Allora ciao eh, io vado (ma anche resto)

Ho recentemente aggiornato le due pagine lassù; in “Io e le mie pubblicazioni e contatti” ho cambiato la foto e potrete quindi vedere la versione a figura intera del post precedente a questo, quella con il piumino verde per intenderci, visto che ne abbiamo parlato. La pagina “Mi piace, non  mi piace” è diventata “Mi piace, non mi piace e vorrei”, laddove quel “vorrei” spiega un po’ di cose editoriali.

Ma la vera notizia è un’altra: purtroppo ho lasciato l’agenzia letteraria Thèsis Contents che mi ha rappresentata per oltre 5 anni ed è stata una decisione molto dolorosa da prendere, soprattutto ora, a poche settimane dalla perdita di Tiziana. Tra le conseguenze, e arriviamo alla seconda notizia più direttamente connessa col blog, è che ho intrapreso una nuova collaborazione che non mi sento di condividere qui. Purtroppo si conclude la mia esperienza in goWare, un editore eccezionale che attualmente sta prediligendo altre collane rispetto alla narrativa; potrei restare, nessuno mi ha mandata via, ma l’evoluzione di qualsiasi cosa prevede sempre, dai dinosauri in poi, che ci si adegui, pena l’estinzione. Non era più possibile continuare a mettere in luce le mie opere ottenendo i risultati che ho raggiunto soprattutto con Le affinità affettive, anzi sto già perdendo posizioni di visibilità, ma gli addii umanamente fanno male e sono state tre settimane durissime.

Mi sono sfogata mille volte, ma passare per la scrittrice lamentosa, che incarna negatività e allontana magari il mondo editoriale (che dubito venga qui, cioè quando accade non è per reclutarmi come scrittrice ma piuttosto per spacciare libri altrui, e raramente ne è nato qualcosa di bello) proprio non mi va. Io stavo con un’agenzia di altissimo livelo, stra nota, e poco dopo esserci arrivata l’agente è andata alla concorrenza, che colpa ne aveva il mio testo? Ora è mancata prematuramente la presidente e me ne sono andata io, perchè il futuro dell’agenzia è poco chiaro. Odio il vittimismo, ma le situazioni possono essere tante e se da fuori si percepisce solo la Sandra-lagna, il problema di sicuro sono io che non so veicolarvi le mie emozioni più articolate in maniera che emerga un quadro completo, assolutamente non iscrivibile appunto in una continua rimostranza depressa. La mia scrittura è come un terzo braccio, non posso amputarlo e ne parlerò ancora.

Il blog quindi verrà in buona parte ridimensionato. Vi ringrazio per tutte le pacche sulle spalle e il tifo a bordo campo, siete stati tanti e preziosi, lo sarete ancora credo perchè io rimango qui nella mia casa virtuale dove so di avervi accolti sempre con affetto, anche sotto i nuvoloni, solo che certi percorsi editoriali e relativi capitomboli condivisi nella massima autenticità fino a ieri, ora non verranno più raccontati.

design-desk-eyewear-313690

 

20 pensieri su “Allora ciao eh, io vado (ma anche resto)

  1. Ma come il blog viene ridimensionato? Ma come? Nel senso, ottima la scelta della nuova avventura (sono curiossima, magari ti chiedo in privato, anzi, fai conto che te lo abbia chiesto), non facciamo il tifo e il super tifo. Ma il blog, con i tuoi racconti e le tue riflessioni, anche e sopratutto extra editoria, è una cosa preziosa, a cui sono molto affezionata.

