La pioggia sulle foglie gialle

Novembre non ha esitato a farmi capire che era fatto di tutt’altra pasta rispetto a ottobre. Un cambio repentino di clima, con i colori autunnali che adoro intatti, ma grondanti di pioggia e un paio di giri di sciarpa intorno al collo, tanto per cominciare. E se la prima rogna idraulica si è risolta in fretta, non con poca agitazione per la verità, la seconda comporterà di spaccare un bel pezzo di bagno. Ho appena sentito l’idraulico e aspetto una risposta circa la disponibilità del muratore, spero che si possa cominciare il 28, quando tornerò in part time, anche se questo ahimè significherà dimettermi momentaneamente dal ruolo di zia. Sono invece zia full time oggi e domani (domani è pure il compleanno di Nanni), perché mia sorella è a una fiera a Düsseldorf. Ero rientrata al lavoro venerdì con questi due giorni di ferie già programmate. Incastri, imprevisti e i giorni si polverizzano nelle attese. Le prime luci di Natale sono già apparse, tempo zero ci ritroveremo avvolti nella sua magia, ma anche nell’inevitabile malinconia che lo accompagna. Tutto scorre, con noi qui a cercare sempre di fare del nostro meglio in ogni campo.

Annunci

12 thoughts on “La pioggia sulle foglie gialle

  1. Novembre con la goccia al naso non mi piace, e vada per la sciarpa, ma insomma fermiamoci lì. Niente raffreddori e mal di gola, please. Però lo adoro l’autunno, fosse solo un tantino clemente.
    In bocca al lupo con l’idraulico story, porta a casa la vittoria, mi raccomando.

    • E’ che speravo tanto che oggi l’idraulico mi dicesse “ok, il 28” invece sono qui ad aspettare la telefonata mentre mi arrabatto tra le cose di casa e le indicazioni circa la gestione dei bimbi. Adoro pure io l’autunno, quando non comincia a fare il pazzo, a Bologna sta nevicando!

  2. @ Barbara, Speranzah e oggi è uscita una giornata spaziale di sole, una vera estate di S. Martino!
    Ma l’idraulico non mi ha ancora richiamata, odio queste attese e non potermi organizzare.

  3. Come ti capisco Sandra! Io che finalmente, dopo due anni di lotte condominiali sono riuscita ad avere il riscaldamento autonomo, dopo giorni di lavoro e pulizie in casa ancora aspetto la telefonata del tecnico per la prima accensione della caldaia e nel frattempo, tra un sollecito e l’altro inizia a fare freddo davvero. Tanta pazienza e veglia fissa al telefono. (Speriamo squilli presto!) Bacioni.

    • Noi abbiamo e avremo sempre il centralizzato, e già siamo stati esentati dalle valvole, almeno quello. Che stra palle ste attese, veramente che se non cominciamo il 28 ho guardato il calendario col mio part time, bye bye se ne riparla con l’anno nuovo. E va bene, il bagno è anche a posto adesso se non ricapita l’inghippo, ma voglio togliermi sta rogna dai piedi! Telefoni mio e di Iara squillate all’unisono con buone notizie, pls

  4. Ieri e stamane in particolare c’era un’aria davvero gelida: “qualcosa è cambiato” come nel titolo del film con Jack Nicholson. 🙂 Però l’autunno è sempre meraviglioso, non solo per le foglie ma anche per come la luce le attraversa.

    • Ieri al tramonto mio nipote mi ha fatto notare un cielo giallo uovo bellissimo, sono 4 giorni che non esco di casa presto, per cui domattina, quando invece uscirò prima delle 8 toccherà essere preparati! Cioè ben coperti!

  5. Cercare di fare del proprio meglio in ogni campo, dici bene. E’ un’attività quotidiana ad ampio spettro, che non si ferma mai. Sarà una cosa tipicamente femminile? Ho l’impressione che gli uomini siano un po’ meno sotto pressione (o in evoluzione, non so bene). 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...