Vacanze di Natale, come sono andate?

Fortuna vuole, o meglio disposizione della direzione, che il part time dicembre-gennaio aderisca all’incirca con le vacanze natalizie scolastiche, fermo restando che il 27 dicembre io debba sempre essere presente in azienda, quindi mi sono fatta un bel periodo che ha coinciso in parte con le ferie dell’Orso.

Di Natale e S. Silvestro vi ho brevemente detto. Per il resto, clima piuttosto instabile, giornate primaverili si sono alternate a un freddo brutto e umido. Siamo andati diverse volte da mia suocera,  che sta a circa 8 km da noi, ci ha cucinato qualche piatto greco assai gradito. Molti amici erano altrove, idem mia sorella (varie mete, mare, monti, città straniere, paesi lontani) per cui siamo stati parecchio a casa e da noi non è venuto nessuno, a parte mia mamma una scappata che poi lei quando viene fa sta scena: non si toglie il piumino e rimane all’ingresso, io insisto che si spogli e si sieda, lei niente “vado via subito” poi figuriamoci, parla di 3000 argomenti e probabilmente schiatta di caldo. Questo per dire che in pratica nessuno ha visto i nostri addobbi. Questa cosa una volta mi faceva soffrire, quando accadeva, adesso non più.

In generale mi godo la casa e le cose con l’Orso che poi è stata un po’ l’essenza del periodo; vedo di continuo coppie che non comunicano, stanno insieme per inerzia, ma è uno stare insieme senza vera unione, oppure riducono al minimo i contatti, ognuno sprofondato in un mondo dove l’altro non entra, quindi mi reputo fortunata nella nostro piccolo nucleo. Siamo stati moltissimo sul divano: abituata per anni a lavorare full time, e a gestire la casa, ora chiaramente è una bazzecola, e mi rimane un sacco di tempo. Il 30 abbiamo pranzato fuori, in uno dei nostri ristoranti preferiti, e fatto poi scorta di dvd. Il primo gennaio non abbiamo messo la sveglia e quando ci siamo alzati, alle 11, c’era un brunch ad aspettarci ed è stato perfetto inaugurare l’anno così, con tante prelibatezze dal forno e eggs and bacon sfrigolanti, poi abbiamo visto in tv il Concerto di Capodanno da Vienna.  Da Natale a Capodanno fondamentalmente casa, amici via whatsApp, partite di Mister Mind, lettura e tantissimi film, che vado a elencare: “Grand Hotel Budapest” (in tv, spettacolare, non l’avevamo mai visto, ce lo siamo proprio goduti!), ben 4 episodi di Star Wars nuovissimi per me, la trilogia iniziale l’ho regalata io a Emanuele per il compleanno, così ora “la forza” “il lato oscuro” e “gli jedi” hanno un senso anche per me, per me che tanto per chiarire quanto incompetente fossi fino a dieci giorni fa, quando una mia compagna di classe andò a vedere “Il ritorno dello Jedi” negli anni ’80, pensai a un film sui mostri pelosi di montagna, confondendolo chiaramente con lo yeti. A Capodanno abbiamo visto la deliziosa parodia “Invito a cena con delitto” che vi stra consiglio di recuperare, è una pellicola grottesca con un gran cast e alla Feltrinelli costa meno di 7 euro, l’abbiamo davvero adorato. Il 24 ci eravamo intrattenuti con “Il ponte delle spie” altro gran bel film.

Abbiamo fatto anche gli esami del sangue annuali di routine e la sera prima mentre mi scolavo il porto ho pensato che magari l’indomani mi avrebbero detto “ma signora, qui scorre troppo porto nelle sue vene!” Li ho ritirati stamane e sono segnalate solo un paio di robette da nulla. Benissimo. Altro da dire, oh sì, giovedì sera siamo stati fuori a cena con un’amica per il tardivo scambio regali. Siamo tornati nel ristorante del 30, eravamo un po’ in anticipo e siamo stati alla Mondadori lì vicino, dove ho riconosciuto l’attore Claudio Santamaria, vi dico, un figo da urlo! Mi sono avvicinata e abbiamo scambiato quattro parole, si è rivelato pure molto simpatico. Ho però evitato il selfie.

