In equilibrio su una lunghissima estate – Benvenuto autunno

Per il calendario ci volevano ancora ben tre settimane prima che l’estate iniziasse, ma in questa foto del 28 maggio c’è il mio primo aperitivo nel dehors, ero in maniche corte ma rincasando ricordo che venne su un bel ventaccio. In ogni caso la bella stagione stava galoppando verso i lidi promessi.

Un’estate lunghissima a livello climatico che sta durando ancora, ma oggi è ufficialmente al via la mia stagione preferita. Va detto che questa temperatura ora è perfetta anche per me, ma dell’autunno amo certe atmosfere, i colori e l’approssimarsi del Natale. C’è chi si gusta al mare un ultimo scampolo di vacanza: quella girovaga della mia beta lettrice, che si porta il mio manoscritto in Croazia. Questi scatti mi fanno gongolare e ben sperare: la lettura in spiaggia ha una sua sacralità, e se il testo non l’appassionasse credo che lo lascerebbe volentieri in camera, in favore di altro.  

Quattro mesi dunque, di un’estate molto calda, spezzata da più temporali che non ne hanno ancora decretato la fine. L’estate della Camargue e dell’equilibrio per me, ne abbiamo parlato tanto. E questa coda estiva col suo tipico rientro in città, chi prima, chi dopo e la riprese delle attività di ognuno mi è spiaciuta meno (di solito è un periodo che sopporto poco) rispetto ad altri anni, proprio per il sole caldo e per l’immenso dono del romanzo di cui vi ho parlato, per cui non smetto di essere grata, e di svariate piacevolissime uscite. Purtroppo però perdurano i problemi lavorativi, che hanno caratterizzato gli ultimi mesi, siamo infatti ancora nella burrasca. Per ora con la conseguenza del trasloco dell’ufficio, si va in una palazzina a 20 metri collegata da un tunnel, ma un po’ di casino lo crea, ho trovato documenti del 1972, tanto per dirne una, per dirne un’altra, la nuova stanza è molto ma molto più piccola e staremo davvero stretti. Quando in azienda ci chiedono dove ci mettono e lo diciamo, la risposta è sempre “ma ci state tutti?” No, ma in qualche modo faremo. Lo spazio in braccio a collegafigo è il più ambito.

Ci sarebbe anche altro, ho scritto il pezzo almeno tre volte, cancellandolo per il rispetto della privacy di altri. Speriamo che vada bene, ecco, che la preoccupazione diventi presto sollievo e si riparta in questo autunno che vi auguro di cuore sia ricco di buone notizie per tutti voi, miei carissimi lettori, e anche per me e i miei cari, soprattutto per chi in questa estate ha tribolato.

Annunci

14 thoughts on “In equilibrio su una lunghissima estate – Benvenuto autunno

  1. Che autunno sia!
    Comunque questo caldo non è anomalo: nel 2009 il giorno venerdì 09 ottobre ricordo molto bene di aver girato tutto il giorno con tshirt senza canotta. C’erano 26 gradi ancora. Il giorno dopo diluvio, per il più classico dei detti: “sposa bagnata…” 😉

  2. Quindi ti sei sposata sotto il diluvio? Che brutto.
    Ma certo, lo scorso anno 15 ottobre nostra mitica festa 50 + 10, mi ero presa un vestitino a maniche corte con un golf sopra abbinato, il golf non l’ho messo!

  3. Io faccio una petizione perché le temperature scendano di almeno cinque o sei gradi, non si respira come in pieno agosto. Ma che diamine! Di nuovo spiagge piene e finestre spalancate perché altrimenti in casa si muore.
    Buona lettura alla tua beta ma visti gli anticipi non ce ne sarà bisogno e che sia davvero un buon autunno per tutti!

    • Occhio Nadia, che arriva il weekend e vi riempirete di milanesi rompi scatole 😀 ma ti ricordi l’anno scorso a ottobre quando venni? Sbagliai del tutto i vestiti e la domenica quell’aperitivo in spiaggia prima di andare a pranzo da Barbara mi è rimasto impresso (anche tutto il resto ovvio) perché mi ridussi a indossare una magliettina bianca smunta pur di stare in maniche corte, ma quel bicchiere inaspettato guardando il mare per me che il mare ce l’ho lontano fu pura beatitudine.

      • Ricordo, ricordo, come dimenticare.
        E ricordo anche nel 2016 che a Natale stavo in maniche corte. Un incubo se vogliamo, ma quanto riscaldamento risparmiato! Ora da un lato mi sta bene, dall’altro mi pare di avere cambiato continente, ma mi adeguerò.

  4. Oggi è il 21 settembre, finisce ufficialmente l’estate (ma non il caldo) me ne ero completamente dimenticata! Piacciono anche a me le atmosfere dell’autunno, le foglie gialle e rosse, gli ultimi scampoli di sole…

    • Le atmosfere autunnali giuste, senza pioggia, sono per me assolutamente il top paragonabile soltanto all’euforia dell’inizio estate- In subordine la neve quando cade e tu sei rintanata in casa, e le prime gemme primaverili, quando finalmente si mette via il piumino!

  5. Nel 1991 mi sono sposata proprio in questi giorni e faceva caldissimo. A me piace il caldo, l’estate, il lago, ma in questi giorni bramo la copertina, il divano, il fresco oppure passiamo direttamente alla neve così vado con il mio snowboard su e giù per i pendii.

  6. Io amo, semplicemente, il fatto che esistano le stagioni. Che quattro volte l’anno si cambi e che ogni volta sia un nuovo inizio. Mi emoziono ogni anno per il foliage come se la fosse la prima volta e non la, ehm ehm, quarantesima! Baci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.