Cronache dal part time

img_0342

Ma non sono forti le foto in bianco e nero con solo un colore? Abbiamo scelto il blu come il bordo della passerella e fatto un po’ di prove (parlo al plurale ma ero solo lì a dire “di più, no di meno, sì va bene”) 😀 e il risultato è proprio bello

Sono abbastanza incapace di vivere al momento, giorno per giorno. Un po’ di programmazione è la strada sui cui si muovono i miei piedi, anche quando sono in part time. Credo che non mi deprimerei a fare la casalinga full time, ma l’entrata economica del mio stipendio ridotto fa molto comodo. Il concetto è sempre quello di lavorare meno, accettando di guadagnare meno, per vivere meglio.

Sì, lo so. c’è chi adora il proprio impiego, ne trae soddisfazione e completezza. Li invidio, li ammiro, sono stati più in gamba di me, e forse anche a volte un po’ più fortunati per occasioni, con l’intelligenza di saperle cogliere. Ho commesso una serie di errori, fin dalla scelta delle scuole superiori, mi sono fossilizzate e su alcune cose ho avuto una sfiga colossale. Per me il lavoro è fonte di sostentamento e basta.

Sono ragionamenti, il mondo è pieno di impiegati frustrati e di gente appagata da professioni creative magari, che impazzisce a far quadrare il bilancio di casa. Poi c’è il mondo a parte dei mega professionisti super benestanti, lontani da me.

Il decreto Renzi che abolisce Equitalia, di cui tutti avrete sentito parlare, prevede la soppressione dal 1 gennaio di metà degli adempimenti fiscali di cui mi occupo e di cui sono specializzatissima. Così di botto, una rivoluzione. Il ridicolo è che fino a ieri, l’omessa presentazione e/o l’errata compilazione comportava sanzioni pesanti, ne ho viste tante, veri e propri accanimenti, e tra due mesi ciao, chissenefrega.

Metà del lavoro che faccio non esisterà più. Difficile riciclarsi, però rimane l’altra metà, buffo, a chiedere il part time quasi quasi ho fatto un favore all’azienda con ste novità.

Vedremo. Sono un po’ sotto shock. Ma non smetto di godermi lo stare a casa, andare a prendere i nipoti a scuola, e tutto il resto, che è tanto, tantissimo.

Annunci

15 thoughts on “Cronache dal part time

  1. molto belle le foto b/n + 1 colore, ci vedo molto bene anche il giallo, che illumina i grigi!
    oggi, nonostante sia bel tempo e si avvicini un w.e. lungo, mi girano a mille…..eh, mica si ha l’umore a richiesta…..grrrr….
    per quanto riguarda il lavoro che piace, io pure ci vengo solo per lo stipendio, l’unica fortuna che ho è che i miei colleghi sono simpatici e almeno ci si passa la giornata, ma se saliamo di pochi gradini e andiamo verso i livelli più alti, serve il sacchetto di bordo!
    Buon part-time (e non parliamo di leggi che fino al giorno prima erano fondamentali e dal giorno dopo sono carta straccia, l’Italia degli ultimi 40 anni è stata completamente costruita sui condoni…..e si vede! 😦 )

  2. Uhm, gli unici soddisfatti del proprio lavoro sono i miliardari e gli ubriachi. 😛
    Gli altri mentono, più a se stessi tra l’altro. Che se potessimo stare tutti a casa in panciolle o circumnavigare il mondo di vacanza in vacanza, non credo ci rinunceremmo!
    Due cose, per cambiare verso a quell’umore: Renzi ha soppresso Equitalia, ma nascerà Agenzia delle Entrate – Riscossioni. Cambieranno i riferimenti e gli indirizzi, ma toccherà sbatterci la testa ugualmente. Che in Italia per fare pulizia si toglie la polvere nascosta sotto il tappeto e la si nasconde sotto la lavatrice.
    Seconda: non conosco nello specifico il tuo lavoro, ma non credo che le tue competenze e la capacità di problem solving acquisita con l’esperienza siano legate ad un ente specifico. Di sicuro sai districarti nelle comunicazioni in burocratese, che non è poco!

    • Mastico, imparato sul campo, parecchio commercialese e fiscalese e contabilità, ma se non sopprimo pure l’altra metà di cui mi occupo mi sento assai tranquilla. Ma è chiare che morta Equitalia se ne fa un’altra, è il grande bluff del momento alias propaganda referendaria.

  3. La mia azienda sta vivendo una situazione simile, perché è un momento di cambiamento. Io stessa sto valutando l’idea di chiedere un part-time, perché pare che non dovrebbero rifiutarlo. Le motivazioni? Le stesse. Il lavoro serve a darti un sostentamento, non a farti ammalare.

  4. Ti lascio un salutone in tutta fretta. Non ho letto cosa hai scritto, ma la foto mi ha colpita tanto. Comunica gioia, libertà e le braccia aperte mi sembrano pronte per accogliere il mondo. Ripasso per leggerti con calma appena posso. Intanto, beccati un bacione. 🙂

  5. @ Chiara, io sono ancora in part time di prova dopo che l’ho chiesto il 10 febbraio, a sto punto la situazione gioca a favore di una conferma definitiva, e ti giuro che cambia la vita! DO IT!
    @ Iara, grazie il bacione me lo prendo molto volentieri, e grazie per gli apprezzamenti alla foto, merito del panorama, siamo a Orta S. Giulio e del marito fotografo.

  6. Che invidia, io le foto in bianco e nero con un solo colore non le so fare. 😦
    Devo applicarmi, perché lasciare in sfumatura di grigio la foto, e colorare solo la parte di mondo che piace, è parecchio affascinante. 😉

  7. Adoro questa foto…sai che non sono capace nemmeno io a modificare le foto cosi…devo applicarmi =D
    Anch’io sono dell’idea che il lavoro sia solo per il sostentamento, sn la prima a dirti che io ho lasciato il mio lavoro prima di andare fuori di testa…poi c’è chi ha la fortuna di amare il proprio lavoro (vedi mio marito che non cambierebbe lavoro manco pagandolo =D ) beati loroooo 😉
    Goditi il tuo part-time cara…
    un abbraccione
    Anna

  8. @ Helgaldo, i miei tantissimo sono veri e concreti mica il fumo che gira nei blog 😀
    @ Marco, serve Photoshop per la foto posso farti dire dall’Orso la procedura
    @ Violet! per la foto vedi sopra, per l’andare fuori di testa ho rischiato spesso pure io
    Abbraccione a tutti e tre, amici!

  9. Bella la foto bicolore e il blu è uno dei miei colori preferiti. Goditi il part time Sandrina bella, anch’io vado al lavoro solo per pagare mutuo e pane, che poi il lavoro in sè non mi dispiacerebbe se non ci fossero tutte le assurde italiche leggi inutili e assurde con cui abbiamo a che fare. Credimi il tempo passato con i nostri affetti e a fare le cose che amiamo è il solo tempo speso bene…

    • da qualche parte ho letto che in punto di morte rimpiangeremo il tempo non passato, come dici tu, con i nostri cari, non certo quello speso al lavoro. Io ci ho messo l’anima a fare quello che mi sono trovata a fare, pur non essendo la mia aspirazione, e qualche soddisfazione l’ho avuta, ma tutto sommato mi pare un immenso non riconoscimento globale…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...