Le parole di questi giorni

Scrittura di getto, 15 minuti, parole sparse e pochi concetti per descrivere questo giro di part time, con diversi problemi informatici (sorry Silvia Algerino “comments are closed for bots” è la scritta che annulla ogni mio commento da te), mail che non arrivano e via dicendo che un po’ mi allontanano scazzata dal pc.

Via:

Due giorni col nipote full time, dalle 15 di martedì alle 20 di ieri, non ho più i piedi, caldo, aiuto giri infiniti nei negozi ma bellissimo. E poi giochi, sfide a Mister Mind, lo conoscete? Io ci ho sempre giocato un sacco da quell’estate al mare quando piovve tanto ed era a disposizione della pensione di Rimini dove eravamo con i cugini e amici che madò hanno tipo 2 anni più di me e sono già nonni. Ah. Carnevale, un sacco di dolci tipici che forse sono quelli che amo di più di tutto l’anno. Casini informatici, appuntamenti saltati grrrr gente scorretta che mai più mi avrà anche se han detto “lo riposizioniamo per il 2018” Dio, ma come si fa? E altri inviti bellissimi sempre per le presentazioni private ai blogger e giornalisti come me aahah che a dire come me fa ridere ma l’invito è vero e reale con autrici donne fantastiche, vi dirò poi. Nipote un sacco di nipote, Nanni, Cicia è in montagna con la nonna. Mia sorella in fiera. Pranzo a base delle famose polpette di mia mamma da lei ieri poi via appunto per i negozi. Ho visto le palme in duomo che palle sta polemica deficiente di gente che non ha un cazzo a cui pensare e associa le palme agli extra comunitari dimenticando la nostra bella riviera. Secondo me stanno pure molto bene anche se ora sono transennate, belle mi sono piaciute sarà che c’era un cielo bluissimo e il duomo bianco che spettacolo ho pensato milano è proprio bellissima e chi non ci crede che se ne vada o non ci venga in gita. Oculista, ceretta, Occitane, mercato, casa più curata tutto questo è il part time. Bello da matti. LA montagna incartata è fermo, forse ho messo troppa carne al fuoco ma non mi ha stufata eh solo voglio una piccola tregua perche mi pare mi stesse venendo una sorta di ansia scrittoria scrivo scrivo scrivo ma dove vado? Boh sto qua. Non rileggo chissà cosa scrivo mi piace questa cosa dà la frenesia di questi giorni che volano e per il calendario lavorativo che ancora non mi è del tutto chiaro questo giro ho 2 giorni a casa in meno del mese scorso boh per cui voleranno ancora di più e quando tornerò al lavoro avrò collega giovanissima che era andata via ritornata e collega nuovo che aveva sostituito collegafigo stato trasferito in altra sede quindi ci sarà da riassettare l’ufficio ancora una volta che palle odio ste cose ma collega giovanissima che pare svedese ma è piemontese mi è molto simpatica e mi era spiaciuto quando se ne era andata a Malpensa a lavorare x fare nuove esperienze nel nostro ramo ma un po’ diverse.

BON Che dire? SOSPIRO sto ancora leggendo Anna Karenina, dio mio le ultime 100 pagg sono un’agonia vera magari sta sera finisco ho dei libri lì che mi aspettano e sono fantasticamente da vigilia nel senso sembrano belli belli e ho tanta voglia di loro. Poi Anna Karenina è pure scritto piccolissimo e con i problemi attuali di vista e ‘na fatica vera. Immenso capolavoro sì ma qualcuno tipo io abbia il coraggio di dire che in alcune pagine non scorre e poi a me a dirla tutta Anna K mi pare una gatta morta e preferisco di gran lunghissima KITTY KITTY ottimo personaggio pure Levin anche se quando parla tipo dell’agricoltura che balle. E poi pensavo anche chi non l’ha letto ne conosce il finale, chissà come mai e magari pure l’incipit più famoso si sempre. Bellissimo sia detto. Credo che per un po’ leggero cose non classiche ma più nuove anche per continuare a rendermi conto di cosa offra il panorama attualmente, io che nel panorama vorrei entrarci. Sembra così strana la casa oggi senza Nanni che gioca con il mio orso preferito di peluche e anche con l’orso vero marito a scacchi e ci si abbraccia e ci sono mille briciole in giro e ancora le sue ciabatte dimenticate. Gli ho preso 3 personaggini lego che alla fine non ho resistito al Lego store, e lui mi ha detto grazie 10000 volte e io caspita a volte penso che non sono mamma così ho avuto la possibilità di fare di più la zia altrimenti questo non sarebbe avvenuto e allora forse era questo il mio destino, la mia strada chissà ma per ora mi sembra una strada molto bella forse la migliore a cui avrei potuto ambire.

