Rallento anch’io

Questo post della cara Elena mi ha fatto riflettere (e ispirato un racconto che spero di scrivere in tempi decenti). Natale aggiunge carichi importanti a una quotidianità spesso compressa. Mi piace girare per regali, adoro le luci che presuppongono però uscire la sera, quando sono stanca, perchè la mia energia lavora così: a qualsiasi ora suoni la sveglia io sono quasi sempre un catorcio, tuttavia, a meno di non stare bene sul serio, in mezz’ora sono pimpantissima, giro a mille per tutta la giornata e alla fine stramazzo in un orario variabile, e ciò che è da fare dopo il crollo lo faccio con grande fatica. Si sommano gli incontri conviviali, quasi sempre mangerecci, per lo scambio degli auguri, ecco con me, a poterlo fare, funzionerebbe a meraviglia una prolungata colazione. Infatti oggi ho molto gradito il bruch che ha dato il via al turbinio calorico.

Mi piacerebbe potervi dire che gli ultimi problemi si sono risolti, ma non è così. Abbiamo svoltato l’angolo nel disastro dei licenziamenti, ma il resto ci fa ancora compagnia, perchè sarà lunga e si sapeva. Ho trascorso un compleanno comunque molto piacevole, anche allegro, ma per certi versi sotto tono rispetto ai miei desideri.

Come sempre in questi casi si fa la conta delle risorse e si sceglie dove destinarle. Per quanto riguarda il blog, che ci interessa da vicino, mentre le tipiche espressioni del periodo “bilanci” e “programmi” ammiccano suadenti e io non le considero proprio, pubblicherò di sicuro il post sulla mia parola per il 2020 e l’elenco dei libri letti nel 2019. In realtà avevo abbozzato un pezzo sui bilanci scrittori, ma appunto come ho detto non voglio sentir parlare di consuntivi, in nessun campo, quindi l’ho cancellato.

Sto comunque facendo pace con la scrittura, è un processo complicato e la sofferenza vera è stata solo in parte lenita dal nuovo contratto, ho sempre saputo che un editore free lo posso trovare abbastanza facilmente, la questione è un’altra. La Sandra autrice ha subito un colpo piuttosto duro, sotto certi aspetti anche ingiusto e non perchè l’editoria debba essere lì a stendermi tappeti rossi e suonare fanfare sia chiaro, ma perchè sono stata sballottata e trattata in un modo che non meritavo e questo fa ancora molto male. Spero di riuscire a non trascinarmi questo avvilimento nel 2020, ecco. Un farmaco piuttosto efficace è la collaborazione col fotografo, i tappeti rossi li devo stendere io a Barbara e dirmi qualche volta in più “brava!” per quello che sto riuscendo a scrivere per lui.

– 10 A Natale e siamo qui, ha già nevicato, la casa fa concorrenza al villaggio di Babbo Natale e ho dovuto istituire uno spazio apposito per le scorte di cioccolato.

Voi, come siete messi?

pexels-photo-3171815

PS. Causa gastrite (ma va?) sto portando avanti un piccolo regime così congegnato: 1 solo caffè al giorno, zero cioccolato fino a Natale (è durissima visto la dispensa di cui sopra), zero alcol tranne un goccio per brindare ai vari party, anche qui fino a Natale. Vedo dei risultati quindi va bene così.

8 pensieri su “Rallento anch’io

  1. Sei ammirevole. Io ho già cominciato con l’anticipo del festeggio che praticamente mi concedo ogni giorno e va bene cosí. Ho cominciato il digiuno intermittente e senza colazione resisto alla grande e provo a ridurre le calorie ingerite. La cosa mi convince, dopo le ferie sperimenterò oltre. Sto studiando e magari ve ne parlerò. L’anno vecchio porterà via la sofferenza gratuita di cui non avevi bisogno. Ma arriveranno cose nuove, ne sono certa. Il fotografo e il piano B ne soni i prodromi. Tieni duro. Grazie per avermi citata, come ti ho scritto da me, non vedo l’ora di leggere il racconto che ti ho ispirato

    • Ma come fai senza colazione? Che poi è importantissima.
      Tengo duro su tutta la linea, il racconto è tutto in testa, ma al momento sono al servigio del fotografo con 2 pezzi in 6 giorni di cui sono molto soddisfatta ma soprattutto il primo non facilissimo. Punto tutto sullo stacco natalizio dal 28 in poi.

      • Guarda, in questi anni ho sentito davvero la qualunque in termini di abitudini alimentari corrette. Sto studiando alcune ricerche giapponesi e americane sul tema, devo dire illuminanti. Non è detto che non ve ne parli prima o poi.

  2. Quest’anno Natale tranquillo, piacevole e senza stress, ancora più degli anni passati. Mi mancano ancora un paio di regalini, ma stavolta non mi è sembrato un tour de force. Domani pubblico l’ultimo (credo) post per poi mettere il blog a riposo fino all’Epifania. A proposito, sei sulla mia pagina “amici che scrivono” di questo mese. 🙂

  3. Regali fatti tutti, pochi per la verità, solo alle persone più vicine. Sono già sotto l’albero, o meglio, accanto. Non ho più né lo spirito né il tempo per l’albero grande, così ho preso un alberello bianco che si illumina multicolore, alto 30 cm. L’unico regalo che ci potrebbe stare sotto …è un Trilogy! 😀
    Pochissimi incontri mangerecci, e nel caso recupero abbassando le calorie in settimana, o stramazzando in palestra. Ho comperato il primo, e unico, panettone domenica scorsa. Purtroppo non sono riuscita a recuperare un Melegatti, per dare una mano a chi ha bisogno.
    Sulla scrittura, ci siamo allineate in privato e hai ragione ad essere arrabbiata in questo caso. A maggior ragione, sostengo il piano B che, almeno finora, dimostra più professionalità di tanti altri.
    Sui tappeti rossi… ho appena coniato un nuovo termine, mi è venuto in mente così, leggendomi citata: in fondo non ho fatto altro che applicare “la filosofia dei Lego: ogni pezzo al posto giusto” (C Barbara Businaro 2019 😀 ) Ho preso un pezzo arrivato al blogger sbagliato e l’ho girato al blogger giusto. Un 4×1 non ci sta su un 2×2, ma va benissimo su un 4×4 😉
    PS. Potrebbe anche essere “la filosofia del Tetris”, ma io preferisco i Lego.

  4. Io tifo per il piano b che sia messo agli atti. Per il Natale sono messa abbastanza bene, ci sono proiettata dentro completamente. Devo solo più preparare i biscotti al Pan di zenzero che ho in testa e direi che poi sono soddisfatta. Regali fatti e Mood natalizi impostato.

  5. @ Barbara, ogni pezzo al posto giusto mi piace assai W gli incastri perfetti! I regali ormai sono in distribuzione, ne ho ricevuti già parecchi e 2 li ho anche aperti (orecchini a forma di Babbo Natale e cucchiaini Thun, la Thun è andata parecchio anche per il mio compleanno)
    @ Nadia, so che tu sei partita in anticipo col Natale e i biscotti saranno superbi.
    @ Tutte, W sempre i piani B

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.