Riflessioni

Qualche giorno fa mi sono imbattuta in un caso di mala editoria che mi ha molto amareggiata, perché l’agenzia coinvolta è una delle 4 a cui avevo mandato Ragione e pentimento per la rappresentanza, mi avrebbe sì rappresentata ma propose un editing a pagamento per il romanzo, e io che già l’avevo fatto fare (e pagato) a Chiara BM rifiutai. Non dirò i nomi né mi addentrerò, ma fa male leggere che c’è chi ritiene che gli esordienti in cerca di una pubblicazione dignitosa siano degli squilibrati ossessionati dal proprio talento che stanno addosso all’agente mentre lui, poverino, fa tanto per loro in cambio di miseri compensi.

Ho sempre avuto l’onestà intellettuale di non dirmi brava da sola l’ho raccontato qui, ogni tanto mi garba ricordarlo e superato il pantano di diversi editori che non mi hanno pagata (uno è fallito e sono di recente stata citata in tribunale tra i creditori) pensavo di essere approdata a una sponda non dico felice ma limpida e che i numeri di Ragione e pentimento mi avrebbero fatto traghettare ancora più in là. Invece sono sempre qua, in ottima compagnia, va detto, a chiedermi cosa diavolo tocca fare affinché qualcuno punti sul serio su di te, e non lo so. Perché se punti da sola sei una sfigata selfista, e stai in fondo alla piramide di merito (questo era il fulcro del post rimosso).

Come ciliegina arriva il fatto, e non so come sia accaduto né quali reali conseguenze avrà, che due mie opere sono state piratate e ora disponibili gratis su Emule. Al di là delle battute “ora sì che sei davvero famosa, copiano le borse di Prada, non le scartine!” sono satura. Mi fa schifo tutto, ma se lo dici sembra che rosichi e se credi che chi ce la fa è solo perché ha relazioni pregresse, colpi di culo o congiunzioni astrali favorevoli torni di nuovo nel girono degli sfigati che si sentono vittime del sistema.

Io non mi sento vittima di nulla, chiaro, sento che ho perso la strada, perché pensavo fosse percorribile a suon di apprezzamenti tipo questo:

Per il resto, dopo averlo letto…vorrei andare da quella là a dirle: che cavolo è che avresti tagliato tuuuu???!

La parte di collegafigo è eccezionale, la resa delle figure maschili è ottima, Donna Flora dà il senso a tutto e nemmeno lei può scomparire!

ma non è così. Mi viene solo rabbia.

Forse, nonostante le quasi 350 pagine de Le affinità affettive fossero tutte necessarie, un romanzo corposo è fuori mercato in un mondo un po’ mordi e fuggi, che va veloce e il marketing cerca storie più snelle. Con questo pensiero ho inviato Figlia dei fiordi qua e là, ovvio che le risposte, se ci saranno, arriveranno minimo in autunno, così la speranza che sia lui il mio Right book abita in qualche parte molto nascosta di me.

Questo non è uno dei tanti pipponi che ogni tanto ahimè vi propino, è un disagio profondo. Di sicuro la stanchezza che tutti proviamo in questo periodo dell’anno, il meteo imprevedibile e il part time non partito hanno il loro peso, però questo è quanto.

PS. Questo post era programmato ma qualcosa non ha funzionato. Noi siamo in Valtellina da venerdì sera per l’intero weekend. Sconnessi e spero in vero relax. La settimana è stata complessa, anche se non sono mancati momenti felici (e neppure diversi temporali!) aggiornamento: weekend in Valtellina molto molto molto bello!

Annunci

28 thoughts on “Riflessioni

  1. Ti capisco più di quanto tu non creda. Diciamo che è il periodo, e proviamo a tirare avanti; più passa il tempo, più do ragione a Salvatore: meglio scrivere solo perché mi diverte farlo, senza davvero aspettare un risultato da tutto ciò.

    (E beviti uno spritz alla nostra salute! 😉 )

  2. e però che tristezza….deve sempre tutto andare come se fossimo l’ultima ruota del carro?
    anche l’editoria, come la descrivi tu, sembra l’esatto specchio dell’Italia in tante altre situazioni….viene rabbia, viene voglia di mandare tutti a quel paese, viene voglia di trasferirsi (ci ritroveremo prima o poi a Copenaghen, vero?), ma poi restiamo ancorati qui…..
    per quello che può servire, almeno tu puoi essere orgogliosa di avere scritto delle pagine (tante!) divertenti, interessanti e mai scontate, e di avere fatto passare ore felici ai tuoi lettori!
    buon lunedì, il mio ultimo di giugno in ufficio (venerdìsiparteeeeeeeeeeeeeeeeeeeee) ❤

  3. (ho iniziato il commento non so quante volte, ma ora mi convinco…)
    Mi spiace che certe reazioni entusiastiche abbiano quasi l’effetto contrario. Se hai perso la strada, fermati, siediti tranquilla alla panchina, rilassati un po’, respira, osserva gli scoiattoli rincorrersi, accarezza il gatto che curioso s’è avvicinato alle tue caviglie e ascolta l’orchestra dei pettirossi. Quando sarai pronta, riprenderai il cammino.

