(…)

Da ieri sono successe un paio di cose rispetto al romanzo e al post. Vado a raccontarvele.

Stavo valutando se fare qualche promozione a pagamento, districandomi tra quella su Amazon e quella su Instagram, visto che non sono su FB, poi mi è venuto in mente che il mio editore aveva detto che le avrebbe fatte lui, proprio su FB. Così ho chiesto (abbiamo un gruppo whatsapp) in tutta tranquillità: magari ricordavo male, era un’informazione precedente all’uscita del mio romanzo. E’ venuto fuori un casino, l’editore si è incavolato nero per la mia domanda, vocali infuriati, ho abbandonato il gruppo. Non è la prima volta che ci scontriamo ma questa credo sia una rottura irreparabile. Continuo a pensare che i suo libri meritino ma il resto potrebbe essere gestito molto meglio, e qui mi taccio. Avvilita, ho portato avanti il pomeriggio tra incombenze domestiche e giocato con Canva. Stamattina ho chiesto alla Bookstagrammer se le fosse arrivato il mio romanzo. Passo indietro, questa persona ha 28 mila follower su Instagram (o 28 Kappa follower come si dice, Dio che palle ste cose) e mi aveva contattata per avere il cartaceo e fare un po’ di propaganda. Visti i suoi numeri, avevo chiesto all’editore di mandarglielo, ma invia solo e book e quindi ho provveduto di tasca mia, spendendo 15 euro. Pensavo fosse un investimento valido. Morale, mi risponde che no, non le è arrivato. Peccato che il tracciamento di Amazon lo dia già consegnato il 17. Mi taccio anche qui.

Sempre su Instagram la mia carissima amica Clara Nubile mi ha dedicato una storia. Se qualcuno ha letto Vita di Pi (è stato tratto un film piuttosto celebre) sappiate che l’ha tradotto lei. Clara usa le parole con competenza e non le spreca mai, ha un tocco nella scrittura che se l’Italia fosse un paese meritocratico avrebbe già vinto il Premio Strega. Lei non si cruccia come faccio io, vive di parole, ammira l’Adriatico dal finestrino di un treno e parla di quello, del sole salentino e del sale sulle sue ferite. Se ne frega di follower e vendite, è andata oltre e io la sto raggiungendo (anche se sono molto molto meno brava di lei).

Salve, sono Sandra ho pubbicato 7 romanzi e non mi angustio per le mancate vendite da circa dieci minuti. Ma non torno indietro.Leggi una storia diversa

24 pensieri su “(…)

  1. @ Cosa positiva, il libro spedito da Amazon era stato consegnato alla cugina della destinataria che ha lo stesso nome. Risolto (io penso sempre al peggio eh).

    • Meno male, almeno una bella notizia!
      Ci sono tanti book reviewers che accettano l’e-book e postano il libro con delle bellissime foto, io ho avuto tante belle sorprese, anche di ragazze che mi hanno cercato per prime e altre che non sapevo neanche che stessero leggendo il mio libro. Si seguono tra di loro ed è un buon modo per vendere qualche copia. Ovviamente non hanno tanti K nei followers ma preferisco pochi ma buoni.

      • Sì, ci sono in giro su Instagram lavori davvero ben fatti con le copertine, storie invitanti, gente che si dà da fare con competenza magari anche per piccoli editori. E’ un mondo che sto esplorando solo ora naturalmente, alcuni aspetti sono davvero interessanti. Devo trovare la mia nicchia e muovermi lì.

  2. La promozione del libro è sempre una grande incognita. Non si sa come andrà, se ci si troverà bene con l’editore, se gli sforzi saranno ripagati… Un grosso in bocca al lupo. Sono sicura che questa tua storia farà strada.

    • Sì, incognita con mille fattori imperscrutabili. Grazie, vediamo, ieri ero un po’ sfatta, e comunque abbiamo tutti una soglia più bassa su ogni cosa, oggi oltretutto Clara mi ha fatto un vocale entusiasta sul romanzo, con osservazioni molto pertinenti e quindi va benissimo così.

  3. Navigare nel calderone è complicato, questo è certo. Quello degli screzi con l’editore è un peccato… però i vocali infuriati mi sembrano un po’ eccessivi, così a occhio. Cosa potrai mai avere detto di così terribile?