Gli ho mostrato le illustrazioni di Nina Strick e lui era contentissimo mi ha detto diverse cose buffe tipo “zia dovresti trovarti un editore come Mondadori o Giunti!” ehheh come no, però si vede che mi ritiene all’altezza, ahah lo adoro. BENE butto un’occhiata all’orologio e ci siamo è ora quasi di chiudere questo pazzo post strampalato senza rilettura

 

Annunci

12 thoughts on “Le parole di questi giorni

  1. wow mi sembra di fare le scale di corsa e arrivo in cima col fiatone ma orgogliosa di averle fatte!
    Occitane? ora vogliamo sapere cosa hai comprato! io la ADORO! (w la Provenza!)
    e w i nipoti! e w gli orsi!

    • Occitane domani, ho prenotato un trattamento viso riservato ai clienti top gold vip insomma le fessacchiotte che come me ci lasciano giù un po’ di stipendio. La nuova crema contorno occhi è ottima, ho provato il campioncino magari poi scatterà l’acquisto. W le lettrici come te!

  2. Fa impressione: leggere tutto d’un fiato questa pagine per stare dietro ai tuoi pensieri e poi immaginarti con Anna Karenina in mano a rallentare i giri. 😀

  3. Adoro questo tipo di post, e dovrei darmi anch’io i quindici minuti quando scrivo, altrimenti finisco a scrivere post di poche righe ogni santa volta. Il tutto perché ultimamente sono sempre in censura preventiva che quello che mi sta succedendo nella vita e sul lavoro lo vorrei raccontare ma non posso eccedere, perché rischio di inguaiarmi, e non poco. Ad esempio so per certo che una mia utente ti legge, tant’è vero che quando sei venuta da me era dispiaciuta di non poterci essere… Quindi chiaramente le preoccupazioni del lavoro, non le riesco a riversare qui, e quelle personali, beh, siccome stiamo comprando casa e prevedendo altri due traslochi almeno per me e i miei genitori, perché arriva la quinta figlia di mio fratello e nella nostra splendida casa non ci stiamo più, ahimè. Così tutta la tribù che balla si deve spostare, e vi assicuro che è un bel casotto. Ecco, sul mio blog non ero mai riuscita a scriverlo, perché è meglio che molte persone non sappiano diverse questioni, un po’ per scàramanzia, un po’per evitare ingerenze da parte di persone “interessate”, insomma, in effetti esplodo dalla voglia di parlare, e anche se non ho mai detto a nessuno che ho un blog non mi sento libera di scrivere. Ad esempio.
    Baci

    • Quindi cara Bridigala sfrutti il mio blog!? Che bello! Davvero, questo è lo scambio vero tra noi. Io mi sono inguaiata in passato e non poco, ma la colpa è di chi riferisce, chi maligna, chi in fondo è cattivo, e alla fine le cose a parte che si sono sempre sistemate ma i nodi vengono al pettine, e la vera figura non l’ho fatta certo io che semplicemente riporto fatti di vita mia ma chi si comporta di merda sì di merda e viene pubblicamente sputtané. Certo che i bimbi in arrivo sono una gioia vera e sono contenta che la Bridigala’s gang si allarghi. Un abbraccione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...