Cibarie greche (questo è un post a richiesta)

La cara Claudia, lettrice molto affezionata, mi ha chiesto un post sulle cibarie greche. E io l’accontento molto volentieri. Non vi racconterò la cucina greca, per quella basta googlare, vi dirò invece cos’abbiamo gustato e apprezzato e qual è stato l’approccio al cibo e le emozioni legate ad esso.

A me piace mangiare, a Emanuele anche. Mi piace la convivialità del cibo, non sono fissata ma buoni piatti, ben cucinati e la giusta compagnia per condividerli trovo siano uno dei massimi piaceri nella vita. Penso che la cucina italiana rimanga la migliore del mondo, non cerco gli spaghetti all’estero, ma per quanto adori Svezia e Danimarca ho seriamente sofferto vedendo cosa mi mettevano nel piatto, anche nei ristoranti più raffinati; spesso la sofferenza è stata pure peggio il giorno dopo per il mal di stomaco.

In Grecia va sempre alla grande, 3 le grandi categorie: carne, pesce e verdure. Le porzioni sono abbondantissime e i prezzi abbordabilissimi = si risparmia e si ingrassa. Mediamente le cene, che fossero nelle tipiche taverne, in una gireria, o in un vero ristorante, erano: un antipasto magari in due e un secondo con contorno a testa, accompagnato dal tipico vino resinato, spesso poi regalano il dolce e/o l’anguria (a volte con l’uva). I dolci greci sono molto stucchevoli, un cartoccio di lucumades caldi (= frittelle tonde) da gustare mentre passeggi sul lungomare ti ripaga di un sacco di tensioni accumulata durante l’anno.

Qualche curiosità: con carne e pesce sono quasi sempre comprese le patatine fritte, se le ordini a parte avrai 2 porzioni, se chiedi che vengano sostituite con un’insalata di pomodori (pomodori eccezionali) dicono “ne ne ne” (ne = sì) ma poi ti portano entrambi. Impossibile sottrarsi quindi alle french fries. Anche in città i greci consumano grandi quantità di caffè frappè, se li vedete girare con bicchieroni con cannuccia sappiate che è caffè freddo, con o senza latte, buonissimo, mai trovato altrove. In spiaggia è un must. A Salonicco ho mangiato i dolmades più buoni di sempre, dolmades = involtini di riso nella foglie di vite, una delle ricette più tipiche e amate. Sempre a Salonicco nel medesimo ristorante ci hanno proposto due dolci tipici che Emanuele  non riusciva a tradurre, li abbiamo comunque presi e l’Orso è stato felicissimo di ritrovare una torta che gli facava la sua nonna da piccolo.

In Grecia la ristorazione non ha orari, ho visto bagnanti scofanarsi i calamari sotto l’ombrellone alle 16, e alla sera abbiamo cenato sempre tardissimo, a Salonicco nell’ottimo ristorante dell’hotel addirittura alle 22.30! Trovo che questo sia fantastico, in Italia mi è capitato di avere difficoltà in località turistiche per pranzare alle 14!

Ringrazio Claudia per avermi dato la possibilità di struggermi ancora un po’ ripensando alle vacanze. Ho scritto il post in pausa pranzo, spero non sia troppo improvvisato e sia di suo gradimento, ma anche di altri.

Annunci

6 thoughts on “Cibarie greche (questo è un post a richiesta)

  1. oggi sono proprio fortunata!
    1) la mia blogger-scrittrice preferita mi dedica un post
    2) è un post sul cibo
    3) il cibo è greco
    e in questi tre punti ho radunato felicità per tutta la settimana!!!
    carissima Sandra, certo che è di mio gradimento, mi ha ricordato tante cose belle della Grecia e mi ha fatto venire ancor più voglia di tornarci!!!
    adoro i dolmades e al momento, anche se ho già pranzato, una bella porzione di moussaka non ci starebbe male!
    non parliamo poi di yogurt e miele…..
    davvero, insieme all’Italia, direi che la Grecia tranquillamente detiene il primato di miglior cibo!
    hai fatto solo bene a sposare un greco! 😀 😀 😀
    smack e grazie ancora!
    (per fortuna qui in zona c’è un ristorantino/osteria gestito da ragazzi greci, che ogni tanto fa cene su richiesta….eh eh, direi che è ora di tornarci!)

  2. A Parte che ho beccato nel post un “era” al posto di “erano” e ora non riesco a correggerlo sono felice che il post ti sia piaciuto, Smack a te quindi e se torni al ristorantino greco pensami un sacco!

  3. Andrei in Grecia anche solo per il caffè frappè e i dolci 🙂 data la mia golosità incontenibile 😉 e con il resto potrei avere problemi causa la mia allergia all’aglio 😦 ma credo basti evitare le salsine.
    Prima o poi ci andrò!

    • in realtà con l’aglio abbondano molto di più da noi al sud, io non lo amo ma non ho mai avuto problemi a parte ovvio con il tzatziki dove è tra gli ingredienti principali!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...