Big Magic

Quando Francesca e Speranzah mi hanno consigliato il libro Big Magic di Elizabeth Gilbert ho preso in considerazione il suggerimento ma poi, come spesso accade, è rimasto lì, che con le letture sono sempre di riconcorsa. Così Francesca ha tradotto un’intuizione preziosa in un gesto concreto e generoso e me l’ha regalato!

Non è un manuale vero e proprio, né facilmente riassumibile. Mi chiedo cos’avrebbe fatto di me l’esortazione a una vita creativa, se l’avessi letto allora, circa 6 mesi fa, nel clou di un Big Panic altro che Big Magic, quando paura e frustrazione erano le mie compagne… non so dire se avrebbe avuto lo stesso importante impatto che ha avuto leggendolo ora, forse paradossalmente anche se quello era il momento in cui avevo bisogno di una guida, ero troppo impantanata per riconoscerlo come tale. Forse mi sarei arroccata alle solite considerazioni “seeee, facile parlare ora, dopo la fama raggiunta con Mangia Prega Ama”. So però che gli esempi su come relazionarsi in merito ai fallimenti, ai rifiuti editoriali, alle attese, al lavoro che ci dà uno stipendio e consente di scrivere solo nei ritagli di tempo, a certe sbagliate convinzioni (tipo che i libri siano per un autore come dei figli) hanno aperto una grande breccia nel mio vivere non solo la scrittura ma l’intera esistenza. Credo sia avvenuto qualcosa di difficilmente descrivibile in me, il completamente e il perfezionamento di un processo che avevo iniziato a compiere da sola alla cieca.

Molte le pagine su cui riflettere, direi tutte, ma ho scelto qualche concetto per voi, che ho rielaborato con le mie parole.

La prospettiva che esista una vetta da raggiungere presuppone che il mistero dell’ispirazione operi secondo criteri umani, quindi basati su successo e fallimento e questo è estremamente pericoloso. E soprattutto cosa c’entra con la vocazione e la ricerca dell’amore?

Sbagliato farsi guidare dall’ego, non è infinitamente più magico farsi guidare dall’anima?

Occorre amare l’ispirazione, sedurla altrimenti scapperà. Voi scegliereste la compagnia di chi non crede in voi e si comporta in maniera sfiduciata e sciatta?

Dimenticarsi di: mercato, competizione, confronto, pezzi venduti sembra folle ma è davvero salutare per scoprire il miracolo di una vita creativa e rispondere solo ad essa!

E infine, qui riporto la testuale frase di Elizabeth Gilbert: la dea protettrice del successo potrebbe farsi viva con voi oppure no, quindi vedete di non contare su di lei e di non legare a doppio filo la vostra felicità alle sue bizze. Lavorare sodo non garantisce nulla nel regno della creatività.

Cosa dire ancora? Soprattutto grazie a Francesca per questo splendido dono, e brava anche a Speranzah (del resto entrambe conoscono pieghe del mio intimo da tempo). In questo post l’opinione di Francesca sul libro e questo invece è il relativo post di Speranzah.

Elizabeth Gilbert Big Magic Ediz. Rizzoli Traduzione Martina Rinaldi

 

Annunci

20 thoughts on “Big Magic

  1. Spero di leggerlo sotto le feste, l’avevo cominciato ma poi altre letture hanno avuto la precedenza. Anche se adesso è appena uscito il manuale sulle scene di sesso di Gabaldon (Outlander) che mi tenta di più 😉

      • Guarda, ci sono circa 3 pagine di nomi e nomignoli per il “cosino” e la “cosina”, più altre annotazioni sui nomi per le diverse epoche. Quando leggo le accuse alla Gabaldon di non documentarsi, mi viene da ridere (anche perchè in genere non sono critiche da altri scrittori, ma da lettrici in cattedra…). 🙂

  2. Ciao cara, ho letto anch’io il libro durante le vacanze estive. Mi è sembrato entusiasmante: accende la motivazione, il coraggio di tentare e di aprire la propria esistenza a qualcosa di più dell’ordinaria quotidianità e questo, a prescindere dai risultati. Mi è piaciuta tantissimo la prospettiva di vedere la scrittura e non solo, dal punto di vista della gioia, contraddicendo l’opinione comune che lega l’arte alla sofferenza. Oggi, lo guardo da una certa distanza e sarà che ho litigato con l’arte in questo periodo, ma vedo tutto da un punto di vista più realistico. (Forse, dovrei andare a rileggerlo, chissà.) Ti abbraccio. 🙂

  3. Sandra, sono davvero contenta ti sia piaciuto e che sia stato per te fonte di ispirazione, non era così scontato, forse è davvero arrivato al momento giusto e sono contenta di essere stata io a dargli una spinta. In fondo, dal momento in cui ho incominciato a leggerlo a quando l’ho finito, io ho sempre pensato a te e sarà sempre così, ogni volta che poserò gli occhi su di lui.
    Ti abbraccio, Francesca

  4. @ Barbara, quando lo leggerai sarò molto interessata al tuo parere, per ora goditi il sesso della tua amata Gabaldon
    @ Iara, non è detto che la magia rimanga inalterata: magari tra un po’ sarò di nuovo qui a scrivere lagna post, spero davvero di no
    @ Francesca, no non era affatto scontato, e non posso che rinnovarti la gratitudine per questo prezioso dono. Ps. avevo lasciato un commento al tuo post che è ahimè sparito

  5. Mi trovo in tale sintonia con le parole che hai citato che non so se comperare subito il libro o non leggerlo affatto perché so già tutto! (Scherzo, naturalmente, e vado a vedere cosa dice Amazon.) 😉

  6. ero convinta di avere già commentato ieri….andiamo bene…..mi serve proprio un caffè grande e robusto!
    comunque ne avevo già sentito parlar bene, e se anche tu confermi, stasera lo prenoto in biblioteca, così per le feste sarà mio!
    vado al bar

    • magari qualcosa non ha funzionato nel postare il commento. Tu vai al bar e in biblioteca e poi mi dirai. La vita creativa riguarda diverse forme d’arte dal pattinaggio allo scrap, in cui tu sei maestra!

      • maestra lo sono solo di diploma 😀 😀 😀
        per quanto riguarda lo scrap sono più “shopping addicted” !!!!

  7. Non lo conoscevo ma le tue parole mi hanno fatto venire una gran voglia di leggerlo. E siccome il mio amore verso la scrittura va da mille a zero nel giro di una notte, credo che potrebbe essermi di aiuto. Grazie del consiglio! 🙂

  8. Urca, mi era sfuggito questo post! Inoltre non entravo nel mio blog dalla notte dei tempi! Quindi alla fine l’hai letto. Nel momento giusto per te! Bene, sono felice che ti sia piaciuto.

  9. Pingback: Bilanci e propositi: ci caschiamo ogni anno | ilibridisandra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...