    Detto ciò, faccio fatica a capire il senso di piratare un libro. Riesco a capirlo per un software se sei uno studente e non c’è licenza studio. Anche se ora ci sono molti software gratuiti per fare davvero tutto e i licenziati sono programmi molto professionali.
    Riesco a capirlo per una serie tv che va in onda in america e noi dobbiamo aspettare due anni per vederla, o forse anche no. Riesco a capirlo per un film che è uscito al cinema ieri, qui i cinema sono uno schifo, il divano è più comodo, ma per il dvd si deve attendere altri 5 mesi. E magari poi ti compri comunque il dvd.
    Ma un libro? Di quelli che conosco che potrebbero piratarlo, non conosco nessuno che sia interessato a leggerlo. Di quelli che conosco che potrebbero leggerlo, non conosco nessuno che sappia come tirarlo giù dal mulo, che la maggioranza in Italia legge ancora cartaceo. Se anche sono utenti esteri, l’ebook non ha confini geografici, non ha spedizione, usa una mail.
    Ergo, chi lo scarica, probabilmente manco lo legge.

    Ragionamenti se ne possono fare tanti, ma è tempo di ferie e relax 😀
    (e parlo io che ho fior di straordinari in arrivo che mettono in pericolo il NaNo…)

    • Faccio una rispostona unica
      @ Marco, il tuo tifo è sempre una coccola
      @ Michele, W lo spritz e perchè non scrivi un post da te di condivisione sulla frustrazione?
      @ Barbara, i complimentoni mi fanno piacerissimo, ma poi subentra inevitabilmente la rabbia, vorrei tanto che non fosse così. Sto aspettando che la mia agente mi dica cosa fare per la pirateria, mah.
      @ Claudia, non sapevo tu fossi quasi in partenza, che belllooooo. Anche per te valgono le parole per gli altri, il riscontro del lettore è fondamentale e meraviglioso, ma poi sob.

      • Sandra sulla pirateria ti capisco, quando e se succederà a me mi arrabbierò peggio di Hulk. Ma purtroppo tu o l’agente non avete nulla da fare. Non ci riescono a fermarla i grandi editori, le major musicali e cinematografiche.
        C’è chi dice che sia anche meglio. Vuol dire che le opere dello scrittore circolano e in qualche modo contribuisco a farlo conoscere.
        Consolazione povera lo so, ma è l’unica che abbiamo.

  4. @ Marco, se uno super informato e informatico come te mi dice che nulla si può fare, mi metto il classico cuore in pace (o in un ripostiglio come dice un titolo di romanzo di quelli da 10000 follower su FB)

    • 192mila ad oggi…
      Pagina FB costruita però in 10 anni di lavoro quotidiano, di questo sono testimone. E con aggancio su più social. Lei era popolare tra le teen già molto prima che bussasse alla porta il “big”.

      • Ha la mia stima davvero, solo vorrei non fosse l’unico parametro preso in considerazione dagli editori e attualmente pare lo sia.

  5. Sandra di cose ingiuste ce ne saranno sempre, ma cerca, nei limiti del possibile, di non farti portare via la gioia e l’entusiasmo. Scrivere è un’arte bellissima, a prescindere dalle pubblicazioni.

  6. Mi spiace davvero leggerti così. Il periodo, si vede, è duro per tutti. Io ho addosso una stanchezza infinita, che si riflette in tutto quello che faccio o penso e probabilmente non sono l’unica. Premesso che io sono una che non pirata nulla, se una serie tv in Italia non passa finisce che la vedo prima, ma sono poi capace di comprarmi in dvd all’estero. Vado ancora anche a noleggiare i film nell’ultimo blockbuster che resiste peggio che il villaggio gallico di Asterix (infatti sono finiti anche sui giornali). Premesso questo, chi pirata un libro mi fa quasi tenerezza. Magari poi lo leggerà. Magari gli piacerà tanto che poi ne acquisterà anche una copia legale. Non so. Di certo non voglio sapere se delle mie opere sono state piratate, se sì, non sono sicura di reagire con rabbia.
    Per il resto posso solo mandarti un abbraccio virtuale e la speranza che il vento giri presto.