Ieri invece gita a Cremona, dove non eravamo mai stati. Splendida cittadina dove abbiamo visitato con calma Duomo, Battistero, Torre campanaria (502 gradini inframmezzati da salette museo, Emanuele fino in cima, io oltre la metà quando la scala stava diventando più stretta mi sono fermata) e museo del violino. L’abbiamo lasciata all’ora blu che ha reso ancora più affascinante la piazza con le luci di Natale. Questa escursione ha reso molto “vacanza” l’intero periodo ormai alla fine. Mi sono imbambolata davanti alle pasticcerie coi torroni, scegliendone poi una dove prendere un ultimo caffè, con marron glacé. Una cosa che ho notato con grande piacere è stata la cortesia di tutti i cremonesi, il bigliettaio della Torre poi era davvero di una simpatia unica.

Ormai è sabato, ora di pranzo – che devo ancora preparare in realtà – domani, lo so, volerà e lunedì l’Orso torna in ufficio. Sarà un po’ malinconico, perché di questo tempo ho soprattutto adorato stare con lui senza stress, decidendo di momento in momento cosa fare o anche non fare, assecondando ritmi e desideri estemporanei.

Quindi per rispondere alla domanda nel titolo, le vacanze sono andate di sicuro benissimo, l’ansia del 24 l’ho debellata alla grande e guardo con affetto questo 2019 iniziato senza problemi.

Annunci

18 thoughts on “Vacanze di Natale, come sono andate?

  1. Invito a cena con delitto, film stupendo XD aveva pure la McGranitt da giovane ^^
    Anche solo la sequenza iniziale, con la preparazione della lugubre magione, è uno spasso!

    È grazioso anche Signori, il delitto è servito: è il film basato su Cluedo. Non è ai livelli di Invito a cena con delitto, ma ha un po’ di passaggi niente male.

  2. Meraviglioso questo post, mette allegria. Ti auguro che tutto il 2019 sia così! Io sono appena tornata da correre e non posso fare la doccia perché abbiamo dovuto momentaneamente chiudere l’acqua per cambiare un pezzo, in attesa che torni Bram col pezzo nuovo sono accoccolata sul divano con film, tè e tarte tatin!

  3. @ Conte, cosa mi dici? La mitica Mc Granitt non l’avevo risconosciutaaaaa, però avevo notato che ha fatto anche un altro film giallo che adoro, Delitto sotto il sole. Prendo nota ben volentieri del titolo che mi suggerisci visto che a quanto pare i nostri gusti aderiscono. Grazie e buon anno!
    @ Francesca, grazie. A dire il vero ho cercato (copiona!!!) di fare una cronaca un po’ come le tue. Nooo, i guai idraulici no, spero che Bram o chi per lui abbia montato il pezzo e doccia fatta ora. A presto.

  4. Noi siamo tutti fans di Star War, solo che io non mi ricordo nè nomi, nè trama, se non a grandi linee, mentre i miei uomini, dei veri patiti, hanno anche il videogioco della xbox. Grand Hotel Budapest non l’ho ancora visto, mentre Il ponte delle spie e Invito a cena con delitto, li ho visti, quest’ultimo più volte. Noi abbiamo passato l’Ultimo sul Lago di garda, un posto che amo e dove spero di svernare da vecchietta.

  5. Il ponte delle spie lo ricordo bene, gran bella pellicola. Cremona mi manca. Un bel quadretto le tue vacanze.
    Starei per dire finalmente le feste sono finite così mi riposo un po’ ma mi sa che lo scorrere così veloce del tempo mi spiazza. Ieri iniziavano le vacanze, gli addobbi, i regali e oggi… I ripassi prima di chiudere la cartella, gli ultimi risvegli tardivi… Uffa. Vola il tempo.

  6. Ormai alle vacanze di Natale chiedo solo di stare bene con la mia famiglia, l’unica meravigliosa certezza da cui dipende la mia serenità.
    Ricominciamo, dunque, da questo nuovo anno, ritemprate e pronte. 😉
    Buona Epifania!

