallegrato le nostre sedute fino all’alba 😀
    Per le pulizie: siamo proprio nate lo stesso giorno io e te!!!! 😀
    E’ stato difficile, ma ho imparato a fregarmene. C’è polvere? Polvere siamo e polvere ritorneremo, dove sta scritto che devo anche spolverare tutta la vita?!
    E se poi lì in mezzo c’è mio nonno venuto a salutarmi? Io lo caccio via con lo swiffer? Non si fa!
    Se poi qualcuno si lamenta, “guarda, apri quell’armadietto lì…si…ecco, c’è tutto per la pulizia, serviti pure! Io finisco questo capitolo intanto” 😉
    PS: sono alla seconda parte e continuo a chiedermi “E quella là voleva tagliare tutto questo??”
    La signora della sedia a dondolo invece ha detto che le manca solo un capitolo!! 😀

    • I tuoi commenti sono un vero toccasana per me! Il momento incastro venerdì è stato particolarmente difficile, ora però visto che siamo a Milano, ho incastrato – giusto telefonando 2 minuti fa – una piega dritta dritta dal ViParrucchiere che ormai tu conoscerai. Uh, non mi far pensare alla decimazione del romanzo, che rischio ho corso! Un bacione

  3. se lavare il guardaroba color panna fa scaturire un post sui consigli libreschi (di cui ho già intravisto un’anteprima eh eh eh), benvengano queste pulizie!!!
    io sono salita in camper il 2 giugno e ne sono ridiscesa ieri …. quando ce vo’ ce vo’ (e le Marche sono stupende!!!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...