Cosa ho capito di matrimonio e mariti

In questi giorni stiamo organizzando la festa denominata 50 + 10, cioè per il 50^ compleanno di mio marito (11 ottobre) e per i 10 anni di matrimonio (8 settembre), le due ricorrenze ravvicinate ci hanno fatto propendere per un’unica giornata (15 ottobre) e una cinquantina di invitati. Ho riflettuto molto sul fatto che per me 10 anni di matrimonio (nozze di stagno) sono un traguardo importante oltre che bello, che lo voglio condividere e celebrare recuperando in un botto tutto ciò che ahimè non ho potuto fare (dicasi battesimi e festine di compleanno pargoli). E se spesso nei confronti della vita mi sento ancora una dilettante, è anche vero che qualcosina su matrimoni e mariti l’ho capita.

Mi sento di affermare che il mio non è un matrimonio combinato, presumo neppure il vostro, quindi dovete per forza esservi sposati per amore (le nozze riparatrici non le prendo neppure in considerazione): non dimentichiamolo mai.

Quanto mi scoccia venire associata alle malefatte di mia sorella, mamma, papà, cugini ecc?  Tantissimo! Loro sono loro, io sono io! Giusto! Ecco, lo stesso vale per mio marito, per quanto mi possano far infuriare i suoi familiari e parenti, loro sono loro, lui è lui.

Un marito non appartiene a una setta oscura: ha giornate storte e i suoi piedi se lasciati a lungo dentro scarpe da ginnastica senza calze avranno un odore simile a quello del taleggio, perché è un essere umano, proprio come me.

Aderire alla stessa idea di sesso è quanto meno auspicabile; non raccontiamoci stronzate, lo si capisce abbastanza in fretta.

L’amore vince su tutto, wow, trovo che essere una brava persona, libera sentimentalmente sia altrettanto importante per costruire un futuro insieme.

Il matrimonio è un viaggio, assicurarmi un compagno che non mi annoierà è stato fondamentale; del resto attraversereste l’Atlantico insieme a qualcuno che, superato il primo momento di euforia, vi fa sbadigliare (o peggio vi irrita) o con il quale avete poco da dire? Direi di no.

Un matrimonio è come una lavatrice: è programmato per funzionare ma nessuno sa dire per quanto tempo.

Un matrimonio non è come una lavatrice: garanzia e libretto d’istruzioni non sono contemplati.

Ne consegue che il  matrimonio è pieno di contraddizioni. Io di sicuro, forse anche voi.

Ci sono piccoli gesti in grado di dare grandi risultati: il piatto preferito di mio marito per cena (preso in rosticceria va bene uguale) è tra questi.

Cerco di essere lungimirante, non permetto invasioni di campo: il simpatico pranzo domenicale dai suoceri ripetuto per decenni diventa un ergastolo, pensarci per tempo prima di stabilire rituali che potrebbero strangolare la coppia non è una cattiva mossa.

Per quanto incavolata sono non manco mai di rispetto né a mio marito né ai suoi cari, sono ferma nelle rimostranze, critico le azioni, non le persone.

Osservo bene l’invito di nozze, c’è scritto il mio nome, Sandra Faè, non Wonder Woman, non agisco quindi pensando di esserlo o poterlo diventare.

Scusa e Ti amo sono parole piuttosto importanti, non le svilisco abusandone, ma non dimentico che esistono e le uso con sincerità.

Penso sempre al matrimonio come a una festa: qualcosa può andare a ramengo, magari la crema sulla torta non sarà fresca e il gruppo musicale farà qualche stecca, ma quanto è bello stare insieme!

Banale, da libro Harmony e carta di cioccolatini: siamo in due per dividerci i fardelli, non per moltiplicarli.

Ci sono ancora giorni in cui mio marito è il mio super eroe personale, mantello e mascherina li vedo solo io, ma ogni apprezzamento che riceve (tocca riconoscere che sono molti!) mi inorgoglisce da matti.

 

Annunci

25 thoughts on “Cosa ho capito di matrimonio e mariti

  1. Che bello questo post!
    Condivido molto, anche mio marito è il mio super eroe personale, anche se mi ricorda di essere umano dimenticando di portare giù la spazzatura 😉

    • La spazzatura è compito mio! Sono felice che anche tuo marito sia il tuo super eroe personale, davvero. Sono giorni che sto post mi girava in testa: dall’escursione in Val di Mello quando siamo stati tanto bene insieme, con i nostri ritmi e difetti, e pensavo “caspita, ma ce ne facciamo di compagnia!” poi oggi ho discusso con una persona che per tutta risposta mi ha detto “ti meno!”, così è arrivato l’Orso e gli ha detto “prova ancora a minacciare mia moglie e vedi!”

