Una storia che vi appassionerà

La ragazza che ascoltava De André

IMG-20200507-WA0028Quando Fabrizio De André morì avevo sedici anni ed ero nel pieno di questo trambusto emotivo che papà mi propinava e di cui Gisella non sapeva nulla. Un giorno freddo di gennaio, l’ultimo anno del millennio, stavo studiando per una verifica di francese, quando il telefono di casa squillò.

«Faber è morto!» (…)

Papà si ritrovò a dover elaborare il lutto perché per lui il grande Faber era uno di famiglia. Lo celebravamo con le nostre sbevazzate e io rincasavo sempre un po’ brilla, ma mai distrutta sul serio, dai weekend o le serate da papà e quei momenti rimangono il nostro patrimonio, il nostro recinto tra noi e il mondo là fuori, quando diventa ostile e soltanto una canzone di De André è davvero in grado di consolarci.

4 pensieri su “Una storia che vi appassionerà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.