  2. Il mio primo commento con gli occhiali nuovi.
    @ Dove ho visto te, Speranza grazie per baci e cuori (che qui vedo in nero e sul telefono in rossso.
    @ Tenar, ci sarà tutto l’extra editoria appunto, ma non più i pipponi etichettati con “rogne editoriali” i “ho mandato a tizio e non ha risposto bla bla che schifo di mondo”. Un post come quello precedente a questo è un ottimo esempio di come mi proporrò d’ora in avanti. E se ci saranno piccoli successi, che spero arrivino, è chiaro che ve lo dirò altrimenti come fata e leggere i miei lavori futuri? Adesso ti faccio un vocale. Baci

  3. Ciao, m’è preso un colpo!!! Appena ritrovata e te ne vai?
    Ho commentato il post dell’anniversario ma non lo vedo… probabilmente ho combinato qualche guaio col cellulare; ma non l’avevo mai usato per entrare/commentare in un blog.
    Questo significa che sono davvero anni che non passo da queste parti, purtroppo.
    Vedo che sei cresciuta tanto (ma non invecchiata) e anche io ti faccio tanti in bocca al lupo per questo nuovo inizio. Ti mando un grande abbraccio per tutto :*

  4. @ Grazia, eh di argomenti ci saranno, le foto dell’Orso, le feste, la scrittura mia e non solo quella legata all’editoria.
    @ Nadia, lo so, lo so cara e tu sai i miei patimenti
    @ Tri mamma, mannaggia erai finita in spam col commento precedente che ora ho tirato fuori, grazie per avermi avvisata. No, non scappo e come potrei proprio ora che tu sei tornata qui? Senti se passi dal mio lavoro ci si organizza per un caffè/pranzo se ti va eh.
    @ Elena, speriamo in un vento favorevole, è un periodo difficilissimo anche sul lavoro e va bene, sono solo 12 giorni al mese ma l’insieme delle cose mi ha molto agitata, non vedeveo il senso di portare avanti tutto con fatica per poi far saltar fuori solo la mia parte negativa. Dovevo cambiare rotta assolutamente ed ecco la decisione che tu definisci saggia. Grazie.

  5. Ogni taglio è doloroso, ma se necessario si affronta, ci si cura e si guarisce. In bocca al lupo per la nuova avventura, spero che sappia valorizzare i tuoi lavori, dove ci metti tanto cuore e tanto di te.

  6. Elena in un post nautico ci parlò del ” punto nave “: ecco, a volte bisogna fare il punto nave per poi decidere la rotta.
    In bocca al lupo per la nuova direzione!
    E ricordati che condividere le difficoltà scrittorie ed editoriali ha un grande valore e può essere di aiuto per chi ti segue sul blog quindi …non ridimensionare troppo…!!!

    • Io pensavo bene che potesse essere d’aiuto, lo spirito era ben quello, ma le difficoltà sono diventate tante e tali da farmi scrivere una serie di post lagna che alla luce di alcune osservazioni in privato mi hanno fatto riflettere molto. Spero di tornare con dritte quali: fate così e otterrete cosà, risultati belli e condivisibili.

  7. In bocca al lupo per la nuova agenzia, i tagli sono dolorosi ma a volte necessari, idem per la casa editrice goWare. Un abbraccio e, come sempre, tifo per te.

  8. Che il nuovo inizio sia per una strada non dico facile (nessuna strada lo sarà mai, nemmeno quelle in discesa dove occorre frenare), ma quanto meno con dei risultati che ti portino la soddisfazione che cerchi.
    Il cambio di linea del blog non potrà che giovarti. Capisco l’intenzione di aiutare gli altri sulla stessa via, ma scrivere sempre sull’onda della negatività continua a tenercela appresso, a consumarci energia e non lasciarci intravvedere uno spiraglio nel futuro. Accendiamo la luce e via verso il nuovo anno!
    E’ pure la tua stagione preferita questa, con tuo amato foliage, parola che ho imparato da te. 😉

    • Infatti oggi arriverà, in serata, il post autunnale e il foliage inizia a vedersi pian pianino. Sei stata ispiratrice del cambio di rotta, quindi grazie In quanto alla nuova strada spero solo che non porti troppi stalli indipendenti da me, e una comunicazione più efficace. Bacione

  9. Mi dispiace per le tue traversie editoriali, ma “Nulla è permanente tranne il cambiamento ” diceva il saggio Eraclito, ed è una delle poche massime che mi sento di sottoscrivere. Certo, quello che dispiace è il lato umano che sta dietro ai progetti comuni, e che è molto prezioso. Anche tu ridimensioni il blog, dunque, si vede che è un periodo di trasformazioni… un po’ per tutti! 🙂 A presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.