# I miei primi pensieri – Questo tempo tra caldo e libri

E’ la prima sera che ho caldo, mi sono fatta una vascata per andare a questa presentazione di Olivia Crosio perché la presentava CBM ma era piuttosto lontana, alla Feltrinelli RED di Sabotino, così ho scoperto che le Feltrinelli RED sono quelle dove c’è un bistrot all’interno, comprando il romanzo ti davano un talloncino col quale ritiravi drink e patatine, bello, fatto bene. Olivia Crosio e la sottoscritta sono entrambe presenti nella rubrica di CBM su Bookblister sugli esordi, ma come sempre accade con gli autori seguiti da CBM gli altri hanno preso il volo, io no. Cazzo cioè vorrei chiederle se sono l’unica del gruppo. Sono in un pantano, e le ferie scrittorie sono state interrotte dopo solo una settimana: tanti tanti tanti complimenti, chapeau ma eh puoi integrare ancora questo e pure quello? Se lo fai subito e non dubitiamo tu possa farlo col tuo ritmo, in settimana la editor potrà leggerlo. Va bene, no, non va bene, ma va bene, l’ho fatto. Però adesso non toccherò più manco una virgola, basta sul serio non che se ci sono cose da fare le farò a settembre, non le farò più mai perché la storia è conclusa. E poi ci sono queste sere meravigliose che giugno a Milano ha una luce che non c’è gara, o forse c’è solo con quella di dicembre delle luminarie, sabato sono venuti gli amici dalla Valtellina li abbiamo portati a City Life di cui in effetti dovrei parlare perché una zona così figa vicinissimo a casa è un up grade pazzesco in termini di residenza. Poi c’è stata la menata del mal d’orecchio che ho da inizio mese e quando sono lì lì per chiamare lo specialista e andarci privata, mi passa, poi torna, il medico di base, il sostituto a dire il vero, non ha visto nulla anche se non avevo lo strumento per guardarlo in maniera poi così approfondita, però a volta è lì che picchia quando sono concentrata sui numeri in ufficio. Già, il lavoro, una tegola che mi è caduta in testa settimana scorsa, una roba che non so come si svilupperà e mi ha gettata nel panico per 2 giorni, poi mi sono ripresa. Adesso voglio solo svagarmi, anche stasera non avevo tantissima forza di andare ma ignara dei miei vaghi programmi CBM in mattinata mi aveva mandato un vocale chiedendomi notizie e io volevo farle una carrambata e quindi proprio non potevo più non fargliela e sono andata, che se guardassi la voglia, be’ oltre alle docce non farei altro ma poi mi do una mossa e vado, vado. 10 Giorni e si parte, voglio solo sgombrare la mente e concedermi un relax assoluto tra giri e spiaggia e davvero mettere una riga tra la prima parte del 2018 piena di tribolazioni e la seconda che spero davvero sia migliore, come tutto sommato diceva pure l’oroscopo a crederci. L’Orso pure lavora a sfinimento, io almeno per quanto a volte sia tedioso ho il mio limite di orario e ciaone stacco. Leggo moltissimo, libri stupendi in effetti e poche cantonate. Leggo, penso, amo mando whatsApp di continuo a raccontarmi, a dirmi che la vita è bellissima anche se faticosa e se c’è l’afa di sicuro è peggio. Non volevo trascurare il blog, ma in giro c’è poco e non so cosa raccontarvi, vorrei dirvi qualcosa sul romanzo top secret, che è bello bellissimo e ho amato da matti Bruno e Matteo, vorrei dargli la migliore delle possibilità che ho avuto fin ora e uscire da questo stagno dove nuoto da 6 anni mentre gli altri vanno avanti e non lo so, boh mi butto sul divano con l’aria rarefatta che non soffia stasera e forse è solo colpa del prosecco e le patatine che vi giuro erano spettacolari. Olivia Crosio mi è sembrata molto semplice e in gamba e CBM è sempre un mito. Ecco.

15 minuti e la solita non rilettura, il modo migliore per raccontarvi questo periodo di stanchezza.

 

Pubblicità

9 pensieri su “# I miei primi pensieri – Questo tempo tra caldo e libri

  1. Stasera parecchio caldo anche qui, non si muove una foglia nemmeno per sbaglio, ma chiamano temporali venerdì. E speriamo non sia grandine e nubifragi, che è peggio.
    Anch’io conto i giorni al primo weekend lungo, prima però abbiamo tutti progetti grossi da rilasciare, sempre a luglio le mettono certe scadenze!

  2. Aria di ferie e mente a riposo. Direi che vanno d’accordo, meno il mal d’orecchi. Se ti consola qui da me ho più gradi in casa che all’esterno e nemmeno una bava d’aria! Per il resto lo sai che non ci sono ragioni evidenti, bisogna solo sedersi e aspettare!

  3. @ Barbara, non ho neppure dormito male per il caldo, a parte quando si sono piazzati sotto la finestre dei deficienti con musica a palla disco e sudamericana, oggi pare uguale, ma sì da venerdì dovrebbe cambiare.
    @ Nadia, secondo me il mal d’orecchio è diventato psicosomatico. Da bambina quando avevo qualcosa, dopo un po’ tipo mia mamma mi chiedeva: “ti fa ancora male?” e io sai cose rispondevo? Me l’hai chiesto e mi è venuto! Ma ti pare? Quando sono rilassata non mi fa male, ergo sono convinta che mollando tutte le rogne a casa, passerà.
    @ Rosalia, sì, l’occasione sembra sempre dietro l’angolo e poi no, e allora si cambia strada, ma dopo 6 anni (8 dall’esordio in realtà) ma lo spartiacque è stato conoscere e farsi apprezzare da Chiara Beretta Mazzotta che è molto competente il 26 luglio 2012, guarda ricordo persino la data.

  4. Io stanotte ho capitolato: clima acceso a 26 gradi (non mi piace avere troppi sbalzi di temperatura, ma almeno toglie l’umidità), solo che poi la mattina mi sveglio in modalità “sasso”. Se posso evito il clima e lascio la portafinestra aperta con 20 cm di serranda alzata (abbiamo comunque le inferriate). Però così rischio che l’aria si raffreddi troppo di notte e mi sveglio col collo rigidissimo! Insomma, ogni mattina non sai mai in che condizioni ti svegli! 😀 😀 😀

  5. Allora il problema più grosso sono i capelli che con questo caldo sono davvero ingestibili! Tutto il resto si aggiusta: Anche il pantano in cui dici di essere sprofondata. Non è che stai guardando le cose da rasoterra? Sono sicura che nel week end dalla vostra casa in Valtellina tutto apparirà più chiaro. Sei una scrittrice coraggiosa. Il coraggio a volte può tardare un po’ le cose, ma quando arrivano… Preparati!

    • I capelli sono un dramma! Niente Valtellina, quest’anno davvero lasciamo perdere, manco un weekend ci siamo fatti! Ufffff. Recupereremo di sicuro e magari ci si becca sul lago.
      PS. Sì, sto guardando le cose da sottoterra altro che da rasoterra 😀 Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.