Flash estivi

Sto leggendo un romanzo stupendo, assai poco noto, di nicchia come si dice in questi casi, di cui vi relazionerò tra molti mesi, il 27 gennaio quando, come di consueto, suggerisco una lettura per la giornata della memoria, è infatti adattissimo: la sorella di Mitia, il protagonista ormai novantenne era stata caricata su un camion delle SS, da cui, spinta dalla madre, era riuscita a scappare, scomparsa in una Polonia distrutta dai nazisti, Mitia non ha mai perso la speranza di ritrovarla e da qui si dipana la storia.

Con un’associazione di idee che spesso il cervello fa in perfetta autonomia, ecco un flash estivo di molti anni fa.

Isola di Cipro, una delle poche volte in cui andai al mare in questo periodo, tipo 26 agosto – 9 settembre o giù di lì. Anno? 2000? Così su due piedi non saprei di preciso.

C’era questo bagnino rumeno bellissimo, Cipro all’epoca era una florida nazione costretta a importare mano d’opera; disoccupazione? Non pervenuta. Le carceri semi vuote. Un paradiso.

Il bagnino rumeno, finito di lavorare alla spiaggia, si concedeva un bagno in un mare spettacolare, giusto sotto il terrazzo dell’hotel dove soggiornavo con mia mamma. Ogni sera prima di cena, così terminata la doccia e il rito della crema doposole, del contemplare i progressi dell’abbronzatura, pregustando la serata, mi affacciavo al balcone (ok dopo essermi vestita) e lo ammiravo. Il tramonto rosa e questo ragazzo atletico, alto che nuotava e percepivo come aspettasse quel momento tutto il giorno, sotto un sole rovente e assurdamente umido. Finalmente un po’ di frescura e la pace.

Non sono mai stata una cacciatrice, neanche tanto preda a dire il vero, per cui non facevo nulla, se non due parole e rimirarlo.

L’ultimo giorno, prima di partire, andai a salutarlo. E con somma sorpresa lui mi mise in mano il suo indirizzo di casa, in Romania.

E io a dirmi, ma cosa mi combini? Hai avuto due settimane e ora te ne esci con sto bigliettino, quasi sottobanco, come la versione di un compito in classe da copiare.

Gli scrissi.

Non mi ha mai risposto.

Annunci

13 thoughts on “Flash estivi

  1. Oh Sandra col bagnino rumeno. Appunto roba da partire per andarlo a cercare in Romania, per poi scoprire che lui si è trasferito in Italia. 😀
    Aspetto il consiglio del libro. 😉

    • che a rileggerla sta storia sembriamo proprio due stonati. Ti lascio il titolo del libro Una vita qualunque – Ygal Leykin – Ediz. Giuntina, per la recensione Keep calm and wait for 27 Jan.

  2. eh i bagnini delle estati che furono, che bei ricordi! e gli amici di Pavia…..e gli olandesi….ah sospirone! (torno alla digestione degli spaghetti ai frutti di mare, che ok siamo tornati in ufficio tutti, ma un piccolo stacco oggi ci stava solo bene!)

    • Va be’ Claudia, ma i bagnini romagnoli erano proprio un’altra storia, figurati bigliettini quando non c’è più tempo, ahahah loro vanno subito al sodo!

  3. Questa te la rubo e ci faccio un racconto lungo. Mi serviva proprio un’idea per il finale, dato che ho il titolo e anche l’incipit. Se me la pubblicano ti offro uno spritz 🙂

  4. Ti racconto anch’io di un’occasione perduta. Erano i tempi universitari: lui mi piaceva e lo guardavo a lezione di filosofia del diritto, lui mi guardava allo stesso modo, tutti e due timidi e impacciati. Poi, un bel giorno, questo tipo mi ferma nell’atrio della facoltà e mi chiede se voglio studiare con lui il diritto privato, gli dico di sì e la mattina successiva scoppia il caos che terrà la facoltà di giurisprudenza chiusa per l’occupazione. Non lo incontro più. Non studiamo più insieme.
    Mi sono rosicata i gomiti per un anno intero!

  5. @ WOW Michele e Marina usate e abusate pure del mio racconto, con finale sì da mangiarsi i gomiti come per la faccenda universitaria di Marina! Helgaldo un bacio anche a te! E spritz per tutti!

    • MAI PIU’ e ti dirò non sono neppure tornata a Cipro, però ce l’ho proprio presente fisicamente, ecco, ma non ci penso mai, mi è venuto in mente perchè nel libro viene nominata la Romania.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...