I miei insight di benessere

Ho davvero apprezzato molto questo post della cara e brava Silvia.

Così, oltre a consigliarvene la lettura, ho pensato di raccontarvi nel mio blog quali sono i piccoli insight che migliorano e, aggiungo, rallegrano la mia vita. Volutamente la scelta cade su situazioni davvero minime, flash di benessere racchiusi in un attimo, desideri appagati con poco, magari addiritture quei traguardi quotidiani serali atti a allentare la tensione dopo una giornata particolarmente faticosa. Sarebbe e in effetti lo è, troppo facile citare cose come le vacanze, una promozione sul lavoro, è ovvio che quelli lo siano, ma i microscopici insight sono impilabili per costruirci una personale scala verso l’intima soddisfazione che allontana la frustrazione, che, vissuta a lungo, può essere molto nociva.

  1. Un bicchiere di Tonica, rigorosamente Schweppes, imbattibile nel gusto amaro ma non eccesivamente. Mi piace anche la Lurisia, ma è troppo secca, le sottomarche dei supermercati invece, lungi da me voler sembrare spocchiosa, sono alquanto simili alla gazzosa o non sanno di nulla.
  2. Lavarmi i capelli a casa e ottenerli dritti evitando la testa modello muflone (Qui, a parte l’attuale stiratura chimica rifatta qualche settimana fa, va un po’ a chiul).
  3. Organizzare l’approvigionamento della spesa in maniera efficace.
  4. Buttarsi con fiducia su un nuovo libro, la cui lettura si è anelata per un po’ di tempo.
  5. Annusare i miei cosmetici provenzali prima di utilizzarli.
  6. Un pezzetto di cioccolato col caffè.
  7. Tenere tra le mani il sacchetto fragrante di pane del mio fornaio preferito, arrivare a casa e mangiucchiarne un po’, fino a rendersi conto di aver finito un intero panino, ops era meglio comprarne uno in più.
  8. Riascoltare su Youtube come in trance di seguito: Geordie di De André e Long Nights di Eddie Vedder e poi ricominciare all’infinito in una girandola emotiva che mi riporta a quando stavo scrivendo i miei due romanzi ancora inediti.
  9. Intrufolarsi nelle lenzuola fresche di bucato stirate alla perfezione, fare le fusa e dire a mio marito “Ma chi non stira non lo sa cosa si perde?”
  10. Osservare i cani per stada e ricordaseli al punto che quando se ne incontra uno simile li paragono e dico a Emanuele “Guarda, quel cane sembra quello là che c’era in campeggio sul Trasimeno!” o, in alternativa se Emanuele non è con me, dirgli poi  “Sai, oggi ho visto un cane che sembrava proprio quello là che c’era sul Trasimeno!”

Ieri ho saltato di farvi gli auguri per una splendida estate. Rimedio ora, in questa giornata che, almeno qui a Milano, è cominciata con un temporalone durato parecchio, con fragorosi tuoni e scroscioni d’acqua che, tutto sommato, sono stati pure piacevoli da ascoltare nel letto sapendo di avere una giornata priva di programmi, per cui potevo prendermela molto ma molto comoda.

Che sia una stagione ricca di scoperte che fanno bene al cuore, dall’angolo del terrazzo fino alle mete più lontane. 61530286_2903059656376502_459032760133091328_nImmagine presa dalla pagina FB ufficiale della Schweppes

Annunci

25 pensieri su “I miei insight di benessere

  1. L’acqua tonica non mi piace per niente, ognuno ha le sue papille gustative.
    L’acquazzone di stamattina me lo sono preso tutto, strade allagate e acqua a secchiate.
    La spesa la fa quasi sempre mio marito e la mette pure in ordine. Fortunata io.
    Io sono una di quelle che non stirano e non solo le lenzuola, praticamente stiro solo le camicie.
    Mi dovrei concentrare sulle cose belle che la giornata mi offre, invece di farmi sempre oscurare dalla negatività.
    Buona estate a te, che mi fai compagnia con i tuoi post

  2. @ Cristina Bia, io adoro pure la bitter lemon con etichetta azzurra ma faccio proprio fatica a trovarla. E W NONNA MERI!
    @ Sempre mamma, sono sempre contenta di farvi compagnia coi miei post, sull’acquazzone rispondo a te e @ Francesca Bianca, mi sono vergognata per il godimento della pioggia perchè ha fatto seri danni e addirittura hanno evacuato 150 persone nel mio paese in Valtellina, è stato stranissimo sentirlo nominare in tv perchè è molto piccolo.

  3. Ma che bello questo post così leggero e estivo (anche se qui oggi a tratti sembrava Novembre).
    Io adoro la tonica! In effetti condivido quasi tutti ciò che hai scritto tranne lo stiraggio. Lo stiraggio no. Per la mia personale religione il ferro da stiro è lo strumento del demonio. Nella mia lista, però, metto la frutta appena colta dall’albero, vantaggi della campagna 😉

    • Grazie, avevo un gran bisogno di leggerezza, dopo una settimana piuttosto pesante. Eh, la frutta appena colta è un’esperienza impagabile che ho fatto in Valtellina quando i miei nonni avevano un piccolo frutteto accanto all’orto, hai ragione a metterla in lista.

    • Speriamo tanto relax e qualche bel posto, siccome la trascorrerò in luoghi conosciuti vado sul sicuro quest’anno, spero soprattutto niente rogne nè caldo eccessivo.

