Carlotta e Buck

Quando ho saputo dell’iniziativa di Serena ho pensato di voler partecipare con un mio pezzo, ma a memoria non mi venivano in mente racconti già scritti che avessero i requisiti richiesti che non erano pochi. Non ero neppure nel mood giusto per scriverne uno nuovo.

Ho quindi spulciato la mia cartella e con una certa sorpresa ho trovato qualcosa di quasi adatto. Un racconto scritto molto tempo fa, parliamo forse anche di un decennio, il cui incipit addirittura aveva partecipato a qualche concorso di cui ho un ricordo molto nebuloso, il titolo era Quel che resta di noi. Lo stile mi piaceva ancora molto, ma il finale era del tutto fuori tema, l’ho eliminato e sono ripartita da lì, scrivendo qualcosa di totalmente nuovo, che leggerete (se lo vorrete) dalla metà circa in avanti nella versione definitiva. Alla fine la quantità di parole ovviamente sforava. E’ entrata in gioco la forbice che, in questi casi di solito agisce come prima cosa su aggettivi e avverbi, poi sulla costruzione delle frasi (a volte si ottengono ottimi risultati girando le parole) e infine sui dettagli della trama, con la lima per affilare qualcosina. Ed è uscito Carlotta, il titolo solo alla fine. L’ho lasciato riposare, e rileggendolo ho pensato funzionasse e rispondesse alle esigenze dell’antologia che prevede animali (non solo lupi, infatti da me c’è un cane), fratellanza umana e animalosa. Contiene anche l’immancabile messaggio di speranza.

Mi sono sentita un po’ (tanto) spiazzata nel dietro le quinte non essendo su FB. Il party saltato ha aggiunto il carico da 11, la rottura del pc mi ha dato la mazzata finale, ma ora sono di nuovo pronta con la promozione a modo mio. E’ arrivata la versione tradizionale con vere pagine da sfogliare e Natale si avvicina. Abbinato a una tag segnalibro hand made e a qualcosa di cioccolatoso sarà un regalo perfetto per molti dei miei amici e spero anche per molti dei vostri. Seguiranno foto. Intanto vi lascio ben volentieri il link per il cartaceo (cliccate). Costa 8.50 euro che vi ricordo andranno, dedotte le trattenute di Amazon, alle vittime del terremoto.  

Annunci

15 thoughts on “Carlotta e Buck

  1. A volte la forbice è necessaria, specie se è un racconto di qualche anno prima. Si vede che era arrivato il momento giusto per tirarlo fuori
    Mi spiace tanto non aver visto in tempo per poter inviare qualcosa anch’io. So un po’ come ci sente ad aver paura, quella sera lo abbiamo sentito il terremoto. Conosco le zone, alcune le abbiamo vissute, sono le nostre terre. Diciamo che ti tocca un po’ di più.
    Aspettavo il cartaceo e lo prenderò.
    Ho persone che conosco personalme che fanno parte della croce rossa e dei vigili del fuoco che sono attivi o lo sono stati.
    Anzi, in merito, la stessa squadra operativa dei vigili del fuoco è candidata ad un premio in Germania per l’intervento nei soccorsi del suddetto sisma.. Per votarli c’è un sito specifico. Per chi cone me vuole farli vincere, mi contatti in privato, gli invio il link. In confronto mi sento piccola e forse mi sento fortunata d’aver provato solo paura. La zona era distante dall’epicentro.
    Sai che un tuo amico ha perso casa e pensi che è tra i fortunati ugualmente.
    Per quanto riguarda fb, ti capisco, io ce l’avevo ed ho una repulsione, ma per informarmi sul libro, ho preferito fare due passi indietro.
    Per una giusta causa, l’orgoglio o tante altre stupidità si accantonato.
    Mi sono allungata.
    Grazie per il link del libro.

    • Grazie a te che sei presente! Facci poi sapere il gradimento dei racconti proposti. Come è scritto sull’antologia i miei nonni paterni hanno perso la casa nel terremoto del 1976 in Friuli, purtroppo qualcosa ne so anch’io da vicino di queste tragedie.

  2. Collaborando con Serena alla caccia al refuso, ho avuto la fortuna di leggere i racconti in anteprima. Non ti faccio i complimenti anche per questo racconto (anche se sarebbero sinceri) perché poi, a forza di dirtelo, finisce come Al lupo! Al lupo! (sempre per restare in tema) e non mi credi più.
    Comunque nel complesso una gran bella squadra di autori, devo dire. Una collaborazione che porterà ottimi frutti, ne sono certa. 🙂

    • Tu poi ti se spesa come pochi, cara Silvia, va detto che insomma bene gli autori ma non dimentichiamo chi ha messo insieme l’antologia e continua a lavorarci.
      No, comunque ti credo se mi fai i complimenti eh. Bacione

  3. Ho ordinato ieri sera le mie copie direttamente dallo smartphone…da cui riesco a fare acquisti ma non a commentare. Consegna prevista per il 31/10.

  4. Appena ordinate 6 copie cartacee, spedizione tra il 28/10 e il 2/11.
    Nel frattempo ho già sbirciato l’ebook, ma non vi dico niente (ho ancora un casino di letture arretrate, ma vedremo quanto resisto a non leggerlo subito).

    • 🙂 no, no, non dire nulla, brutta roba le letture arretrate, che è una sorta di ossimoro, si accumula una cosa bella, una dispensa emotiva e diventa fonte di malcontento.

  5. La terra trema ancora.
    Sentire mia madre dirmi del terremoto e per la prima volta sentirla agitata, lei che non ha mai avuto paura.
    Persone ancora colpite e riuscire in strada di nuovo.
    È angosciante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...