Cercando certezze

Dopo 2 settimane piuttosto orribili, durante le quali ho messo la testa fuori dal pantano inventandomi mille cose per distrarmi, ma a un certo punto sono letteralmente crollata, poi, finalmente lunedì sera la preoccupazione ha lasciato il posto al vero sollievo. Nel mezzo una visita privata saltata perché il medico non era disponibile, essendo di guardia (disguido tra lui e il CUP) accettazione già fatta, 3 ore buttate via, soldi restituiti e prenotata per 4 giorni più tardi con un altro dottore. In effetti è stata la classica cosa negativa che diventa positiva: il secondo medico era decisamente migliore, ma aveva 2 ore di ritardo e sono rincasata alle 22, primo ottobre e primo vero autunno, con la sciarpa di lana e un taxi che non ne voleva saperne di arrivare a portarci via da quel buio.

Si ricomincia. Nanni torna a casa da scuola da solo, è in seconda media e anche se deve prendere la metropolitana è giusto così, piccoli passi di conquista e crescita, amare è lasciare andare e io abdico, ma non del tutto ovviamente al ruolo. Se deve andare da qualche parte dopo le lezioni, capita che lo porti io quando sono in part time, proprio come ieri, strada facendo ci facciamo sempre un sacco di chiacchiere, alternate ai suoi silenzi adolescenziali, e un caffettino io (lui magari un pasticcino), e questi rituali zia-nipote spero gli restino dentro, nel tempo, come il ricordo buono di una persona che l’ha davvero sempre messo in cima ai propri affetti, nonostante certe sue arroganze, sempre però ben compensate da frasi buttate lì a squarciare le nubi e a portare un sole che brucia davvero.

“Zia, perché non sei venuta con noi al mare quest’anno? L’anno prossimo devi assolutamente venire.”

“Dovevo finire il romanzo e poi non mi va che tua mamma mi regali la vacanza, come ha fatto l’anno scorso.”

“Ma zia, cosa vuoi che sia? Pagare per te è come pagare per avere l’animazione!”

Il trasloco dell’ufficio si è compiuto, e quello che sembrava un ufficio ristretto, e in effetti lo è, con sapienti doti di architettura è stato sistemato davvero bene e ora, lo preferisco al precedente nonostante evidenti scomodità, come alcuni armadi fuori dalla stanza, perché è nella palazzina dependance, collegata alla principale da un tunnel, e questo fondamentalmente significa essere lontani dalla confusione. Certo, per un fossile come me, spostarsi dopo 19 anni, rende tutto un po’ estraneo, e sono stati giorni di grande fatica – alcuni di voi hanno visto le foto su whatsApp, ma anche qui, come per la visita medica rimandata, si è verificata un inversione di lettere da KO a OK.

Non arriva la definizione al problema lavoro che come un avvoltoio aleggia da giugno, e a questo punto sono convinta che toccherà soffrire fino al 31 dicembre, quando, inevitabilmente, una risposta dovranno darcela. Facciamo che avrò un secondo motivo per brindare quella notte!

Sabato si parte per Porto! 5 giorni in terra portoghese, un viaggio che volevamo fare in primavera ma proprio non è stato possibile, bello quando la vita non annulla ma rimanda soltanto. Rivedremo alcuni amici e farò incetta di quell’atmosfera di cui mi ero già innamorata a Lisbona.

La  Frankfurter Buchmesse, la più importante fiera del libro a livello internazionale per lo scambio dei diritti è alle porte e il concorsone DeA Planeta ha smosso un po’ le mie acque personali, per cui adesso sono di nuovo super mega fiduciosa che là fuori qualcosa di bello stia per accadere per le mie storie.

Oggi celebriamo S. Francesco, trovo assurdo che non sia un giorno di festa, come lo era decenni fa. Francesco è il secondo nome del mio orso, e pure il nome della protagonista di Ragione e pentimento, libro uscito ormai da 4 anni abbondanti, eppure ancora capace di darmi soddisfazione. E’ un nome che mi piace parecchio e conosco un certo numero di persone che ce l’hanno. Auguri ai Francesco e Francesca che passano di qui, e auguri a tutti che l’umiltà e l’amore del poverello di Assisi illuminino i sentieri pieni di ostacoli.

Annunci

11 thoughts on “Cercando certezze

  1. “Pagare per te è come pagare per avere l’animazione!”
    Ha ragione, ci metterei la firma per una zia così! Super Sandra! 😀
    Salutami l’oceano! Spero che in Portogallo sia più caldino, qui siamo passati da 26 gradi a 9… !!

    • MA GRAZIE! Qui tempo idiota, al sole nelle ore più calde si sta ancora benone in maniche corte quasi, ma basta svoltare l’angolo e trac ti frega, e poi lunedì da lupi. L’importante è che non piova, poi porterò il piuminetto da mezza stagione e la voglia di buttarmi settembre alle spalle. Un bacione

  2. Sandra cara, un po’ invidio l’energia che traspare da queste righe, anche se immagino che certi momenti siano stati davvero pesanti. Le situazioni irrisolte sono macigni, spero che un bicchierino di porto le stemperi un pochino. Un abbraccio!

  3. Sento finalmente aria di autunno e positività. Già che Nanni esterni il suo amore con constatazioni talmente genuine da far breccia anche nei cuori più dubbiosi fa salire l’asta, poi il sentore di novità editoriali… Insomma superata la bufera si recuperano le forze e ora avanti tutta! 😉😉

    • Avanti tutta, sì. Nanni è adorabile ma bisogna anche un po’ saperlo prendere, certo poi è vero che io non ce l’ho sempre con me, quindi magari a grandi dosi diventa più complicato.

  4. Mi sa che sei davvero una brava zia, di quelle che è un piacere avere accanto, un piacere ricordare quando passa il tempo della fanciullezza e ti abbandoni ai ricordi. Buona vacanza.

  5. Barbara mi ha rubato le parole : sì deve essere proprio bello averti come animatrice. Un bel complimento da un nipote adolescente! (Ne so qualcosa, il mio Leon è suo coscritto)
    Buona vacanzina e buon autunno! 😉

  6. Bellissimo complimento da tuo nipote! Che bella Lisbona, sono stata in Portogallo alcuni anni fa in giugno (non solo Lisbona, ma anche deliziosi paesi sul mare nei dintorni), goditi la vacanza Sandra, mi piace l’energia che traspare dal tuo post!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.