  4. La storia delle lenzuola piace anche a me e ammetto di sgranocchiare volentieri grissini appena acquistati come se il sacchetto avesse il doppio fondo. In effetti ci sono decine e decine di piccole azioni che rendono indimenticabile la giornata senza cui nulla avrebbe lo stesso sapore.

    • Le lenzuola sono l’insight che sta colpendo maggiormente voi lettori!
      Tu sei maestra nel trovare i piccoli gesti di benessere e sono certa che potresti farci un post molto interessante.

      • Non prometto a breve perché mi manca il tempo e la concentrazione necessaria, ma in effetti ho sulla punta della lingua anche più di dieci cose insignificanti che non lo sono per nulla alla vista del benessere che mi provocano.

  5. Come si suol dire sono le piccole cose che danno sapore alla vita! Vorrei scrivere anch’io un post con dieci piccoli insight che migliorano la vita, però potrei anticipare qualcosa tipo tornare a casa la sera e sapere di non avere l’obbligo di uscire e quindi mettersi sul divano in totale e meritato relax. Anch’io amo l’odore delle lenzuola fresche di bucato, le stiro anch’io, un colpo di ferro veloce è indispensabile! Qui a Bologna ieri avrei fatto a meno del temporale con grandine, stamattina ho controllato l’auto e aveva tanti bitorzoli sulla carrozzeria, in altre zone della città è andata anche peggio, macchine sconquassate. Ormai siamo un paese tropicale, la vendetta della natura cinto l’uomo.

    • Sì, sarà in estate piena di temporali e come ho detto più su mi sono vergognata del mio benessere sentendo il temporale, quando ho realizzato la portata della situazione nel nord, ho sentito di Bologna. Il divano serale è un grandissimo insight in effetti!

  6. Mi piace la Schweppes al pompelmo rosa, ma ahimè 9% di zucchero, senza contare la bottiglia di plastica grossa (e io sono per la sua riduzione, una volta si usava il vetro).
    Niente pane qui, andiamo di surrogati al riso per limitarci. Che quelle volte che accendo la macchina del pane, è mezzo chilo che se ne va in un attimo (caldo, profumato, morbidoso, con la crema Pernigotti sopra… delirioooooo!)
    Non stiro le lenzuola da anni, preferisco lasciarle asciugare belle stese visto che ne ho lo spazio. C’è da dire che sono le lenzuola in cotone grosso della nonna, ricamate a mano, e ritrovarsele nel letto profumate di sole e lavanda come le faceva lei, eh beh!
    Canzoni che ascolto all’infinito? Beh, come dico io, “non si rifiuta mai un Planet Funk” (italianissimi, tranne l’ultimo cantante Alex, lussemburghese, ma con una voce molto… graffiante – e mi censuro qui 😉 ) e questa è la mia preferita. Ti metto il video perché…capisci poi che io detesto gli aerei, però guarda che riprese! 😀

  7. Ah, be’ il video merita.
    Io posso stendere solo sullo stendibiancheria Foppa Pedretti stupendo, in lista nozze, ma in effetti se hai la possibilità di non piegare le lenzuola è un’altra faccenda.
    Anche io tento di ridurre la plastica, ma alla fine se non posso più bere l’acqua del rubinetto come si fa? Non compro più i salumi confezionati, ma quando li vedo super scontati e/o al banco c’è una fila galattica la tentazione è molto forte.

    • Ci sono varie soluzioni, da capire quella più valida/economica a seconda dei casi. Dalla caraffa con i filtri intercambiabili fino all’impianto di addolcimento/controllo della qualità dell’acqua (me lo sono trovato anche in una casa estiva, viene affiancato al rubinetto, il contenitore/motore sotto il lavello). Oppure l’acquisto delle casse di acqua in bottiglia di vetro, vuoti a rendere, vendute anche ai privati con consegna a domicilio. Stanno iniziando a pubblicizzarsi anche in rete. L’unico problema è l’ingombro delle casse (una cassa di solito sono 12 bottiglie da litro).
      E i salumi sono niente… guarda al reparto elettronica quante stupidaggini sono chiuse in box di plastica rigida, che ti tagli anche ad aprirli dopo l’acquisto (io sempre!) e potrebbero essere sostituite da scatole di cartone riciclato sagomato!

  8. Ecco, ce n’ho uno, fresco di giornata, vediamo in quanti lo condividono: aprire la confezione di caffè nuova e restare estasiati all’ondata di profumo (che poi si perde, sigh!) 😀

  9. Eccomi! Scusa il ritardo con cui arrivo, ma sono un po’ distratta e lontana dal web in questi giorni.
    Be’, novanta minuti di applausi sulle lenzuola stirate. Volevo metterlo pure io, poi temevo di essere troppo retrò. Non stiro niente per velocità e praticità (e poi perché non ci sono più le stoffe di una volta e più stiri e più si sciupano), però vuoi mettere la perfezione di un lenzuolo stirato? Ma anche solo di un fazzoletto o una tovaglia, per dire. (Ebbene sì, mio marito usa ancora i fazzoletti di stoffa).

    • Eh no, cara sui fazzoletti di stoffa io ho una personalissima storia: li uso di notte, uno sotto il cuscino che se ti devi soffiare il naso come fai? Un’eredità infantile che continuo a trovare comoda e ovviamente stirata.
      Grazie a te, come vedi i tuoi insight hanno avuto un bel successo.

  10. Pingback: Dieci piccoli “insight” che migliorano la vita - silviaalgerino.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.