  7. @ Iara e Tenar, grazie. Il problema è proprio lì: mi stanno portando via l’entusiasmo, passerà e spero che con i tipici programmi autunnali mi verrà una gran voglia di rimettere mano al romanzo finito ma in attesa di revisione. Ora, nel limite del possibile voglio godermi l’estate, le vacanze in Grecia e tutto quanto (si veda il nuovo post lassù) Sulla pirateria me l’ha segnalato un amico e all’inizio da tanto non sono dentro al discorso non capivo cosa mi stesse dicendo. Bacione

  8. Mi dispiace che tu ti senta così, e non senza motivo. Sai che anch’io lotto contro gli aspetti negativi dello scrivere pensando alla pubblicazione. Perché è questo il punto, prima dei soldi e della fama: si scrive per comunicare. Però non è detto che funzioni, anche quando ci sono tanti segnali incoraggianti. Uno dice: lo so, MA… e quel “ma” gli fa piombare addosso ambizioni, tensioni, insoddisfazioni di ogni genere. Sono giunta alla conclusione che mi sia necessario dividere il fatto di scrivere dal giudicare i miei risultati, uscendo con la testa e con il cuore dal girone infernale di speranza-delusione-eccitazione-frustrazione. Se non ci riesco, la mia passione semplicemente se ne va, o se ne andrà presto. Lo “yes, I can”, secondo me, alla lunga è molto più pericoloso del suo contrario. Recuperare la passione priva di obiettivi, invece, ha valore in sé, anche se dirlo sembra saccente e un po’ naif. Mi perdoni per questa opinione in controtendenza?

    • è un’opinione molto ben argomentata e so bene che sei passata da una frustrazione simile alla mia tempo fa, per cui altro che perdono: ti dico grazie. Anch’io se non riesco a uscire da questa spirale di demotivazione metto a repentaglio una vita di passione, ora è davvero così. O ce la faccio a viverla diversamente o si chiude, sto troppo male.

  9. La strada della scrittura non è mai lineare, prende l’allungatoia, e tu lo sai bene. Devi ricaricare le pile sciogliendo la tensione. Concepirai in questo weekend un’idea per un racconto da sfruttare più avanti, questo l’oroscopo di Helgaldo.

  10. Mi dispiace moltissimo per questo periodo negativo. Come avevo scritto nel mio post “Confessioni di una scrittrice per hobby”, ci sono passata anch’io. Non ho consigli nello stile della vecchissima Morla da passarti, ma posso solo dirti che quando mi sono sganciata da certi meccanismi (dare = scrivere + avere = pubblicare e vendere) ho recuperato in pieno il piacere della scrittura. La scrittura per me è soprattutto divertimento e, in questo senso, sto andando a gonfie vele. Azzardo un paragone: molti fanno volontariato senza stipendio e senza rimborso spese, e gli altri si chiedono “ma chi te lo fa fare”? Forse dobbiamo fare il volontariato su noi stessi, senza aspettare nessuna remunerazione esterna (in termini di visibilità e/o risultati).

  11. Momenti. Sono momenti in cui ci ritroviamo tutti, dunque hai il mio sostegno morale, perché capisco stanchezza e delusione.
    Verranno tempi migliori: la fortuna (e molto altro) aiuta sempre chi ha la pazienza di aspettare, ma soprattutto la tenacia e la forza di non mollare mai! (E questo non ti manca, lo so!) 🙂

  12. @ Cristina, sì devo viverla con maggiore distacco, spero che arrivi un qualcosa che mi rimetta in carreggiata perchè quando scrivevo con la gioia di riempire la pagina con le mie storie stavo davvero bene @ Marina, grazie per l’incoraggiamento e la stima, sì verranno tempi migliore e rileggerò questo post ritrovandovi tutti e dirò CHE BELLO!

  13. Tempo fa ho scoperto che anche i miei romanzi erano stati piratati insieme ad altri romanzi rosa, l’ho scoperto su uno dei gruppi Facebook di cui faccio parte. Poi alcune autrici fanno fatto una segnalazione e il sito è stato bloccato, ma a quanto pare questi siti nascono come funghi, quindi non escludo che altri simili siano già nati. La bella notizia è che tra i libri piratati c’erano anche alcuni di CE importanti, quindi i tanto bistrattati self forse non sono del tutto da buttare: è questa la bella notizia. Per il resto Sandra capisco come ti senti, stasera mi sento giù anch’io per motivi vari, ma forse è solo stanchezza vado a dormire.

    • La stanchezza ha il suo bel peso, cara Giulia accomunata a me dalla pirateria, mi spiace. Un bacione. Sosteniamoci a vicenda, io dopo tutti questi bei messaggi da parte vostra sto già un pelino meglio!

  14. Pingback: Frustrazione – Scrivere per caso

  15. Non avevo idea delle menate e delusioni che ci si trova costretti a affrontare per pubblicare… mi dispiace tanto, Sandra, come han già detto tutti spero che questo non ti levi l’entusiasmo per l’arte della scrittura.
    Che tristezza comunque… va tutto a rotoli… non ho parole. Sigh.

    PS: dopo aver letto della tua esperienza positiva con goWare ho consigliato a un’amica di mandare il suo manoscritto, l’hanno accettato subito ma invece di cominciare l’editing due mesi dopo sono già passati sei mesi e non si sono più fatti sentire… è normale? O è meglio che dica alla mia amica di fuggire finché è in tempo?

      • No, non ha firmato. Le han detto “ti contatteremo in due mesi” e poi non si son più fatti sentire. Son passati sei mesi quindi mi è venuto il sospetto, son contenta di sentire che non sono tra quelli che ti han deluso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...