Con i libri aspettando il 2018

Questo film ci ha letteralmente traghettati nel 2018! La mattina eravamo stati in Feltrinelli a scegliere un dvd per la serata. Quando Emanuele l’ha proposto, io ho accettato con piacere.

Prima un’ottima cena (sono stata brava!) su una bella tavola, poi buio in sala, candele e una pellicola struggente sul potere delle parole e della solidarietà. Mezzanotte è arrivata prima della fine della visione, brindisi, abbracci, un po’ di baldoria, per poi tornare indietro e rivedere le scene che ci eravamo persi tra fuochi alla finestra e mille cin cin.

Sarà un anno bellissimo, Orso. Ho aperto il balcone e buttato fuori tutti i crucci del 2017. Andate viaaaa! Quindi:

Benvenuto 2018!

Annunci

16 thoughts on “Con i libri aspettando il 2018

  1. Buon 2018 Sandra!
    Pure io ho ceduto ad un film, su suggerimento di un commento al mio blog: Wonder woman 😛
    Era lì che mi aspettava da mò. Bello per l’accostamento alla mitologia greca, finale scontato, troppo simile a Captain America, che però fa parte dell’altra fazione, gli Avengers (nell’ultimo decennio è in corso una lotta a suon di film estratti dai fumetti storici, tra la Marvel Comics e i suoi Avengers e la DC Comics con la sua Justice League).
    Prima però mi sono stupita di fronte al Kooza del Cirque du Soleil in tv, non potendo ancora vederlo dal vivo.

      • A me è piaciuto soprattutto lui, però poi… eccheccavolo!! Basta con sta storia che gli eroi devono rimanere single!! XD

      • Giusto. Inventiamo noi una coppia di supereroi e li facciamo pure maritare. Io un supercattivo l’ho delineato cone personaggio. Mi mancano i buoni. 😛

  2. Storia di una ladra di libri, con la morte per voce narrante. È una di quelle storie in cui mi viene da dire: accidenti, avrei voluta scriverla io una storia così ispirata.

  3. @ Barbara Marco: non ho visto Wonder woman anche se dire “non sono Wonder woman” è entrato nel linguaggio corrente. Sono quindi andata ora a controllare il cast. Notevole. Il 31 casa + film per me è stato davvero vincente.
    @ Marco: idem, la morte come voce narrante, che poi io non ho capito subito che fosse la morte, e certe frasi come sul padre “un uomo col cuore a fisarmonica” bellissimo, ora voglio leggere il libro, e rendermi conto fino in fondo della mia inadeguatezza di narratrice.

    • Ecco, potremmo fare una lettura condivisa. Però l’idea di trovare qualche voce narrante originale mi stuzzica parecchio.

      • Eh, be’ sulle voci narranti originali come non darti ragione? Mentre per la lettura condivisa volentieri, ma più avanti, vorrei smaltire un po’ di arretrato di libri tra kindle e cartaceo adesso.

  4. Bellissimo film, io l’ho visto in un cinema all’aperto estivo perché l’avevo perso durante l’inverno. È uno di quei film che vale la pena vedere, per chi ama i libri ha anche quel quid in più. Buon anno Sandra!

  5. Questa volta partecipo volentieri. Ho visto il film e letto il libro ed entrambi mi sono piaciuti moltissimo. Quindi lo dico a ragione veduta: complimenti per la scelta.
    Trattando argomenti così dolorosi in un periodo storico tanto intenso e delicato scommetto che qualche lacrimuccia è scesa, ma essendo anche così ben costruito immagino poi il cuore sia salito alle stelle. Certo è che un cinepanettone non avrebbe riscosso un così grande effetto.
    Ora dammi pure della romantica ottusa, ma io nello scegliere questo titolo ci ho visto una dichiarazione d’amore pura: amore per i libri, amore per la vita. E se questo non sottointendeva una dedica da parte dell’Orso…
    Buon anno a tutti e due.

    • Qualche lacrimuccia? Ho proprio pianto in più punti, pensando “ma una storia allegra, no?” Grazie, l’Orso nega di essere romantico ma ha fatto una gran scelta, nonostante il contesto di guerra anche Via Del Paradiso sembrava un luogo da favola con quelle casette.

  6. Bellissimo il film.
    Buon Anno Nuovo, Sandra! Il mio è cominciato con l’influenza di mio marito, ma vabbè, so essere ottimista sempre! 😉
    Ho letto anche il post sui libri: sei una lettrice fortissima, accidenti! Io ne ho letti 36, tra questi Proust, che si è preso una bella fetta di tempo.
    Ti abbraccio.

    • Mannaggia c’è un sacco di influenza in giro, per ora ci ha graziati!
      Anche tu fortissima con Proust all’arrembaggio. Vediamo come andrà il 2018, soprattutto buone letture più che tante. Un abbraccione a te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...