Vita da autrice

Un bel blog incontro, avvenuto sabato, anche se un po’ fugace, quello con Giulia e  Cristina che vedete con me in questo selfie. Foto che potrebbe essere intitolata: tre autrici castane.

Quando lascio l’ufficio mi getto alle spalle le sue rogne e penso ai fatti miei, prevalentemente quelli scrittori, perché con 3 pubblicazioni imminenti le cose da fare sono davvero tante. Gli editori sono due con esigenze differenti. In più abbiamo Nina Strick finito, un progetto che mi riempie di gratitudine e gioia, lo sto mettendo insieme per darlo al tipografo, non sono né brava né veloce, per cui oltre a chiedere spesso l’intervento dell’Orso, ci vuole tempo. Con Martina la formichina abbiamo terminato, domenica ho preparato una presentazione e adesso tocca aspettare e sperare. Devo aggiornare di certo anche la rubrica #Genesi poiché Non è possibile sta facendo la sua strada e spesso chiede energie pure lui e non poche: da lunedì infatti le prime 30 pagine, dopo diversi palleggi di revisione tra me e CBM (che mi diceva “lo so che ti viene male a riguardarlo, ma si scrive per farsi le ossa”), sono finalmente perfette e in mano a chi rappresenta la mia ultima speranza/possibilità di salto. Tanto per riassumere la situazione qui, qualche giorno fa dovendo mandare la sinossi di Non è possibile a CBM le ho mandato quella de La montagna incartata e non me ne sono accorta fino a quando non è saltata fuori la cosa parlando con lei, e dopo che si era arrovellata pensando “bella sta storia, ma mi pare di averne letta un’altra completamente diversa!”. Ho ordinato dei biglietti da visita 😀 visto che mercoledì ho una conferenza stampa per un romanzo Mondadori, candidato allo Strega. Oh, oh, oh.

A un certo punto però tocca smettere anche col secondo lavoro e pensare alla cena, ammesso di aver fatto la spesa, alla casa, ad andare a dormire. Tuttavia c’è sempre il momento decompressione in cui io e Emanuele guardiamo questo programma davvero idiota, talvolta cenando se si è fatto tardi, oppure – cosa che preferisco – sul divano ed è un momento un po’ così tutto nostro.

Sta sera nell’ordine sono: uscita dall’ufficio alle 17.30, alle 18 ero dal tipografo per i biglietti da visita, mi ha mostrato alcuni prototipi, scelto, stampati, tagliati, ritirati. Di seguito supermercato, tutto per fortuna è vicino, ora casa, metto via la spesa, controllo le mail, devo inviare il contratto scansionato per Figlia dei fiordi a goWare, ok fatto; mia sorella mi ha mandato una foto che potrebbe funzionare come copertina, aggiorno il blog, rimando di rispondere a una mail di una blog amica. Non appena avrò chiuso qui mi laverò, avvierò la cena (peperoni ripieni comprati pronti alla gastronomia della Coop), poi stirerò, poca roba, tra cui però una camicia di quelle impossibili.

Advertisements

10 thoughts on “Vita da autrice

      • Anche perché se ti dimentichi di noi veniamo a tirarti i tuoi bellissimi capelli castani! 😜 Bravissima Sandra. 🙂

  1. Adoro leggere il tuo blog quando mi sento giù… Sei talmente piena di vita che la tua energia mi arriva per osmosi. 😊
    In bocca al lupo per i tuoi ennemila progetti ❤
    (Sì, ho commentato solo due volte e probabilmente ti sarai anche scordata di me, ma ogni tanto riappaio)

    • Va benissimo, Eleonora, anche se commenti di rado, perché vedo che quando lo fai, be’ lo fai alla grande. Hai scritto una cosa bellissima, grazie, dai davvero un senso a questo blog di chiacchiere libresche e di fatti miei, spero che tu non ti senta giù troppo spesso. Un bacione.

  2. Arrivo in ritardo ma arrivo! Le tre autrici castane, carino come titolo! Ancora grazie per essere venuta alla mia presentazione, con te e Cristina è stato come incontrare delle vecchie amiche, potenza del blog! Che bello avere tante pubblicazioni in arrivo! Bacioni 😘

  3. A volte quando leggo il tuo blog vorrei avere in prestito un po’ della tua energia, questa tua capacità di fare, fare, migliorarsi, andare avanti, superare tutto. Se fossi un editore big ti metterei sotto contratto subito, con la clausola di due romanzi l’anno, tanto sei una garanzia di produzione e di qualità-

    • Che complimentone mi fai, Tenar! Grazie! Ho i miei lati oscuri, bisogno di dormire tanto, e la clausola che citi mi metterebbe un’ansia pazzesca, ma sarebbe bello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...