Uomini soli

Che ci si creda o no Le affinità affettive è (anche) un romanzo per uomini.

A pag. 92 nel capitolo che prende il titolo da questo successo dei Pooh, le fragilità di Collegafigo iniziano a svelarsi e le dinamiche uomo-donna a chiedere spazio in un testo che non è solo la storia di Natallia.

“…ma qui non siamo in cielo e se un uomo perde il filo è soltanto un uomo solo.”

Così si conclude la canzone.

Ecco, io quei fili ho cercato di riannodarli, i fili di Collegafigo certo, ma anche quelli di Luca, Gabriele, Ernesto e soprattutto quello di Cesare che ha un filato talmente prezioso da avermi fatto venir voglia di tessere una nuova trama tutta per lui in Figlia dei fiordi.

In virtù del fatto che da domani sono di nuovo a casa, in part time, alle 8 prendo il treno e vado a Levanto approfittando del posto letto lasciato libero da mio cognato in hotel dove ci sono mia sorella e i bimbi. Torno giovedì sera tardi. Chi l’avrebbe mai detto? Ancora mare e con i nipotini!

Annunci

4 thoughts on “Uomini soli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...