    • Davvero Grazia, avevo solo fatto una domanda. Comunque la soglia si sta abbassando e sono tutti nervosi, magari pure io eh. Ma vedo attacchi da tutte le parti.

  4. Certo che la reazione dell’editore mi sembra eccessiva, avevi solo fatto una domanda, peccato rovinare così il rapporto con gli autori. Meno male che il libro è arrivato a destinazione, una buona notizia almeno e, direi, potrebbe essere un’ottima promozione questa persona con così tanti follower, forza Sandra!

  5. Ciao cara, volevo solo dirti che ho letto il tuo libro e mi è piaciuto assai.
    Sei sempre in contatto Clara, che bello! Io l’avevo persa di vista, invece da poco ha scritto un commento ad un mio post

    • Ma Clara beccala su Instagram. Lei lì è molto attiva, Clara è nel cuore di tutte noi.
      Grazie, sono tanto felice che il romanzo ti sia piaciuto anche perché sei una delle reduci del tempo che fu, rimasta qui e nella mia vita. Grazie davvero.

  6. Sono felice che almeno il disguido con l’influencer sia risolto, quanto all’editore e ai gruppi WhatsApp ci sono uscita da tempo, sono davvero esplosivi. Io non credo molto nelle campagne a pagamento. Si parla tanto ma si acquista poco. Però capisco che in questo periodo forse affidarsi al passa parola è troppo poco. Quanto alle vendite, io non mi preoccupo proprio. Scrivo per chi mi legge e va bene così! Buona domenica cara

  7. Mi auguro proprio che lo scatto di nervi dell’editore sia un momento passeggero, perché sarebbe un peccato rovinare il rapporto per una sciocchezza. Ne so qualcosa di fraintendimenti che degenerano e spero non sia il tuo caso, anche perché quello che ci va di mezzo poi è il libro e sarebbe un vero peccato.
    In tema di promozioni a pagamento, invece, ti consiglierei FB, anche se non ci sei come persona basterebbe creare velocemente una pagina per usufruirne. Quelle su Amz sono più complicate e Instagram le trovo meno utili (e comunque FB le ingloba).
    Menomale che poi il libro è arrivato ^_^

    • Grazie per i tuoi consigli sempre pertinenti e per il sostegno.
      Adesso aspetto di vedere come va la promozione della bookstagrammer e se l’editore farà quella su FB come ha promesso. Non essendo su FB non ho troppa voglia di creare la pagina al volo perché diventerebbe un impegno in più e instagram mi sta già assorbendo parecchio (anche perché sono lenta). Baci

  8. Se ti rincuora, la maggior parte degli autori invia le copie cartacee pagandole di tasca propria. La dura legge dello scrittore è così, davvero dura! -.-‘

  9. Considerazione 1: non ci si improvvisa casa editrice, nemmeno con tanta buona volontà e passione. E questo è un momento ancora peggiore per improvvisare. Strategia e pazienza.
    Considerazione 2: pure Clara Nubile conosci? Ma come fai a conoscerli tutti?!
    Considerazione 3: Sandra che gioca con Canva. Ripeto: Sandra che gioca con Canva. E io che pensavo di averle viste tutte in questo 2020… 😀 😀 😀

    • I miei primi tentativi di Canva sono stati un macello, ma non appena ho capito mi si è aperto un mondo. Ti dirò, ho pensato, macchecazzzz non posso sempre chiedere alla Businaro, temo che il momento in cui mi manderà a .. ci siamo capiti, sia davvero dietro l’angolo, ed è avvenuto il miracolo tipo FERMATEMIIII, ne ho un sacco salvate sul desk top che userò più su instagram. E’ così rilassante.
      Clara? Clara la conosco parecchio bene, persona speciale.
      Improvvisarsi? Si fanno – e badate parlo in generale non di questa situazione – parecchi danni ma di solito il più grosso lo si fa a se stessi, tutti i nodi ecc.
      Direi che a metà, quasi, 2020, mi sono messa su Instagram e uso Canva, possiamo ritenerci soddisfatti in termini di cambiamento e sperimentazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.