  2. Che bellissima dichiarazione d’amore! Tanti auguri per il doppio felice evento e avanti tutta perché vi auguro una lunga strada ancora da percorrere insieme in cui lui sia sempre più orso e super eroe. Donna fortunata😀

      • Avevo letto volentieri e riflettuto sulla parte centrale del post. Se fossi stata sufficientemente attenta anche all’incipit avrei potuto rinunciare a farti degli auguri troppo anticipati. Tuttavia vi ho visti insieme, e tu e il tuo Orso siete proprio una bella coppia. E sul fatto di vederci… Mai dire mai!
        Baci

  3. Che dedica meravigliosa! Spero il tuo lui la legga presto!
    Sai, a giorni son dieci anche per me, e a tratti mi chiedo se lo “stagno” della tradizione non sia quello in cui devo affogare lui…ma no, dai, al netto di scaramucce e momenti down, anche no;-)
    AUGURISSIMI!

  4. essere fieri di 10 anni di matrimonio di questi tempi pare un pesce fuor d’acqua. Ma in dettaglio sono le parole che contano che dimostrano quanto solido è il vostro sodalizio e vi auguro che possa durare ancora a lungo.
    Certo il matrimonio è un insieme di fattori che si debbono accettare. Un bel compromesso tra la nostra anima ribelle e la vita in due. Ovvio che questo vale per entrambi

  5. Quanto mi fa riflettere questo post! Specialmente la parte sui rapporti con i suoi cari. Anche io sono ferma nella rimostranze ma senza mai mancare di rispetto, solo che a volte è così dura che ci si sente esplodere..poi vabbè basta ricordarsi che lui è lui. Anche per me un supereroe. Noi a breve festeggiamo 8anni (ma stiamo insieme da 26…qualche motivo ci sarà). Grande complicità e poi il pensiero che forse nella nostra coppia non ci sarebbe stato proprio spazio per dei figli. Interamente occupato da noi. Insomma cara Sandra, grazie per le belle emozioni che mi hai trasmesso e la dolcezza delle riflessioni che mi hai suscitato. Tra l altro, il mio supereroe compie gli anni un giorno prima del tuo!

    • Cara Luna, tocchi un tasto sensibile. A volte anch’io penso che un figlio avrebbe modificato questo sodalizio, anche se mio marito è davvero fantastico con i bambini per cui mi spiace più per lui che per me. Ah, non dirmelo, io ho dei sassoloni nella scarpa per certe cose dei suoi, ed è per questo che ho voluto sottolinearlo ragionandoci su in questo manifesto.
      Un super abbraccione

  6. Che bel post Sandra un’autentica dichiarazione d’amore a tuo marito! Festeggiare 10 anni così in sintonia è davvero una cosa bellissima. È bello sapere che lui è il tuo super eroe e, in fondo, credo che anche tu per lui sia una super donna, dieci anni di matrimonio in entusiasmo lo dimostrano! Bacioni di cuore a entrambi 😘

  7. Bello questo post, vedo che fervono i preparativi per il festeggiamento. Non abbiamo mai pensato di festeggiare i 10 anni di matrimonio… aspettiamo il prossimo traguardo, ovvero il prossimo anno con i 25! 🙂 Anch’io penso a quanto sono fortunata ad avere incontrato Ruggero. Per il carattere che mi ritrovo, comunque, non potrei mai vivere senza spazi miei personali da gestire come voglio io. Naturalmente la mia dolce metà fa altrettanto. Nessuno impone i propri gusti all’altro, e non ci si appiccica come telline allo scoglio. Poi è bello ritrovarsi e “raccontarsela” a fine giornata.

  8. Giulia, Cristina, grazie per queste vostre belle parole. Fortuna, lungimiranza e voglia di superare i momenti no. E hai ragione Cristina, poi è bello raccontarsi gli spazi propri. Naturalmente sarò felice di raccontarvi i dettagli della festa. Un bacione carissime.

  9. Hai tratteggiato un quadretto stupendo! Gli spazi propri di cui parlava Cristina sono fondamentali sul lungo termine. La nostra è sempre stata una coppia legata a filo doppio, tipo Bibì e Bibò, ma nel tempo molte cose cambiano, e si rischia che il filo strozzi… 😉

    • Niente collane troppo corte, cara Grazia, che strangolano. A parte gli hobby, ne abbiamo tanti entrambi, anche le uscite per conto nostro sono abbastanza all’ordine del giorno, ma ben bilanciate con tante cose da fare insieme con grande gioia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...