Giornata della memoria: il mio consiglio di lettura

Come consuetudine di questo blog il 27 gennaio propongo un libro per ricordare le vittime dell’olocausto, che poi siamo tutti d’accordo sul fatto che non vadano dimenticate mai.

Mitia è vedovo e sta per compiere novant’anni, vive in un’abitazione protetta per anziani a Tel Aviv quando all’improvviso riceve una telefonata da un amico di gioventù, il quale pare abbia notizie importanti su Telinka, la sorellina di Mitia che, una volta caricata su un camion dalle SS, riuscì, grazie alla prontezza della madre a fuggire e di cui non si è più saputo nulla. Da quel momento Mitia comincia a scrivere un diario, e chi si appresta a leggere questo romanzo ha in mano proprio quel diario. Le vicende raccontate nel libro sono infatti realmente accadute e raccolte proprio dal figlio di Mitia, un importante medico che lavora a Pordenone.

In Una vita qualunque di Yigal Leykin Ediz. Giuntina (sempre lei, una garanzia per chi ama la letteratura ebraica) si alternano i giorni di Mitia che precedono l’incontro col vecchio amico, e il passato affidato al diario e racconta una Shoah in qualche modo diversa: non solo l’orrore dei campi di sterminio ma quello più sottile dello stravolgimento di vite qualunque per la persecuzione nazista. Un’esistenza in fuga in diverse città della Polonia fino all’Unione Sovietica, poi la guerra, il ghetto, l’addio straziante ai propri familiari, il ritorno in patria, la terra promessa d’Israele. Siamo di fronte a un romanzo delicato, entriamo in punta di piedi a conoscere una famiglia benestante di Kovel, che verrà distrutta, facciamo amicizia con Bussia, l’amatissima moglie di Mitia, e c’inteneriamo per questo uomo gentile che ci conduce per mano nei suoi 32850 giorni come ama precisare lui avvicinandosi al compleanno. Sull’intera narrazione aleggia il mistero di Telinka, dispersa, ma forse ancora in vita.

Emanuele ha comprato questo romanzo al Salone di Torino, l’ha letto in Grecia e me l’ha consigliato, è piaciuto molto anche a me e pure a mia mamma. Una lettura preziosa da non confinare alle celebrazioni odierne.

Annunci

2 thoughts on “Giornata della memoria: il mio consiglio di lettura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...