Aspettando S. Valentino

Parto dalla foto quassù, che non c’entra nulla con il post ma Emanuele l’ha riesumata e siccome mi piace, mi sono detta perché non mostrarla a tutti? Siamo nella nostra amata Val di Mello nel 2013.

Ieri ero in fila in cassa al supermercato, dove ho comprato il necessario per fare i panini a Nanni che oggi andrà in gita con la scuola al cinema a vedere Un sacchetto di biglie, e mi è caduto l’occhio sulle tipiche confezioni di cioccolatini S. Valentinesche, notevole la differenza di prezzo tra le due scatole a forma di cuore con Ferrero Rocher e Baci Perugina, questi ultimi costano molto di più, la dimensione mi pareva uguale. Ho valutato di prenderne una all’Orso, ma col fatto che mia sorella lavora per una ditta svizzera siamo pieni di cioccolato e abbiamo appena finito le scorte natalizie, quindi no. Però mi sono detta: eh già S. Valentino è qui! Festa commerciale, si sa, ma in fondo celebrare l’AMORE di fronte a tante continue brutture nel mondo, dai è pure bello.

Allora noi amici di Buck abbiamo ideato un contest (in realtà la proposta viene da membri più valorosi della sottoscritta), lo trovate in questa pagina e vi consiglio di partecipare: i premi sono le nostre tre antologie, in versione cartacea e digitale.

Facendo parte della squadra non posso certo prendere parte alla competizione, perciò posto qui la mia frase a tema (essendo fuori concorso ho sforato alla grande con le battute).

E allora penso che questo è l’amore, quello che ti trasfigura e mi rendo conto di non aver mai provato nulla che fosse neppure lontanamente paragonabile a ciò che immagino stia vivendo Virginia in questo momento. E mi chiedo se il mio tempo sia davvero finito o se il destino ha forse scritto un paragrafo simile anche per me, come un anemone dalla fioritura tardiva. Perché l’amore non crolla, ha solo un modo tutto suo di manifestarsi, con fantasia, quando vuole lui, il vero amore non cede alle lusinghe, arriva, travolge e ricostruisce case, fiducia in se stessi, vita. 

Come ultima cosa vi chiedo, quanto vi piacerebbe leggere ancora di Virginia? O ci sono altri personaggi tra quelli che ho creato, che preferite? Grazie.

Annunci

14 thoughts on “Aspettando S. Valentino

  1. Bella la foto riesumata trasferisce una sensazione di pace.
    Nemmeno io posso partecipare con la frase e domani c’è un post simile al tuo anche da me sul blog, dove se tu hai sforato sapessi io…
    Virginia credo sia la testimonial numero uno per l’amore non crolla, se ci crede lei dobbiamo farlo tutti. A me comunque non dispiace nemmeno sapere di Cesare in futuro.

  2. Quella lì sarebbe la mia casetta ideale, aggiungici una parabola per la connessione in rete, mimetizzata da alberello. Poi, senza nulla togliere alla Val di Mello, ma sarebbe perfetta in Scozia! 😛
    Per il contest, nemmeno io posso partecipare, ma lo sto spaLmando nei social, spero che qualcuno voglia cimentarsi! Han sempre da dire che leggere costa troppo, qui si vincono tre libri!
    E per i personaggi… non lo so… la scelta è ardua, ma devo dire che vedere un po’ il punto di vista di zia Carla, secondo me quella vecchietta adorabile lì ha parecchi segreti da raccontare. 😉

    • Ottimo pure a te per Zia Carla. Grazie. Naaaah, la scusa che leggere costa troppo non regge, ed è pure vecchia. La Val di Mello in effetti in inverno è un po’ la morte civile, quest’estate spero di tornarci.

  3. Bella la Val di Mello, ma non ci vivrei. Già non sopporto l’inverno sardo, figuriamoci quelli così solitari e nordici!
    Per il resto mi affido alla tua creatività.

  4. Virginia è un bellissimo personaggio meriterebbe un seguito, magari l’evoluzione della sua storia d’amore con collegafigo.
    Il contest di San Valentino provo a pubblicizzare su facebook

  5. Ciao, bella la foto, sembra il rifugio perfetto per scrivere. Virginia è un personaggio riuscito e la sua storia con collegafigo è da San valentino sicuramente. Sto assistendo proprio in questi all’evoluzione del loro rapporto 😉

  6. @ Speranzah, no no neppure io vivrei in Val di Mello, tra l’altro credo che nessuno ci abiti stabilmente tutto l’anno. Grazie che ti affidi alla mia creatività.
    @ Giulia & Rosalia, grazie, Virginia è pazzesca, se penso che è nata guardando in tv la pubblicità dell’impastatrice planetaria in un momento di grande blocco per cui Le affinità era fermo e io pressoché disperata, prendo nota 😀 e tu Rosalia, grazie se poi vorrai dirmi qualcosa sul libro, anche in privato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...