  7. @ Sempre mamma, l’intreccio di Star wars non mi è spiaciuto affatto. Intanto ti auguro una serenissima pensione quando sarà sul Lago di Garda
    @ Nadia, volano esatto e non si sa se sia più stressante la compressione natalizia innegabile, non per niente io il 24 sera sbang, o il rientro. Buona Epifania e domani si riparte sul serio
    @ Marina, grazie, infatti la famiglia è il nostro porto sicuro seppur con i suoi conflitti e io sto giro ci sono stata proprio bene

  8. Non ho mai visitato Cremona, prima o poi ci farò un salto. Godersi il tempo libero senza stress insieme alla tua dolce metà mi sembra il miglior modo di passare le vacanze. Buona ripresa Sandra e buon anno.

  9. Io ho scoperto di essere in gran bella compagnia con l’ “holiday blues”, le malinconie portate dalle festività natalizie: c’è chi si fionda la domenica mattina presto in palestra per non pensarci!
    Niente vacanze per me, ieri mattina abbiamo svuotato il vecchio ufficio, un allenamento di un paio d’ore a smontare mobili e portarli giù per due rampe di scale. Nel frattempo è partito il nuovo gruppo MPC2019 e lateralmente il nuovo gruppo italiano Clan McPeakers (abbiamo addirittura un tartan disegnato da noi, con bellissimi toni blu come il nostro mare!) Ho persino scatenato prima l’ilarità, e poi un susseguirsi di “great idea” per aggiungere MPC come “social skills” al mio curriculum (in solo tre anni ho migliorato l’inglese che non in vent’anni di scuola-lavoro!)
    Insomma, pur con qualche sforzo, questo 2019 parte. Non ho ancora capito dove vuole andare… 😀

  10. @ Giulia sì a tutto, sì a una gita a Cremona, sì al miglior modo di trascorrere il periodo, anche perché io sono una persona dai gusti molto semplici. Buon anno anche a te e buona ripresa, a presto
    @ Barbara, vedo un segno di nuova positività e spero di non sbagliarmi (mi pare di averti mandato una mail ma potrei sbagliarmi, non la trovo nelle inviate) comunque sì, le lingue si imparano usandole per comunicare, non avrei mai detto invece con un corso sgangherato di russo fui in grado di parlare con Natallia!

    • La positività non arriva da quel che pensi tu, su quel fronte solo guerriglia. Mi arriva dall’MPC, l’entusiasmo là dentro è un droga volante nell’aria. Impossibile restare arrabbiato a lungo, per un peaker.
      Non ho tue mail in effetti, degli ultimi due giorni per capirci. 🙂

  11. Vacanze rilassanti, vissute nella tranquillità del nido… che bello! Per me sono state movimentate: pranzi, cene, figli, amici e un viaggetto a Venezia. Da domani, tornando a lavoro, finalmente mi riposerò:)

  12. Che meraviglia Sandra sentire di una coppia così ben assortita che vive con semplicità il proprio amore. Siete un esempio per tutti! Non sentivo nominare Master Mind da almeno trent’anni, mi hai fatto tornare ragazzina. ecco come ti mantieni giovane 😀

    • ahahah infatti Mister Mind che si chiamava Codice segreto era in dotazione della pensioncina riminese un’estate in cui piovve un sacco ti parlo degli anni 70 e si stava rinchiusi a giocare, poi mia sorella anni dopo me l’ha regalato per Natale, a me piace un sacco e ogni tanto lo tiriamo ancora fuori bevendoci un thè. Potere delle cose semplici. Bella la tua motivazione al mio mantenermi giovane.

  13. Ora buca del primo giorno di rientro. Rientro senza traumi, per il momento, pupattola sorridente all’asilo, alunni più o meno rassegnati (come nei prof, del resto). Già questo è un buon inizio. Speravo di dormire di più durante le vacanze, ma il destino ha remato contro in modo anche creativo (bombola del gas del vicino esplosa in piena notte, per dire, per fortuna senza feriti), ma le giornate sono state molto belle e le ricorderò con piacere.

    • Azz.la bombola poteva sterminarvi tutti 😦 mio nipote era più che rassegnato demoralizzato dalla sveglia e dal ritorno a scuola. Io mi godo questi 3 giorni che in realtà sto comprimendo di cose in un tetris che per ora sta riuscendo molto bene, nessun appuntamento (medico, estetista, CBM) accavallato. Buona ripresa dunque.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.